Amori al plurale

Ero diventata diabetica da pochi mesi e mi trovavo con mia madre a casa di una cara zia. La zia a un certo punto, distogliendo gli occhi imbarazzata, me la buttò lì: “Meglio non dire che hai diabete, che la gente non capisce…” Mia madre drizzò le antenne e intervenne: ” Ma cosa dici! Il diabete non è mica una colpa da nascondere!”. Dovetti comprendere per la prima volta in quel momento che ci dovevano essere diversi modi per vivere la mia malattia. L’amore di mia madre era indiscusso, ma anche la zia provava affetto nei miei confronti. Sapendo che i dolci mi facevano schizzare la glicemia e che mi piaceva la frutta secca ai pasti in famiglia mi seppelliva di noci mandorle arachidi, arrivava con sacchettoni rigonfi, tutti per me e contemporaneamente al posto delle carni lavorate e succulente che cucinava per gli altri mi riempiva il piatto con pezzi di gallina lessa. Preparava montagne di dolci e a me somministrava una coppetta di macedonia di fragole senza zucchero. Mi imbottivo di frutta secca subendo devastanti impennate glicemiche ritardate e contemporaneamente rifiutavo ostile e ferita i piatti sciapiti a me destinati. In quelle occasioni a volte la glicemia saliva talmente tanto da farmi barcollare e a quel punto lei mi trovava la soluzione ad hoc: “Fai due o tre volte le scale di corsa!”. Tentavo di spiegarle che non funzionava esattamente così e a quel punto taceva scorata, cercando con gli occhi qualcosa da fare. Riproponeva le stesse modalità nell’occasione successiva.
La zia mi offriva oltre al suo bellissimo impotente sguardo azzurro una visione stereotipata della malattia, delle pericolose chiavi discriminatorie e un buon pacchetto di soluzioni superficiali e affrettate.
Me lo sono chiesta qualche volta, come sarebbe stato il mio percorso di vita se fossi stata figlia sua.
E ho ragionato 1000 volte di come questa nostra pretenziosa patologia ci obblighi a non accontentarci del farci “voler bene”, ma ci richieda, per salvarci corpo e mente, di farci amare nel modo giusto.

luisa_cuore

Ti è piaciuto questo scritto di Lu? Clicca qui per leggerne altri ancor più belli!
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *