INPS: nuove linee guida

Commissione che vai, valutazione che trovi. Fino a poco tempo fa, per alcune Commissioni INPS un bambino affetto da diabete mellito tipo 1 anche a sei o sette anni non aveva bisogno di essere assistito continuamente dai genitori. Per altri bisognava dimostrare, documenti e grafici alla mano, l’esistenza delle ipoglicemie o delle complicanze. Ma c’erano anche Commissioni che hanno riconosciuto, per i ragazzi diabetici, la necessità di assistenza fino al compimento della maggiore età.

Nel tentativo di rendere omogenei i giudizi delle varie Commissioni Mediche Territoriali dell’INPS, il Dott. Massimo Piccioni – Presidente della Commissione Medica Superiore dello stesso istituto e docente di Medicina Legale all’Università Cattolica di Roma – ha richiesto in pratica la sospensione delle visite di revisione, un vero tormento per la famiglie e, non di rado, anche per gli stessi bambini. Con un documento ufficiale dal titolo “La valutazione a fini di invalidità civile e handicap del minore affetto da diabete mellito tipo 1: Linee guida”, si chiede il riconoscimento automatico di tutte le prestazioni previste dalla Legge 104 (la normativa che prevede l’assistenza alle persone in difficoltà ed ai loro parenti).

Il documento, nella sua prima parte, è strettamente di natura clinica con l’esposizione completa della patologia, la descrizione dei sintomi, le complicanze e le terapia. Dopo aver menzionato il forte impatto della malattia sulle famiglie e sulla vita del bambino, si arriva alla conclusione tanto attesa e sperata:

La Commissione Medica Superiore ritiene che per i minori affetti da diabete mellito tipo 1, si debba:
1. riconoscere in ogni caso la sussistenza di difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie dell’età, ai fini dello status di “minore invalido” e del conseguente diritto all’indennità di frequenza;
2. riconoscere in ogni caso la sussistenza della condizione di handicap con connotazione di gravità, con previsione di revisione al raggiungimento dell’età adulta.

Le Commissioni Mediche, quindi, sono ora vivamente consigliate (per non dire obbligate) a seguire le linee innovative di questo documento che non vede il riconoscimento delle prestazioni previste dalla Legge 104 come un favore ma, finalmente, come un diritto delle famiglie con bambini affetti da diabete mellito tipo 1.

Non sappiamo ancora se realmente chi aveva in programma la revisione in questo periodo sia stato esonerato dalla fatidica visita. Fatecelo sapere!

download2  Linee Guida INPS

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

2 pensieri su “INPS: nuove linee guida”

  1. Buongiorno, sono la mamma di un n ragazzo 15 enne ,db1 da 5.A maggio abbiamo l ennesima revisione, potete aiutarmi a capire se da noi in Sicilia ( noi siamo di caltagirone provincia di Catania)esiste una normativa Che esonera i ragazzi minori a tale supplizio.?.Grazie

  2. Mi spiace dirlo ,ma è tutto come prima ,mia figlia ora 15enne ,DB1 ,nel 2015 visita di revisione, passata grazie al documento dello psicoterapista , con successiva visita di revisione adesso nel 2017…forse confondono con la revisione degli automezzi !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:bye: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:rose: 
:-) 
:whistle: 
:yes: 
:cry: 
:mail: 
:-( 
:unsure: 
;-)