Poco carina

Nei primi anni di diabete quando facevo insulina la glicemia scendeva, quando mangiavo saliva in modo prevedibile, quando facevo sport scendeva. Si comportava tanto bene che a volte pensavo che fosse una malattia davvero carina, che quasi quasi anche io l’ avrei potuta chiamare “condizione”.
Successivamente ai primi anni a volte (spesso) la glicemia si inchioda a 300. Perché qualcuno mi ha fatto “Buu!”, perché piove o perché c’ è il sole, perché sono triste o perché sono felice. Poiché sono preparatissssima conosco la mia sensibilità insulinica, ma lo voglio fregare e allora mi faccio un bolo che vale tre volte tanto, perché sono anche furbisssima. Dopo due ore sto a 300 e allora mi faccio un altro bolo maxi. Mi ritrovo ai pasti con la glicemia a 310 e allora, essendo informatisssima, faccio il calcolo dei carboidrati, me ne sbatto e inietto proporzionalmente insulina tre volte tanto. Quando, qualche ora dopo sto congelata ancora a 300 cambio la penna e faccio nuovamente insulina, a profusione.
Dopo 48 ore di tiritera ho le mie soddisfazioni e la glicemia è scesa di quattro: 296.
Allora penso che la mia malattia non è poi così carina e che “condizione” ‘sti cazzi.

lupo

Ti è piaciuto questo scritto di Lu? Clicca qui per leggerne altri ancor più belli!
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Un pensiero su “Poco carina”

  1. Ti capisco….capita anche a me….a volte faccio davvero tantissima insulina ma niente….
    Poi penso:”vabbe’oggi va cosi’…speriamo domani vada meglio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *