Particolari

C’è chi in questa vita si può permettere di essere superficiale. Di galleggiare, di non mettere la testa sotto. Non è un merito né un demerito, si tratta di una condizione data.
Un diabetico di tipo 1, a mio parere, non ha questa possibilità. Il suo sguardo deve perforare le cose e deve contemporaneamente essere sempre rivolto all’interno, perché i particolari sono l’essenziale.
Ieri sera il mio maestro di spinning era assente, dunque un altro l’ha sostituito. Un altro modo di lavorare, più intenso. Un altro modo di far muovere i muscoli. Forse qualcuno si è accorto della differenza perché questo sorrideva meno, qualcun altro perché si è ritrovato più sudato.
Dentro di me se ne sono accorte tutte le cellule di tutti gli organi di tutto il corpo e tutti i neuroni di tutti i grovigli di tutto il cervello. Questo particolare si è tradotto in ore notturne di ipo infinita. Una catena temporale di istanti affamati e urgenti che stamattina mi ha fatto aprire gli occhi sul giorno con un mal di testa pungente.
È stato solo un particolare, e sono i particolari che ci fregano. Stamattina il lavoro consisterà nel cogliere le sfumature di un corpo carente di sonno, nell’avvertire le impercettibili reazioni del mio sangue alla stanchezza del giorno. Per adeguare eventualmente unità sforzi e zuccheri.
Un lavoro di cesello.
E allora, prontaa, partenzaa- sguardo dentro testa sotto – viaa!!

particolari_lu

Ti è piaciuto questo scritto di Lu? Clicca qui per leggerne altri ancor più belli!
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *