Glimp 4.0 è l’app più completa per FreeStyle Libre

Arriva Glimp 4.0: lettura del FreeStyle Libre con smartphone e smartwatch, anche a distanza e capace di trasformare il sistema in un vero CGM.

Prima estate per Glimp, l’app che permette di leggere le glicemie rilevate dal sensore FreeStyle Libre. Ma in valigia questa volta si potrà portare una nuova versione, la 4.0. Grazie ai feedback e alle segnalazioni dei nostri lettori e degli utilizzatori, l’app ha subìto alcune correzioni e un incremento delle funzionalità (alcune davvero sorprendenti!). La nuova versione verrà rilasciata ufficialmente nel Play Store di Google il 9 Agosto e se vuoi essere avvisato clicca qui per aggiungere l’evento al tuo Google Calendar.

smartwatch glimp

LE NUOVE FUNZIONALITÀ

Queste sono alcune tra le nuove e più innovative funzionalità:
  • Supporto per smartwatch, per avere la glicemia sempre al polso e per leggere Libre passando l’orologio sopra il sensore;
  • Funzionalità per CGM, per rilevare la glicemia del sensore in continuo e sapere in tempo reale quando si va in ipo o in iperglicemia. Si raccomanda l’utilizzo insieme a GlimBee 2;
  • Calcolo della deviazione standard della glicemia, dato che consente di capire se la gestione della glicemia è virtuosa;
  • Aggiunta delle lingue Francese, Serbo e Croato.

Come in ogni aggiornamento di Glimp, sono stati corretti anche alcuni bug, tra i quali il più importante: la glicemia visualizzata sullo smartwatch sarà ora quella calibrata.

LEGGERE IL LIBRE CON LO SMARTWATCH

Nel caso in cui si voglia utilizzare Glimp 4.0 anche per leggere il Libre con lo smartwatch, la procedura suggerita dalla software house CTapp richiede alcune doti tecniche:

  1. Acquistate uno smartwatch Sony Smartwatch 3 (gli altri modelli per ora non sono supportati),
  2. Apportate le modifiche all’orologio riportate nella guida passo passo in italiano (attenzione, questa procedura invaliderà la garanzia dello smartwatch: DeeBee Italia ne scoraggia l’attuazione),
  3. Installate l’app.

 

Se vuoi confrontarti con gli utenti che già utilizzano lo smartwatch per leggere il FreeStyle Libre, oppure ricevere informazione e assistenza per la configurazione delle letture a distanza, unisciti al gruppo Facebook Nightscout Italia. Troverai tutte le risposte ai tuoi dubbi e domande.

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

5 pensieri su “Glimp 4.0 è l’app più completa per FreeStyle Libre”

    1. L’app non è disponibile per i dispositivi iOS, ma c’è la possibilità di utilizzare l’app sperimentale standalone per Sony Smartwatch 3 (la trova depositata nella sezione file del gruppo Facebook “Nightscout Italia”) che permette di leggere le glicemie del FreeStyle Libre direttamente dall’orologio senza l’ausilio dello smartphone. Le funzionalità sono ridotte.

      1. In Italian (Google translate):

        Hai visto il seguente articolo che descrive alcuni approcci di calibrazione problematici: http://type1tennis.blogspot.de/2016/09/calibration-basics-or-why-i-stopped.html?

        Mi piacerebbe sapere se Glimp soffre dello stesso problema. Tutto quello che so per ora è che Glimp sembra richiedere 3+ valori di misurazioni manuali per regolare la sua curva di calibrazione, ma il processo è ancora piuttosto opaco. Dove si trova questo documentato? Che algoritmo usa? Sembra sapere quando iniziare a utilizzare un nuovo sensore, ma ri-utilizza i valori di calibrazione vecchi (che non sono quasi certamente buono). Lo so perché non ho alcun ingresso valori misurati manualmente _but_ RAW vs curve calibrate sono diverse quando lo controllo in app.

        Potrebbe forse rispondere alla mia precedente commento su questo articolo chiedendo dove / se riuscivo a trovare il codice sorgente delle applicazioni Glimp ‘, in modo da poter vedere di persona se si ha questo problema? (Ho potuto provare a determinare sperimentalmente con il mio possiede sensori + Glimp, ma ancora non sarebbe in grado di risolvere il problema allora).

        Grazie mille in anticipo per eventuali risposte mi si può dare!

        In English (original):

        Have you seen the following article describing some problematic calibration approaches: http://type1tennis.blogspot.de/2016/09/calibration-basics-or-why-i-stopped.html?

        I’d like to know whether Glimp suffers from the same problem. All I know for now is that Glimp seems to require 3+ values of manual measurements to adjust its calibration curve, but the process is still pretty opaque. Where is this documented? What algorithm does it use? It seems to know when I start using a new sensor but re-uses old calibration values (which are almost definitely not good). I know this because I haven’t input any manually measured values _but_ the RAW vs calibrated curves are different when I check it in the app.

        Could you perhaps reply to my earlier comment on this article asking where/if I could find the Glimp apps’ source code, so I can see for myself whether it has this problem? (I could try to determine it experimentally with my owns sensors + Glimp, but I still wouldn’t be able to fix it then).

        Thanks a lot in advance for any answers you can give me!

        1. About Glimp calibration algorithm:
          – Glimp get the raw glucose curve from Libre sensor;
          – In Glimp you can manually insert also glucose values from fingerpick tests;
          – When there are enough manual values (at least 3) Glimp starts his calibration algorithm;
          – The calibration alghoritm is based on OLS: Ordinary Least Squares (in italiano: minimi quadrati) algorithm to estimate the best correctors to adapt the raw curve to manual values;
          – Once obtained the calibration parameters from algorithm, Glimp applies them to the raw curve to obtain the calibrated curve;
          – Glimp applies also a fixed correction of the raw value, calculated on tests on some sensors. This may be the cause of seeing a different curve on a brand new sensor: also if calibration parameters are missing the curve is anyway modified on low and high values.
          – The calibration parameters are saved togheter with the sensor data in the sensors internal table (saved into GlicemiaPatches.csv file, accessible from smartphone memory or via Dropbox, if configured), so if you change sensor the previous calibration parameters are not used;
          – The original Abbott reader uses a completely different way to correct raw glucose values. The exact algorithm is unknown, but it should use a combination of the following: application of calibration parameters calculated in factory and saved in sensor memory, correction depending on the measured temperature (the sensor contains a thermistore), application of a low-pass filter and a linear estimation of current value forwarding 5-10 minutes in future last registered value.
          – It is possible that glimp calculates estimators that can move the curve to negative values: it all depends on the difference between the manual values and raw values. Glimp checks the calcualted estimators to avoid evident errors or intentional insert of uncorrect manual values, but it’s not able to avoid all cases and it may happens to get a wrong or negative value.

  1. (Apologies for the English, Italian isn’t my forte)

    Sounds like some nice features for Glimp 4.0, I’m patiently waiting for new smartwatches with NFC readers.

    That said, the main reasons I’m using Glimp are:

    1. My data is mine. Glimp exports to dropbox, which is great.
    2. I read somewhere that Glimp is open source. Which means I could help improve it and also see what it’s doing (for example to predict values based on manual measurements). There are some errors I’d like to get rid of, like the SQLite primary key being a bit weird. Sometimes I can’t input a data point because it says it found a duplicate, even though I’m sure no duplicate exists.

    Anyway, I can’t do (2) because I can’t find the source code. Is it on github somewhere? It’s not mentioned anywhere.

    Thanks!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *