Un papà nuovo

Ed è arrivato anche per noi il giorno fatidico, quello che ti fa guardare indietro e pensare: “è già passato un anno”.
E si proprio così, esattamente un anno fa il diabete entrava, proprio in queste ore, nella nostra vita, nella vita di tutta la mia famiglia; una voragine si spalancava sotto i nostri piedi…
Per noi genitori che nulla sapevamo di questa patologia, è stato come un peso enorme, un pugno nello stomaco, dubbi, domande, perplessità, sfiducia, sconforto.
E intanto Giordano, 3 anni appena compiuti, era lì steso nel lettino dell’infermeria del reparto diabetologico, tranquillo, che ci guardava con occhi rassicuranti a volerci dire “tranquilli mamma e papà, tutto andrà bene!”.
Le infermiere avevano già attaccato le flebo e io pensavo “come si farà? Quanto dovrà stare così?”.
Il tutore sotto la mano per non far piegare le dita, il nastro per fissare il tutto. Ecco, hanno finito! “Lo può prendere in braccio” mi disse una di loro, “ora lo portate in stanza”.
E poi il bip della macchina che regolava la quantità di soluzione fisiologica e insulina che goccia dopo goccia, lo dissetava, lo appagava di quell’acqua che a casa non gli bastava mai e che noi interpretavamo come un capriccio (questo non me lo perdonerò mai).
Inconsapevolmente, più lo guardavo più mi trasmetteva la forza necessaria a reagire.
Ed ora capisco le parole che ci rivolse una delle infermiere: “suo figlio è come se nascesse oggi”, perchè così è stato!
Ora dopo ora, lui riprendeva consistenza, forza e diventava un “nuovo” bambino, il Giordano che oggi stringo e abbraccio!
Quella forza l’ha trasmessa a me che in quelle ore, in quei giorni successivi, diventavo nuovamente padre (come se non mi fossero bastate le tre volti precedenti!); un papà nuovo, quello pronto ad affrontare qualunque scalata si porrà dinanzi al cammino della mia famiglia.
Buon anniversario allora, di “rinascita” perché alla fine, la vita è una ed è giusto vivere al meglio questo meraviglioso dono!

Marco Cefalù

Ti è piaciuto questo articolo?
Clicca qui
per leggere altri bellissimi articoli della rubrica "Vivere il diabete"!

Vuoi raccontarci tu una storia? Spediscicela qui: info@deebee.it
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *