FreeStyle Libre: in arrivo la sintesi vocale delle letture glicemiche

Tra pochi giorni chi usa Glimp, l’app che legge il sensore FreeStyle Libre, avrà la possibilità di servirsi di una nuova funzionalità, nata pensando alle persone che soffrono di retinopatia diabetica. E’ questa la più comune complicanza oculare che colpisce le persone affette da diabete mellito 1 e che porta ad un calo o, in alcuni casi, alla perdita totale della vista.  A quel punto è necessario l’uso di presidi ad hoc per le letture della glicemia.

DeeBee Italia ha preso a cuore le difficoltà che possono avere le persone ipovedenti nell’usare il sensore FreeStyle Libre in autonomia e, grazie all’impegno della software house Ctapp, partner ufficiale di DeeBee.it, il 24 maggio sarà rilasciato nel Google Play Store un aggiornamento di Glimp con una nuova utilissima funzionalità, unica nel suo genere.

Sarà possibile infatti attivare dal pannello opzioni la funzione “Text to speech” che consentirà la lettura vocale della glicemia ad ogni scansione effettuata con lo smartphone.

CORREZIONI BUG

Nella nuova versione è anche stato corretto l’errore “Received 1 (<2) bytes” segnalato da alcuni utenti.

COME INIZIALIZZARE IL SENSORE CON GLIMP S

In concomitanza con l’uscita della nuova versione di Glimp, sarà rilasciato l’aggiornamento di Glimp S, l’app dedicata all’inizializzazione del sensore, con una grafica tutta nuova e la correzione di errori minori.

Screenshot_2016-05-13-10-19-39

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Nightscout con Medtronic 640G? Da oggi si può!

Per chi usa il microinfusore Medtronic 640G con sensore Enlite è finalmente arrivata la notizia tanto attesa: da oggi è possibile predisporre Nightscout, in modo semplice e veloce, anche per questo diLennart_Goedhartspositivo!
L’ideatore di questa nuova “piccola” rivoluzione nel mondo Nightscout è l’australiano Lennart Goedhart, in foto.

DeeBee.it ha redatto un documento in italiano, per venire incontro a tutte le persone che vogliono monitorare a distanza le glicemie dei loro bimbi e dei loro cari. Come di consueto, potrete trovare la guida passo passo, insieme alle altre guide, all’interno della sezione files del gruppo ufficiale Nightscout Italia, formato da tante persone che hanno già creato il loro sistema Nightscout e che, quindi, sono lì pronte per darvi una mano in caso di problemi.

Una caratteristica molto apprezzata di Nightscout è quella che consente di vedere costantemente le glicemie al polso, sul quadrante del proprio orologio.

Ecco perché il motto di DeeBee è…
In alto i nostri smartwatch!

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Petizione sensore glicemico al Senato: parere favorevole dal Governo

Il 19 maggio poteva essere una giornata qualsiasi per noi di DeeBee Italia se in mattinata non ci fosse arrivata una mail ufficiale dal Senato Italiano: “con la presente vorremmo segnalare l’ordine del giorno e l’emendamento presentati dal Senatore Luis Alberto Orellana all’Atto Senato 1324, elaborati sulla base della vostra petizione, di seguito i testi”.

Durante la seduta pubblica, nell’aula tappezzata in rosso del Palazzo Madama, è arrivata la voce di quelle migliaia di persone che hanno firmato e diffuso la petizione per la parità di accesso al sensore glicemico per i pazienti con diabete mellito di Tipo1. Ed è arrivata con una richiesta diretta e decisa: inserire nell’ordine del giorno del Decreto di Legge Sanità, quindi impegnare il governo a “dare concreta attuazione agli obiettivi del Piano Nazionale Diabete, con specifico riferimento all’obiettivo 6 e all’obiettivo 9, valutando in particolare l’opportunità di aggiornare i presidi per persone affette da patologia diabetica di cui all’articolo 13 del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 23 aprile 2008 (Allegato 3), nel rispetto degli equilibri della finanza pubblica”.

Dopo i due rinvii, eravamo in attesa della convocazione della Commissione Sanità al Senato, dove si doveva svolgere l’interrogazione promossa dal Sen. Maurizio Romani e firmata da altri sei senatori, proprio sulla questione sollevata dalla petizione. E invece l’iniziativa intrapresa insieme a 26 associazioni e community ha preso anche una nuova, inaspettata strada.

Pochissime ore dopo, non potevamo che esultare alle parole pronunciate in diretta tv:

Sull’ordine del giorno G2.100, anche se totalmente fuori argomento, data l’importanza esprimo un parere favorevole” (DE BIASI, relatrice)
Signora Presidente, esprimo parere conforme a quello della relatrice (DE FILIPPO, sottosegretario di Stato per la salute).

VIDEO SENATO.TV


Resoconto stenografico completo della seduta.

Poco prima, alla richiesta del Sen. Orellana si era subito unito in aula anche il nostro primo sostenitore, Sen. Maurizio Romani, vicepresidente della 12ª Commissione permanente (Igiene e sanità) e le Senatrici Serenella Fucksia e Manuela Granaiola.

Finita la seduta con l’approvazione dell’ordine del giorno e dopo frenetiche comunicazioni e congratulazioni che percorrevano in largo e in lungo la penisola, arriva anche la dichiarazione ufficiale del Sen. Orellana:

“Sono molto soddisfatto che il governo si sia impegnato ad aggiornare l’elenco dei presìdi per persone affette da patologia diabetica finanziati dal sistema sanitario nazionale e di valutare l’opportunità di inserire nuovi dispositivi medici non invasivi che consentano una misurazione continua della glicemia, in linea con quanto previsto dagli obiettivi 6 e 9 del Piano nazionale diabete. Il testo accolto oggi dà speranza alle tante associazioni di pazienti diabetici che da tempo attendevano risposte dall’esecutivo; auspico, pertanto, che venga tradotto rapidamente in azioni concrete non più procrastinabili.”

È questo in breve il resoconto di una giornata particolare che ci ha regalato forti emozioni, ma anche una grande fiducia. Che vogliamo condividere con tutti quelli che ci hanno sostenuto senza riserve e condizioni, con quelli che hanno alimentato giorno per giorno la petizione con le loro firme e il loro entusiasmo. È il minimo che possiamo fare, mentre ci prepariamo al prossimo importante passo verso la meta.

“Segui i tuoi sogni, essi conoscono la via”
(Kobe Yamada)

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Come evitare la sospensione dell’indennità di frequenza?

Riceviamo e pubblichiamo il quesito posto da G.R., mamma di una bimba affetta da diabete mellito 1.

Salve sono una mamma di bimba diabetica con esordio all’età di due mesi, adesso ha due anni. L’indennità di frequenza abbiamo iniziato a percepirla da marzo 2015. A dicembre 2015 è avvenuto l’ultimo pagamento. A gennaio 2016, il giorno 12, dopo aver scoperto il problema ho presentata l’autocertificazione di frequenza presso il centro Diabetologico e ad oggi, 8 maggio 2016, non abbiamo ancora ricevuto nulla nonostante la pratica risulti ora a posto. Non voglio dilungarmi oltre; la mia domanda è questa: per non far succedere anche l’anno prossimo lo stesso problema quando e come devo prevenirmi? Anticipo che a settembre la bambina comincerà l’asilo nido. Grazie mille in anticipo


L’AVVOCATO RISPONDE

Gentile Signora,

Se Lei ha correttamente riproposto la domanda anche per l’anno 2016, Le ricordo che il pagamento delle prestazioni decorre dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda e comunque non prima dell’inizio della frequenza ai corsi o ai trattamenti, sempre se risultano soddisfatti tutti i requisiti richiesti, sia sanitari che amministrativi, come più volte chiarito dall’INPS.

Per gli anni successivi alla prima erogazione poiché il beneficio è legato al reddito ed alla effettiva frequenza, Lei dovrà ogni anno, sino al compimento della maggiore età e sempre che ne ricorrano i requisiti di frequenza e reddituali, presentare la domanda.

Poiché mi riferisce che la domanda del 2016 è corretta, l’unica possibile spiegazione alla mancata erogazione può essere la circostanza che non siano ancora iniziati i trattamenti presso il Centro Diabetologico.

In caso contrario, dovrà verificare presso l’INPS il perché della mancata erogazione.

Cordiali saluti
Avv. Umberto Pantanella

Sei interessato ai consigli legali del nostro avvocato? Clicca qui per leggerne altri ancor più interessanti!
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Errori lettore FreeStyle Libre

Come tutti i dispositivi tecnologici, anche il sistema di monitoraggio flash del glucosio FreeStyle Libre non è esente da errori o malfunzionamenti. Quali sono le situazioni che si possono presentare e in quali casi è possibile richiedere la sostituzione? Elenchiamo quelli che si riscontrano più spesso.

Allineamento

FreeStyle Libre necessita di 24/48 ore per allinearsi. Se ciò non dovesse avvenire e le differenze tra il valore capillare e quello rilevato dal sensore, con glicemia stabile, restano significative (superiore ai 50-60 punti), è opportuno chiedere la sostituzione. Abbott richiederà la restituzione del sensore e le letture effettuate tramite il glucometro integrato nel lettore. È importante che la misurazione con il glucometro e la scansione siano eseguite al massimo a distanza di due minuti l’una dall’altra. Le strisce reattive adatte al glucometro FreeStyle Libre, che misura anche i chetoni nel sangue, sono le FreeStyle Optium.

libre_nuovoAlcuni utenti dichiarano che applicando – senza attivare – un sensore 12/24 ore prima della scadenza di quello in uso, il nuovo sensore si allinea prima

Distacco precoce

FreeStyle Libre è garantito per 14 giorni d’uso, resistente all’acqua e può restare immerso per massimo 30 minuti in una profondità massima di 1 metro. Se il sensore si stacca prima della scadenza, in mancanza di urti o immersioni superiori ai 30 minuti, è possibile richiedere la sostituzione. Anche in questo caso sarà necessario l’invio del sensore difettoso.

Ago inseritore

Fortunatamente non è un difetto frequente, ma può capitare che durante l’applicazione del sensore, l’ago inseritore non si ritragga. In questo caso, dopo aver rimosso il tutto, è necessario conservare sia il sensore che l’applicatore per la restituzione.

libre_insertore3

Fuoriuscita di sangue

Se durante l’applicazione l’ago inseritore rompe un capillare, dalla fessura centrale del sensore esce del sangue e il coagulo che si forma potrebbe influire sulla precisione delle misurazioni. Dopo aver tamponato il sensore con cotone o garze per togliere più sangue possibile, si consiglia di attivarlo come al solito. Secondo la maggior parte delle esperienze che abbiamo raccolto, in questi casi il sensore funziona comunque perfettamente, anche se può metterci più tempo per allinearsi.  Se non si dovesse allineare o attivarsi è possibile chiederne la sostituzione.

Centro Assistenza Abbot: 800.088.244 dal lunedì al venerdi, dalle 10 alle 19

Codici Errore

Di seguito si riportano tutti i codice errore che possono essere visualizzati da FreeStyle Libre, sia come lettore sia come glucometro.

Errori lettore/sensore FreeStyle Libre

Display

Significato

Cosa fare

Nuovo sensore in fase di avvioIl sensore non è pronto a leggere il glucosioAttendere 60 minuti per il completamento dell'avvio del sensore.
Timeout scansioneIl lettore non è tenuto abbastanza vicino al sensore.Tenere il lettore fino a 4 cm di distanza dal sensore. Portare lo schermo del lettore vicino al sensore.
Sensore terminatoLa vita utile del sensore è terminata.Applicare e avviare un nuovo sensore.
Nuovo sensore trovatoE' stata eseguita la scansione di un nuovo sensore prima che il precedente sensore fosse terminato.Il lettore può essere usato con un sensore alla volta. Se si avvia un nuovo sensore, non sarà più possibile eseguire la scansione del precedente sensore. Se si desidera usare il nuovo sensore, selezionare 'Si'.
Errore di scansioneIl lettore non è in grado di comunicare con il sensore.Provare ad eseguire una nuova scansione.
Errore del sensoreIl sistema non è in grado di fornire un valore di glucosio.Eseguire una nuova scansione entro 10 minuti.
Valore glucosio non disponibileIl sensore è troppo caldo o troppo freddo.Spostarsi in una posizione in cui la temperatura sia appropriata ed eseguire una nuova scansione entro pochi minuti.
Il sensore è già in usoIl sensore è stato avviato da un altro lettore.Un sensore può essere sottoposto a scansione solo dal lettore che lo ha avviato. Eseguire una nuova scansione del sensore con il lettore che lo ha avviato. Oppure, applicare e avviare un nuovo sensore.
Controllare il sensoreLa punta del sensore potrebbe non essere sotto la pelle.Provare di nuovo ad avviare il sensore. Se il lettore visualizza di nuovo "Controllare il sensore", il sensore non è stato applicato correttamente. Applicare e avviare un nuovo sensore.
Sostituire sensoreIl sistema ha rilevato un problema con il sensore.Applicare e avviare un nuovo sensore.

Errori glucometro FreeStyle Libre

Errore

Significato

Cosa fare

Errore E-1La temperatura è troppo alta o troppo bassa perché il lettore funzioni correttamente.1- Spostare il lettore e le strisce in un luogo in cui la temperatura rientri nell'intervallo operativo della striscia. Per verificare l'intervallo appropriato, consultare il foglietto illustrativo delle strisce.
2- Attendere che il lettore e le strisce si adattino alla nuova temperatura.
3-Ripetere il test con una nuova striscia. 4-Se l'errore si verifica nuovamente, contattare l'assistenza clienti.
Errore E-2Errore del lettore.1-Spegnere il lettore.
2-Ripetere il test con una nuova striscia.
3-Se l'errore si verifica nuovamente, contattare l'assistenza clienti.
Errore E-3Goccia di sangue troppo piccola, procedura non corretta oppure potrebbero esserci problemi con la striscia.1-Rivedere le istruzioni per eseguire il test.
2- Ripetere il test con una nuova striscia.
3-Se l'errore si verifica nuovamente, contattare l'assistenza clienti.
Errore E-4Il livello della glicemia potrebbe essere troppo alto per poter essere letto dal sistema oppure potrebbero esserci problemi con la striscia.1-Ripetere il test con una nuova striscia.
2-Se l'errore i verifica nuovamente, rivolgersi immediatamente all'operatore sanitario.
Errore E-5Il sangue è stato applicato sulla striscia troppo presto.1-Rivedere le istruzioni per eseguire il test.
2- Ripetere il test con una nuova striscia.
3-Se l'errore si verifica nuovamente, contattare l'assistenza clienti.
Errore E-6La striscia potrebbe non essere compatibile con il lettore.1-Controllare che la striscia usata sia corretta per il lettore in uso. Consultare le istruzioni per l'uso delle strisce per verificare che la striscia sia compatibile con il lettore in uso.
2-Ripetere il test usando una striscia compatibile con il lettore.
3-Se l'errore si verifica nuovamente, contattare l'assistenza clienti.
Errore E-8La striscia può essere danneggiata, usata oppure il lettore non la riconosce.1-Controllare che la striscia usata sia corretta per il lettore in uso. Consultare le istruzioni per l'uso delle striscia sia compatibile con il lettore in uso.
2-Ripetere il test usando una striscia compatibile con il lettore.
3-Se l'errore si verifica nuovamente, contattare l'assistenza clienti.
Errore E-9Errore del lettore.1-Spegnere il lettore.
2-Ripetere il test con una nuova striscia.
3-Se l'errore si verifica nuovamente, contattare l'assistenza clienti.
Il lettore non avvia un test dopo aver inserito la striscia.La striscia non è stata inserita correttamente oppure non è stata inserita completamente nella porta della striscia.1-Con le 3 barre nere rivolte verso l'alto, inserire la striscia nel lettore fino al suo arresto.
2-Se il lettore non avvia ancora un test, contattare l'assistenza clienti.
Il lettore non avvia un test dopo aver inserito la striscia.La batteria del lettore è troppo bassa.Caricare il lettore.
Il lettore non avvia un test dopo aver inserito la striscia.La striscia è danneggiata, usata o non riconoscibile del lettore.Inserire una nuova striscia FreeStyle Optium.
Il lettore non avvia un test dopo aver inserito la striscia.Il lettore non rientra nell'intervallo di temperatura operativa.Spostare il lettore a una temperatura compresa tra 10°C e 45°C e cercare di accenderlo.
Il lettore non avvia un test dopo aver inserito la striscia.Il lettore è in modalità di risparmio energetico.Premere il pulsante Inizio, quindi inserire una striscia.
Dopo l'applicazione del campione di sangue il test non si avvia.Il campione di sangue non è sufficiente.1-Per le istruzioni sulla nuova applicazione, consultare il foglietto illustrativo delle strisce.
2-Ripetere il test con una nuova striscia.
3-Se il test non si avvia ancora, contattare l'assistenza clienti.
Dopo l'applicazione del campione di sangue il test non si avvia.Il campione è stato applicato dopo lo spegnmento del lettore.1-Rivedere le istruzioni per eseguire il test.
2-Ripetere il test con una nuova striscia.
3-Se il test non si avvia ancora, contattare l'assistenza clienti.
Dopo l'applicazione del campione di sangue il test non si avvia.Problema con il lettore o la striscia.1-Ripetere il test con una nuova striscia.
2-Se il test non si avvia ancora, contattare l'assistenza clienti.

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Sondaggio: diabete e gestione del bambino

Chi gestisce il diabete del bimbo diabetico? Che tipo di gestione segue? E chi lo segue a scuola?
Scopriamolo con questo breve sondaggio.


Chi segue il diabete di tuo figlio?

Vedi i Risultati

Loading ... Loading ...

 

A che età ha esordito tuo figlio?

Vedi i Risultati

Loading ... Loading ...

 

Che terapia segue tuo figlio attualmente?

Vedi i Risultati

Loading ... Loading ...

 

Tuo figlio utilizza un sensore glicemico?

Vedi i Risultati

Loading ... Loading ...

 

A scuola, chi si occupa della gestione del diabete di tuo figlio?

Vedi i Risultati

Loading ... Loading ...

 

Ti è piaciuto questo articolo? Clicca qui per leggerne altri ancor più interessanti sulla tematica "Diabete a scuola"!
Vuoi contribuire con informazioni importanti sul mondo della scuola? Scrivici: info@deebee.it
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

La petizione arriva in Parlamento

Sono sette i senatori che porteranno in Parlamento la questione sollevata da 26 associazioni e community sulla parità di accesso al sensore glicemico per i pazienti affetti da diabete mellito di Tipo 1. E’ in programma un’interrogazione per sapere se “il Ministro in indirizzo non consideri urgente includere il sensore glicemico tra i dispositivi a carico del Servizio sanitario nazionale e, attraverso l’inserimento di questo dispositivo nei livelli essenziali di assistenza, garantire parità di accesso ai sistemi innovativi di autocontrollo della glicemia”. Nel testo del sindacato ispettivo, presentato il 7 aprile, si menziona la petizione indirizzata al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, quella petizione che fino a oggi più di 16 mila persone hanno generosamente firmato nell’apposita pagina del nostro sito.

Il primo firmatario dell’interrogazione è stato il senatore dell’Italia dei Valori Maurizio Romani, vicepresidente della 12ª Commissione permanente (Igiene e sanità) e medico di professione. Gli altri senatori cofirmatari sono: Serenella Fucksia, medico del lavoro; Cristina De Pietro, avvocato; Alessandra Bencini, infermiera; Francesco Molinari, avvocato; Ivana Simeoni, infermiera; Giuseppe Vacciano, impiegato Banca d’Italia (assistente superiore). Cercheremo di avere il video e la trascrizione dell’interrogazione.

Quando il 10 marzo, insieme alle altre associazioni, abbiamo deciso di lanciare la petizione sulla parità di accesso al sensore glicemico, non potevamo prevedere che in brevissimo tempo sarebbe diventata la petizione italiana con il maggior numero di firme nell’ambito dei diritti delle persone affette da diabete. E tanto meno che entro poche settimane avrebbe richiamato l’attenzione della politica e arrivare al Senato. Ora, in attesa della risposta del Ministro, il contatore delle firme continua a macinare numeri. Ogni firma è stata un dono, ogni persona in più, un nuovo alleato. E forse questa è l’occasione migliore per ringraziare tutti, chi ha già firmato e chi firmerà, chi ha lavorato per sensibilizzare e chi ci ha sostenuti anche quando la battaglia sembrava impossibile.

“Segui i tuoi sogni, essi conoscono la via”
(Kobe Yamada)

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

La denuncia: «Dal microinfusore alle penne: non togliete le ali ai nostri bambini mentre stanno volando»

Questa è una storia di ritardi, tenacia e generosità che merita di essere raccontata. Immaginate un gruppo di mamme da molti mesi alle prese con le difficoltà a reperire il materiale di ricambio per i microinfusori dei propri figli. Ecco che arriva il momento tanto temuto: il materiale non c’è più, malgrado lo scambio di lettere e rassicurazioni. In pratica i bambini microinfusi rischiano di ritornare alla terapia con le penne, una situazione che una mamma descrive “come se ti mettono le ali e te le tolgono proprio mentre stai volando”.

E insieme allo stop della fornitura, arriva anche una loro clamorosa mossa: un esposto-denuncia presso la Procura della Repubblica.
Succede in Sicilia, dove al Tribunale di Patti è stato depositato l’esposto redatto da Rosy Caiola, presidente dell’Associazione Giovani Diabetici Nebrodi, in provincia di Messina. Stanche di chiedere, le mamme, rappresentate da questa associazione, hanno deciso di seguire le vie legali per ottenere quello che ai loro bambini spetta di diritto.

13178064_233556830351169_4826056552540771211_n

In effetti, ci informano che per ora hanno ottenuto come risultato immediato una risposta dalla Direzione Generale ASP: arriveranno le forniture per i bimbi, sufficienti però per soli due mesi. Questo, secondo loro, grazie al presidente del Parco di Nebrodi, Giuseppe Antoci che non è un medico e neanche il genitore di un bambino diabetico. E’ solo un uomo coraggioso che vive sotto scorta e che ha preso a cuore questa battaglia. “Sta cercando di mobilitare il più possibile le autorità competenti. E’ una persona davvero unica che pur non essendo addetto ai lavori ha una sensibilità spiccata e già in precedenza ci ha dato una mano a organizzare eventi per i bambini diabetici» raccontano le mamme siciliane.

In loro aiuto è intervenuto anche il deputato Bernardette Grasso dell’Assemblea Regionale Siciliana che ha presentato un’interrogazione per chiarire “a cosa è dovuta tanta superficialità e insensibilità nell’erogazione di questo delicato servizio?”

Parlando con queste mamme ci rendiamo conto che sono molto decise a proseguire a qualsiasi costo la loro battaglia. Per non trovarsi di nuovo con le penne d’insulina in mano e con i bimbi che devono tornare indietro nel tempo, con le ali spezzate.

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Scaricare i dati di micro e sensori: ecco i software più usati

I microinfusori e i sensori glicemici sono un grande aiuto nella gestione quotidiana del diabete. I dati raccolti da questi dispositivi e condivisi con il proprio diabetologo, diventano fondamentali per la valutazione di eventuali ritocchi e cambiamenti di terapia. Questi dati possono essere raccolti e organizzati con l’aiuto di diversi software, alcuni dei quali sono specifici per l’apparecchio usato.

Diasend

Diasend è la piattaforma più conosciuta e utilizzata perché permette di scaricare i dati di svariati dispositivi (glucometri, sensori glicemici e microinfusori di diverse case produttrici). Inoltre offre la possibilità di condividerli con il proprio diabetologo.

Tra i pregi di Diasend figurano l’elaborazione dei dati, la loro successiva integrazione e la creazione di grafici e statistiche in cui vengono incrociati i dati del microinfusore con quelli di sensore e glucometro. Questo permette di avere subito una visuale completa delle eventuali fasce in cui c’è la necessità di modificare la terapia.
diasend_confronto

Con Diasend si possono avere in modo intuitivo e immediato una serie di dati riassuntivi, utili a comprendere se il paziente è ben compensato o meno: glicemia media (anche a fascia oraria), deviazione standard, glicemie minime e massime del periodo selezionato e grafici con le percentuali. Tutto suddiviso per dispositivo.

diasend_dati1

diasend_dati2Per utilizzare Diasend è necessario registrarsi e scaricare l’uploader, disponibile sia per Windows che per Mac. Successivamente si inseriscono i propri dati nell’apposita sezione codificando anche tutti i dispositivi che si intende scaricare. Sarà poi sufficiente collegarli al computer con il relativo cavo e lasciare che Diasend scarichi i dati automaticamente in modo estremamente comodo.  Recentemente Diasend ha rilasciato anche la sua app, per Android e iOS, utile per avere statistiche e medie sempre a portata di mano.

12655967_1288262041200582_1449959026_o

 Dexcom Studio

Questo software, compatibile solo con Windows, è specifico per la gestione dei dati rilevati dal CGM Dexcom. Dopo averlo installato, è possibile selezionare la lingua, i range di riferimento e gli altri personalizzabili dal menù opzioni.

dexcom_studio

Una volta scaricati i dati dal ricevitore Dexcom tramite un cavo USB, verranno generati molteplici grafici e statistiche utili all’utente e al diabetologo per individuare a colpo d’occhio l’andamento glicemico e le fasce che richiedono modifiche della terapia.

dexcom_studio_patternPannello riassuntivo: visualizza grafici, media glicemica, deviazione standard e percentuali nel range del periodo selezionato.

dexcom_studio_distribuzionePannello distribuzione: visualizza le percentuali nel range, in ipoglicemia e in iperglicemia suddivise per fasce orarie.

dexcom_studio_report
Pannello report: confronta i dati estratti relativi a due periodi selezionati (trimestre, mese o settimana) segnalando eventuali miglioramenti o peggioramenti.

FreeStyle Libre

Il software specifico per scaricare i dati del FreeStyle Libre si può reperire gratuitamente nel negozio on-line di Abbott ed è disponibile sia per Windows sia per Mac. Dopo una semplice installazione guidata, sarà sufficiente collegare il lettore al PC mediante il suo cavetto per poter visualizzare diverse pagine di grafici e statistiche.

La prima pagina che si ottiene scaricando i dati è un’istantanea della glicemia del periodo selezionato che riassume i dati più significativi: il valore medio del glucosio, il valore stimato della glicata (riferito al periodo selezionato), la percentuale di valori sopra, sotto e all’interno dell’intervallo glicemico, oltre al numero e alla durata media delle ipoglicemie in quell’intervallo di tempo. Se nel lettore sono stati inseriti manualmente i carboidrati assunti e le relative quantità di insulina somministrata, verranno elaborati i relativi dati mostrando le medie giornaliere.

libre1

Nelle successive pagine viene riportato in maniera ampia e più visibile il grafico visto in precedenza, rendendolo più facilmente analizzabile. Vengono inoltre riportate nel dettaglio le voci relative a carboidrati, insulina e singole misurazioni effettuate.

Carelink

Carelink è la piattaforma specifica per gli utenti Medtronic che permette lo scarico dati attraverso un dispositivo wireless, e ne consente la condivisione a distanza con il proprio medico. E’ utilizzabile sia con Windows (tramite Internet Explorer o Mozilla Firefox) che con Mac (tramite Safari). Oltre a interfacciarsi con i microinfusori e sensori Medtronic, è compatibile con i principali glucometri in commercio.

Dopo la registrazione e l’impostazione dei parametri personali, sarà sufficiente selezionare il dispositivo da cui si intende trasferire i dati e, tramite l’apposito dispositivo wireless (oppure direttamente collegando il glucometro Contour Next Link), avverrà il passaggio nella piattaforma on-line.

Come per gli altri software, Carelink offre grafici e statistiche selezionabili per periodo, in cui vengono riassunti anche schematicamente tutti i dati relativi a glicemie, basali e boli.

carelink1

carelink2

 

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Come si somministra il glucagone (articolo e video)

Uno degli episodi più temuti e pericolosi per le persone affette da diabete mellito tipo 1 è l’ipoglicemia severa che talvolta rende impossibile l’assunzione di zuccheri per bocca. In questo caso è necessario un intervento tempestivo volto alla somministrazione del glucagone, in commercio con il nome di Glucagen Hypokit 1 mg. Per poter agire rapidamente, è fondamentale che le persone vicine al diabetico sappiano dove viene custodito il glucagone e come usarlo.

Il glucagone è un ormone normalmente secreto dal pancreas, più precisamente dalle cellule alfa delle isole di Langerhans, il cui meccanismo di azione è opposto a quello dell’insulina. Il suo compito infatti è quello di favorire la liberazione del glucosio depositato nel fegato sotto forma di glicogeno.

Glucagen Hypokit viene fornito in una scatola arancione, al cui interno troviamo un piccolo kit composto da un flaconcino con polvere di glucagone e una siringa con il solvente per ricostituirlo.

La data di scadenza riportata sulla confezione si riferisce al prodotto conservato nel suo astuccio in frigorifero, tra i 2°C e gli 8°C. Se si vuole conservare a temperatura ambiente, sotto i 25°C, la sua durata sarà limitata a 18 mesi, entro la data di scadenza. Inoltre, una volta che la polvere di glucagone viene sciolta nel solvente, il preparato risulta instabile e va quindi buttato dopo qualche ora.

glucagen

COME SI SOMMINISTRA IL GLUCAGEN

  1. Iniettare il solvente contenuto nella siringa all’interno del flaconcino e, senza togliere l’ago, agitare delicatamente finché il liquido risulti limpido;
  2. Aspirare con la siringa il glucagone ricostituito;
  3. Porre la siringa con l’ago rivolto verso l’alto, picchiettare e far fuoriuscire le bolle;
  4. Per i bambini di peso inferiore ai 25 kg (o con meno di 8 anni, nel caso in cui non si conosca il peso*) somministrare metà flacone; per bambini di peso (o età) superiore e adulti somministrare il flacone intero;
  5. Il glucagone può essere iniettato sia per via sottocutanea che intramuscolare, ma le linee guide indicano come riferimento l’iniezione intramuscolo, preferendo zone ampie come gluteo e coscia.

Di norma l’iniezione di glucagone ristabilisce il livello di coscienza in circa 5-10 minuti. Per completare la ripresa e per evitare la ricomparsa di ipoglicemie, si usa dare uno spuntino ad alto contenuto di zuccheri.

Ipoglicemia severa a scuola

Le procedure consigliano l’intervento di tre persone:
– persona che ricompone ed inietta il glucagone
– persona che telefona al 118 ed avvisa i genitori
– persona che rimane con il resto della classe

Diverse aziende stanno testando nuovi modi per somministrare il glucagone ma, per il momento, l’iniezione del preparato ricostituito resta l’unica forma praticabile.

RINGRAZIAMENTI

Ringraziamo per la supervisione il dott. Alberto Comici, referente per il diabete al reparto di pediatria dell’Ospedale Sant’Antonio (San Daniele del Friuli).

Le informazioni qui contenute non sostituiscono il parere del medico.
*Dosaggio da foglio informativo, chiedere conferma al medico.

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!