Diabeteuno

Eh, ma come te la spiego questa malattia.
Eh, ma come la puoi capire, anche se mi interroghi con sguardo acuto?
Ti spiego che si tratta di eccesso di zuccheri nel sangue, poi mi osservi divorare tutte quelle caramelle, che neanche i bambini degli anni ’70.
Oggi ti dico che sono veramente molto stanca. Nel pomeriggio però mi vedi carica d’energie.
Al rinfresco mi noti un po’ discostata, a sorseggiare solo acqua. Non leggi la densità dolce del mio sangue. Dopo un’ora i mignon mi vedi mangiarli con urgenza solitaria.
Una mattina mi scruti il viso un po’ gonfio. Ti suona strano che la mia malattia possa farmi male di notte. Ti dico che ho cercato per ore di abbattere l’iperglicemia con iniezioni ripetute. Allora ti immagini che sia così anche il giorno dopo, quando io invece sono superstite da una notte di cibo e ipoglicemie. O il giorno dopo ancora, quando ho un’inattesa aria riposata.
Ho il viso carrucciato a volte. Forse pensi che sia arrabbiata. Sto solo calcolando: carboidrati, grassi, unità. Soppeso ciò che non immagini sia soppesabile.
Ti dico che per me lo sport è importante, poi avverti il mio imbarazzo quando non posso muovere un passo.
Allora, se mi vuoi bene, partiamo da qui.
Parti dalle contraddizioni, dalle affermazioni che si ribaltano nel loro contrario. Devi tener conto, se mi vuoi capire, dell’incomprensibile. Parti dal semplice e dimenticalo: intorbidiscilo di complessità. Valuta che si tratta di una matematica a probabilità. E nella probabilità gonfia a dismisura il ruolo del caso.
Considerala un animale multiforme, camaleontico, questa malattia. Immagina una sostanza che sia solida liquida e gassosa, allo stesso tempo. Pensala come un gioco in cui l’ unica regola è quella di sovvertire, ogni giorno, le regole di ieri.
Ecco, ora hai le idee sufficientemente confuse per essere sulla buona strada. Forse qualcosa hai capito.
E ci sentiamo un po’ più vicini.

13059779_10208080168433376_336816096_n

Ti è piaciuto questo scritto di Lu? Clicca qui per leggerne altri ancor più belli!
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Un pensiero su “Diabeteuno”

  1. Ho letto questo tuo scritto con molto interesse….sembrava lo avessi scritto io.
    E’difficile far capire cosa sia il diabete 1,difficile far capire perche’sia cosi’complicato e strano gestirlo persino ai medici talvolta.Ti ringrazio perche’mi hai fatto capire che non sono io “anormale”ma e’il diabete un po’ “pazzerello”.
    Ciao
    Enza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *