Istantanee

Sto immobile sul divano. Non perché abbia voglia di stare immobile sul divano.
Sono scesa nell’ ipoglicemia con una lentezza traditrice.
Prima un nervosismo sottile, poi una appena percettibile mollezza nelle gambe, poi l’ accelerazione del cuore. Nonostante abbia già mangiato zuccheri e zuccheri e zuccheri ora ho un cavallo nel petto. Mi sale dentro una rabbia indistinta e un malessere contro qualcuno, che forse sono io. Guardo l’ orologio, che tra un po’ dovrò tornare al lavoro. Guardo davanti a me, sul tavolo, il latte che non sono stata in grado di riporre. E vedo la mia gamba stesa, ferma come fosse finta.
E desidero che questo finisca con un’ urgenza da bambina. E che questi secondi congelati si sciolgano e che io possa alzarmi e strappare, per la milionesima volta, questa inattesa fotografia di debolezza.

13140875_10208248546922733_1654475392_n

Ti è piaciuto questo scritto di Lu? Clicca qui per leggerne altri ancor più belli!
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *