Archivi tag: FreeStyle Libre

Glimp – User Manual

Glimp, the first app in the world to share remotely blood sugar levels of FreeStyle Libre.

Put the smartphone close to the sensor,
it will do the rest.glimp_logo

By CTAPP Software
  1. Let’s start
  2. Reading Abbott Freestyle Libre sensor
  3. Libre sensor calibration
  4. Remote glucose monitoring
  5. Access glucose values by remote using Dropbox
  6. Connect Glimp to Nightscout
  7. Connect Glimp to Diabetes:M
  8. Creating a new measuring
  9. Main data
  10. Calories
  11. Spare
  12. App for smartphone
  13. Search
  14. Travels
  15. CGM (Continue glucose monitoring)
  16. Statistics
  17. Reminders
  18. Accessories
  19. Insulins
  20. Calories
  21. Nutrients
  22. Punctures/injections
  23. Options
  24. Glucose
  25. Devices
  26. Abbott Freestyle Libre
  27. Appearance
  28. CGM
  29. Reminders
  30. Chart
  31. Remote glucose monitoring
  32. CGM on wearable
  33. Developer options
  34. Info
  35. App for smartwatch
  36. Sony Smartwatch 3
  37. Glucose reading
  38. Data syncing
  39. CGM function
  40. Clock skin
  41. Frequently asked questions

Let’s start

Welcome and thank you for using Glimp!

This document is a short guide for learning how to use all functions of Glimp, so let’s start!

The main form of Glimp for smartphone shows a recap of all basic data registered into the app:

0102

In the top part you have the action bar where you can create a new record (plus button) and access the main menu

Below you have a table showing the averages values of registered data:

  • Glucose values (values and number of manual measuring per day);
  • Insulin units (values and number of injections per day)
  • Calories,
  • Carbohydrates,
  • Fats;
  • Proteins.

The values in the first column are the sum of the values for the current selected day in graph.

The values in the second column are the daily average values calculated on all registered data.

In the lowest part you have the Glimp graph, where you can see the following data

  • Red line: Glucose values;
  • Pink lines: minimum, average and maximum glucose values;
  • Yellow line: Insulin units;
  • Blue line: calories;
  • Orange line: carbohydrates.

You can touch the graph to select an instant in time and see the actual values on that time. You can also swipe the graph to fast move in past or future times.

The bottom buttons can help you to navigate in the graph. From left to right, the buttons:

  • Move in the past of one day (24 hours);
  • Move to the previous manual measuring;
  • Move to current date time;
  • Move to the next manual measuring;
  • Move in the future of one day (24 hours).

Reading Abbott Freestyle Libre sensor

Glimp read Libre sensor data using NFC. So you have to be sure that NFC is enabled on your device:

1

To check and NFC you can also use Glimp, opening “Reminders” menu:

0104

To read Libre sensor data, you have to move the back of your device very near the sensor. If you move the front of device it will not works, because the NFC sensor is positioned on the back of the device, near the mobile back camera.

To read sensor data you must move the NFC antenna of the smartphone very near the sensor. The NFC antenna position vary from device to device, by example on Smasung smartphones it is positioned very near the camera on the back of the smartphone.

Also remember that Glimp is able to read an already started sensor, but it’s not able to initialize a brand new sensor. If you’re using a new sensor, you have first to initialize it with Abbott Freestyle Libre original reader.

When you move your device near the sensor, you can have one of the following:

  • The device makes two short vibrations: the sensor data has been read;
  • The device makes one long vibration: the mobile has detected the sensor but had some problems reading the data;
  • The device doesn’t make any vibration: the mobile has not detected the sensor, either because NFC is not enabled or the sensor is too far away from device NFC sensor.

Libre sensor calibration

Abbott reader applies correction algorithms to glucose values read from Libre sensor. These algorithms are property of Abbott and are not accessible.

To compensate errors of raw glucose values saved in the sensor, Glimp makes a manual calibration of values. To activate calibration you just have to insert some manual glucose measurements in the app. Glimp checks automatically inserted values and when the number is big enough it corrects the glucose values read from Libre sensor. In most cases it’s enough to load 3 or 4 manual measurements to trigger the calibration.

Screenshot_2016-04-21-17-55-53

Remote glucose monitoring

Access glucose values by remote using Dropbox

Glimp is connected with Dropbox. Connecting Glimp to your Dropbox account you will be able to save your Glimp data files in your Dropbox folder and connect all Glimps installed to your devices and share your data on them.

Connect your favourite devices, like smartphones and PC, to Dropbox using always the same account.

With this configuration, every time Glimp will save a new measurement on Dropbox, the information will be synchronized automatically on all connected devices, and they’ll show the same data refreshing at every new scan with a maximum delay of 2 minutes.

Connect Glimp to Nightscout

Glimp can now be connected to Nightscout. Glimp uploads all data to Nightscout and downloads the glucose values from Nightscout:

  • Glimp uploads all glucose values read from Libre sensor into Nightscout “entries” collection;
  • Glimp downloas from Nightscout “entries” collection all glucose values;
  • Glimp uploads all manual measurements (finger tests, insulins, chos) into Nightscout “treatments” collection;
  • Download from Nightscout “treatments” collection isn’t available.

To connect Glimp to Nightscout you must go to options menu and specify your Nigthscout website address and api-secret password.

Note: to be able to upload into “treatments” collection it is necessary to enable Nightscout “careportal” option. If this option is disabled, Glimp will upload only data read automatically from Libre sensor and will ignore manual records.

For more info about Nightscout please take a look at the following links:

Connect Glimp to Diabetes:M

If on the smartphone it’s installed the app Diabetes:M you can configure Glimp to transmit to Diabetes:M all values read from Libre sensor.

Creating a new measuring

This form is used to insert manual measuring, including:

  • Glucose measuring with strips;
  • Insulin injections;
  • Weight;
  • Calories;
  • Accessories spares;

0103

If you just want to use Glimp with Abbott Freestyle Libre this form is useless. Instead, if you want to record also insulin, calories, manual measuring, this is the form to use!

In order, from top to bottom, you can insert following data:

Main data

This area contains the main information you may want to record.

Date Date and time of the recording
Location Here you was at that time
Glucose Glucose value measured with strips. This value is used by Glimp for calibrating glucose values read by Libre sensor.
Measuring zone On which finger you got the blood for manual measure. Glimp checks all fingers used in old records, and propose the oldest finger used. Between parenthesis you can find the number of days from last use of that finger.
Units Units of insulin injected, and of which insulin type
Injection zone On wich part of your body you made the injection. Glimp checks all areas used in old records, and propose the oldest finger used. Between parenthesis you can find the number of days from last use of that area.
Bled Did the injection made you loose blood? Glimp uses this information to avoid to propose the same injection zone before a certain number of days, in this way the wound can heal.
Waiting Minutes between the injection and start of lunch. You don’t have to manually calculate this number, just press the button nearby to let Glimp make the calculus for you.
Weight Your current weight
Notes Any note you want to write

Calories

This area contains all data related to calories and sport. You can insert how many rows you want, and declare the food you eat or the sport you do.

You can declare any food or activity inserted in the calories master data.

Food/activity What you eat or what you do
Quantity Quantity of food/activity
Unit of measure You can press this button to open the calories master data

Spare

This area can be used to track how many accessories you buy and consume for diabetes. For every row you can declare a positive or negative number:

  • Positive: you bought new packages of the accessory;
  • Negative: you opened packages of the accessory.

Glimp uses these information to calculate how many days of autonomy you have, and to warn you when it’s time to go for a refill.

Accessory/insulin Accessory or insulin
Quantity Number of bought packages (positive number) or opened packages (negative number).

App for smartphone

The app for smartphone includes a menu with many functionalities. The functionalities are described in following paragraphs.

Search

The search form is for searching an inserted measuring. You can insert a string and this string will be searched in all fields of saved measuring.

You can also order records pressing the ordering button in the action bar

0201

Travels

This form is useful for planning travels. You can specify on the top the planned return date, and Glimp will calculate the estimated number of accessories and insulins required for your travel.

0301

In case you don’t have enough accessories or insulins for the full travel, the related row will be coloured in orange, indicating that you need to bring with you new packages or viels.

Requested Available
Units Estimated total number of units or pieces required for your travel Total number of units in your current insulin vial, or total number of open pieces you have
Packages Estimated total number of extra viels or packages required for your travel. Total number of spare vials or package you have.
Days of autonomy Number of travel days. The estimated number of autonomy days you will have adding the proposed number of vials or packages.

NOTE: the quantities calculated by Glimp are estimations based on the inserted data, but during a travel the quantities of insulin and number of measurements may vary, so check and plan carefully the quantities to bring with you!

CGM (Continue glucose monitoring)

Opening this form and keeping the smarthone on the sensor, Glimp starts a continous sensor reading and saves in real time the glucose values detected by the sensor. This can be used, by example, to continuously monitoring the glucose values during a jogging session keeping the smartphone on an armband over the sensor

If the form detect glucose values over limits the smartphone vibrates.

Screenshot_2016-08-03-13-38-22

This fnunctionality has some limitations:

  • To be able to do an NFC scan, because of Android limitations, the smartphone screen must be always on. Consequently the device’s battery will consume faster;
  • The proximity of the smartphone may heat the sensor. If the sensor become too hot it may stop registering glucose values.

Statistics

This form shows various statistics calculated on all saved records in Glimp.

0401

Measurements over the upper limit Number of glucose values over the limit saved in Options (Glucose min), expressed in percentage.
Measurements in target Number of glucose values in the limit saved in Options (Glucose min), expressed in percentage.
Measurements under the lower limit Number of glucose values under the limit saved in Options (Glucose min), expressed in percentage.
Average glucose Average value of glucose calculated on all inserted records
Glucose standard deviation Standard deviation value of glucose calculated on all inserted records
Stima HbA1c Estimation of glycated hemoglobin, calculated on the average of the registered glucose values.. The value is shown in both % and mmol/mol.
Medie giornaliere Daily values of glucose, insulin and calories.

The structure is hierarchical: on the top, in green color, you have the daily average values of the full day. Expanding it, you can see the average values for part of the day (orange color), Expanding further, you fill find the average values of a specific hour of the day.

The shown statistics include

  • Glucose values;
  • Units of insulin injected;
  • Calories.

Reminders

This form contains many reminders and warnings helpful to manage diabetes and Glimp.

0104

The shown reminders include:

  • NFS status for Abbott Freestyle Libre sensor connection;
  • Abbott Freestyle Libre sensor expiration date;
  • Notification about deleting records older than latency time;
  • Accessories almost finished;
  • Insulins almost finished;
  • Feeding issues.

If there’s one or more important warnings (with orange or red color) the reminders form automatically opens when you start Glimp.

It is possible to disable reminders by group (accessories, insulins calories) in the options menu.

Accessories

This form contains the master data of all accessories you need to have for managing diabetes: strips for glucose testing, insulin pen needles, etc.

0501 0502

You can define following attributes:

Name Name of the accessory
Consumption This accessory is used for:

  • Manual glucose check
  • Insulin injection
Units per package How many units you have in one single package of the accessory.
Remaining units How many unit you have in your bag (this value is automatically calculated by Glimp, but the very first time you may have to manually declare it).
Remaining packages How many package you have in your spare.
Packages supply from hospital How many packages you get from hospital
Months supply from hospital How many months hospital gives you the packages

The form shows you the following statistics:

Date of last change Last time you opened a package of the accessory
Date of next change Estimated next date when you’ll have to open a new package of the accessory.
Autonomous up to Long term date when you’ll finish your spare, calculated including hospital supply. If blank, it means that you use less pieces than you receive from hospital

Insulins

This form contains the master data of all insulin you need to have for managing diabetes.

0601 0602

You can define following attributes:

Name Name of the insulin
Accessory Name of the pen needle accessory used with this insulin.
Units per vial How many units you have in one single vial of the insulin.
Units used to remove air How many units you waste at every injecton to remove the air from the vial.
Delay How many hours takes the insulin to make effect after the injection? You can specify fraction of hours, by example you can write 0,5 for half an hour.
Effect How long the insulin make effect? You can specify fraction of hours, by example you can write 5,5 for five hours and a half.

The form shows you the following statistics:

Daily units Average number of units injected every day
Date of last change Last time you started a new vial of the insulin.
Date of next change Estimated next date when you’ll have to start a new vial of the insulin.
Autonomous up to Long term date when you’ll finish your spare.

Calories

This form contains the master data of all calories of both foods and sport.

0701 0702

You can define following attributes:

Name Name of the food/activity
Group To which group belongs the food? There’s a fixed list of values.
Units of measure Unit of measure used when you eat.
Ratio Ratio between unit of measure and base unit of measure.
Calories, carbohydrates, fat, protein, … Here you can specify really all values of the food you’re defining. They’re a lot but you don’t have to specify all of them. Just insert the values you know and let all other ones blank. If you specify a value, Glimp will use it in his statistics to check how good or bad is your lunch.

Nutrients

This is a read only form, connected with calories form.

0703

In this form you can see the list of nutrients defined in Glimp, each one with a minimum and maximum daily value. On the right side of the form you can see the average daily value calculated on Glimp recorded data.

Glimp compares this table with the average daily values of the calories you eat, and shows you one or more warning if you eat more or less than the limit value of the nutrient.

Punctures/injections

For measuring glucose with strips you need to make a puncture, and for assuming insulin you have to make an injection. Every puncture should be made on a different finger, and every injection should be made in a different area of your body.

Whit this master data Glimp helps you choosing every time a new area where to measure blood and to make the injection.

0801 0802

You can define following attributes:

Zone Name of the finger or body area
Type Type: measuring (puncture) or insulin (injection)
In loop Check it if you want Glimp to automatically evaluate and propose this zone to you when you make a new puncture or injection.
X, Y Imaging your body as a map, these are the X and Y coordinates of the body area zone you choose.

Glimp uses these values to check if two or more areas are near, and handles them as one.

In case of finger, or if you’re not interested in this, just insert big different numbers, as 10, 20, 30 cm and so on.

Options

This form let you configure Glimp.

Screenshot_20170619-155027

Becaus of high number of configurable parameters the form is divided into many sections. Following is the description of options present in all sections.

Glucose

Screenshot_20170619-155038

Glucose
Glucose unit of measure Unit of measure for glucose. Admitted values are mg/dL and mmol/L.
Glucose min Minimum glucose value. Values under this value are considered out of target.
Glucose max Maximum glucose value. Values over this value are considered out of target.
Beep Do a beep when a glucose value out of range is measured.

Note: the beep is done also when device volume is set to zero.

Measuring latency days Latency time for measuring. All records older than this time will be requested for deletion in the Reminders form.
Notification
Notification Selecting this option Glimp will generate a standard Android notification every time the glucose goes out of set limits.
Notification sound Set the must to run with notification
Repeat If selected the notification sound will repeat until it is explicitly deactivated
Beep If selected the smartphone will do a beet when glucose goes out of set limits (the beep will be executed also if volume is set to 0)
Text to speech Enabling this option Glimp will pronunciate the read glucose values

Devices

Screenshot_2016-01-08-11-54-29

Abbott Freestyle Libre

Abbott Freestyle Libre
I use Freestyle Libre Check this box if you use Glimp with Libre. If unchecked, all Libre related reminders will not appear in Reminders form.
Save all measured BGs Abbott Freestyle Libre saves last 8 hours of BGs registering one measuring every 15 minutes, and last 16 minutes registering one measuring every minute,

Usually Glimp saves all 8 hours measuring and most recent 16 minutes measuring.

Setting this options instead Glimp will save also all 16 minutes measurings.

High data rate On some devices the reading of sensor via NFC is difficult.

If you often receive “Tag was lost” or “Transceive error” errors, try to disable this option to slow down communication speed with sensor, this should make transmission more stable.

Autostart Selecting this option Glimp will automatically start when you move the smartphone near the Libre sensor.

WARNING: if you have on the smartphone other apps for reading Libre sensor or generic NFC tags it is possible that Android will open a screen requesting to select the app to run for reading the NFC tag. In this case unfortunately there’s no way to avoid this screen to pop up. Only options are to disable this option in Glimp or to uninstall the other apps.

Appearance

Screenshot_2016-01-08-11-54-35

CGM

Options in this section are related to configuration of screen of CGM function of Glimp on smartphone.

Reminders

Options in this section allow to remove reminders from reminders form that opens when Glimp starts up. Deselecting an option the corresponding reminders will not be shown.

Chart

Options in this section allow to show and hide lines in Glimp chart. Deselecting an option will hide the corresponding line in the chart.

Remote glucose monitoring

Screenshot_2016-01-08-11-55-19

Dropbox
DropBox You can link Glimp to Dropbox. When connected to Dropbox, Glimp will read and write his data file in your Dropbox folder.

This way it’s possible to have a backup of your data in your Dropbox folder, and to share them on more devices, simply connect installed Glimps to the same Dropbox account!

Nightscout
Website Web address of your Nightscout webpage
API-Secret Password for writing data on Nightscout database
Test connection Pressing this button Glimp tests correctness of previous Nightscout parameters. The test requires some seconds for executions and then shows on video the result.
Diabetes:M
Connection You can link Glimp to Diabetes:M app. After connection Glimp will transmit all data read from Libre sensor to Diabetes:M app.

Note: the manual values inserted in Glimp are not transferred to Diabetes:M due to limitations in current Diabetes:M interface library.

Note: This feature is not visible if Diabetes:M app is not installed on smartphone.

CGM on wearable

Screenshot_20170619-160143

In case the smartphone is connected to a compatible wearable device it’s possible to use CGM function on the wearale of Glimp app. This function allow you to read continuosly Libre sensor keeping the device on the sensor.

In this section is possible to configure and activate the CGM functionality on the smartwatch.

WARNING: you must configure Glimp as clock skin on the wearable to let the CGM function work correctly.

Smartwatch Allow to select the wearable (smartwatch) device to use for CGM functionality.
Sleep time between glucose checks Set how many minutes Glimp will read the sensor.
Enable vibrations In case read glucose is out of set limits the smartwatch will vibrate:

  • 2 short vibrations in case of high glucose;
  • 3 short vibrations in case of low glucose.
Start CGM Start CGM function on smartwatch, After pressing this button on the smartwatch Glimp clock screen you should see appearing “CGM” label.
Stop CGM Stop CGM function on smartwatch
Read sensor now Ask smartwatch to read sensor.

NOTE: you may notice communication problems between wearable and smartphone. If this is the case it may be caused by version of Google Play Services installed on wearable devices. In case you can verify in “Frequently asked questions” chapter how to solve this issue.

Developer options

Screenshot_2016-01-08-11-56-17

Log level Only for developers: log level for log file: error, log, debug.
Assertions enabled Only for developers: enable assertions in source code.

Info

Screenshot_2016-01-08-11-56-23

Version Public version of Glimp
Model Smartphone model
Records saved Actual number of measuring saved in Glimp
Listo f smartphones List of smartphone compatibles and not compatible with the app.
Help Link to the online manual
Contact us Open mail app to write us
DeeBee.it Link to DeeBee.it website
Send anonymous info Enable sending to Goole Analytics of anonymous info. The sent info includes only following data:

NFC parameters for reading sensor, grouped by smartphone model;

Broken sensor reads, grouped by smartphone model.

These info are collected to allow support of users asking help about sensor reading and infos about which smartphone may break Libre sensors.

Vote us on Google Play Link to Glimp on Google Play

App for smartwatch

Glimp for smartwatch app let you read Libre sensor using NFC chip mounted in the smartwatch.

Sony Smartwatch 3

Minimum requirements of Glimp for smartwatch app are:

  • Android Wear operating system;
  • NFC chip present in the smartwatch;
  • NFC chip accessibile to third party apps.

At present day unfortunately only smartwatch compatible with previous requirements is Sony Smartwatch 3, modified as descrive at following link:

https://github.com/pimpimmi/LibreAlarm/wiki/How-to-install-NFC-on-Sony-Smartwatch-3

Glucose reading

To read Libre sensor move the smartwatch near the sensor. It’s not necessary to start up Glimp, when sensor is detected the app automatically starts. It is instead mandatory to have the screen on, otherwise Android Wear automatically disables NFC as in the smartphone.

Data syncing

Glimp for smartwatch sync read data with Glimp for smartphone. At every reading the glucose values are automatically transferred to the smartphone, and eventually uploaded to DropBox and Nightscout, if configured.

The app shows last read glucose value and the glucose trend arrow.

The shown glucose value is the calibrated one, a sit is shown in Glimp for smartphone.

In case the current glucose value is over the limits configured on smartphone, the app shows an exclamation point near the glucose value:

In case the smartwacht misses NFC chip, or Android Wear doesn’t allow access to the chip, the app will show an error message:

CGM function

Glimp for wearable can be configured via smartphone to read continuosly glucose values from Libre sensor at fixed time intervals. This way putting the wearable over the sensor you can realize a CGM (continue glucose monitoring) system. See paragraph “CGM on wearable” for more info.

Clock skin

01 Wear

Glimp for wearable includes a clock skin. The Glimp clock skin shows:

  • Current time;
  • Current date;
  • Most recent read glucose value;
  • Glucose trend arrow;
  • An exclamation point in case glucose value is out of range;
  • Glucose unit of measure;
  • Minutes elapsed from most recent glucose read, if greater than 15;
  • Days remaining to sensor expiration, if less than 3.

Frequently asked questions

This paragraph contains a list of frequent questions about Glimp, and the relative answers:

Glimp for smartphone doesn’t read Libre sensor Verify that NFC is turned on.

Check NFC antenna position on the smartphone, and move the smartphone to have the NFC antenna very near the sensor

Check that Glimp is active and on his main form.

If the smartphone vibrates check the error message shown on screen.

For Samsung mobiles: check that the battery has 4 contacts (fourth contact is the NFC antenna contact). If the battery has only three contacts it means that NFC antenna is missing and it is necessary to substitute the battery with an original one.

Is it possible to read same sensor with both Glimp and Libre reader? Differently from Abbott devices, Glimp lets you use as many devices as you want. It’s possible to use Glimp for reading a sensor initialized by Libre reader. It’s also possible to use many Glimps, installed on different smartphones and smartwatches, to read same sensor without limitations.
Why glucose values shown by Glimp are different from values of Libre reader? Libre sensor internally register only raw values of glucose.

Libre reader applyes to these values proprietary algorithms to estimate more correct values.

Instead Glimp uses a calibration procedure that uses manual glucose values inserted in the app to correct raw values.

Calibration seems to give wrong values If there are few manual measurements it’s possible that calculated calibration parameters are just approximations.

Try to insert more manual measurements in the app.

Is Glimp available for iPhone? iPhone includes NFC only from version 6.

Apple gave access to NFC chip starting tom iOs 11 on iPhone 7. The Apple library allows only elaboration of NDEF tags but Libre sensor communicate only in binary mode, so unfortunately it is not compatible with iOs.

So it’s not possible, at present day, to develop a Glimp app for iPhone.

Does Glimp break Libre sensors? Glimp sends to Libre sensor same commands sent by Libre reader.

However Glimp uses NFC chips mounted on the Android smartphones where it is installed, and some of these chips seems to create problems to Libre sensors.

These problems are not caused by Glimp but by the NFC chip mounted in the smartphone, so the risk is still present also if you use different apps.

After many test we found that following smartphones may break Libre sensors, so we suggest not to use Glimp with them.

List of smartphones is visible inside the app going to Options / Info / List of compatible smartphones.

Glimp doesn’t upload glucose values on Nightscout

In the Glicemia.log file there’s the error “500 Internal server error”

Error 500 is generated inside Nightscout server and usually indicates a not correct configuration of the Nightscout Azure parameters.

If you get this error check that parameters “enabled” is set to: “careportal rawbg iob maker cob bwp cage basal sage boluscalc”.

Glimp for wearable does not comunicate with Glimp form smartphone When you root Sony Smartwatch 3 the Google Play Services library is rolled back to version 7 (not compatible with Glimp). Usually the library automatically updates back to version 8 (that is compatible) but sometimes this doesn’t happens.

You can check version installed on smartwatch going to setup / information / versions.

To update Google Play Services on smartwatch (assuming that you have the “C:\adb” folder with files used to root the smartwatch):

  • Download updated Google Play Services APK from: https://apkdot.com/apk/google-inc/google-play-services/google-play-services-10-0-84-530-137749526/
  • Copy downloaded file into “C:\adb” folder
  • Execute command [adb install -r “file.apk”], where “file.apk” is the name of the downloaded file.
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Glimp è sempre più interconnesso: oggi è il turno di Diabetes:M (scarica la versione beta)

Glimp caricherà automaticamente tutte le glicemie lette dal sensore Libre sull'app Diabetes:M.

Lettura del Libre con lo smartphone, condivisione nativa in remoto, condivisione con Nightscoutcalibrazione del sensore, lettura mediante smartwatch, lettura in CGM e con gli allarmi di ipo e iper, integrazione con GlimBee, integrazione con NSClient, con openAPS, e ora con la famosa app Diabetes:M.

Conoscete Diabetes:M e ne siete felici utilizzatori? Allora questa nuova funzione di Glimp fa proprio al caso vostro: da oggi, non dovrete più inserire le glicemie manualmente su Diabetes:M, perché ci penserà Glimp, ogni volta che passerete lo smartphone sul sensore.

Se invece non conoscete Diabetes:M, ve la presentiamo.

Questa app è stata creata con lo scopo principale di raggiungere una miglior gestione del diabete, mediante report, grafici e statistiche dettagliate. Inoltre, Diabetes:M offre vari strumenti, che permettono, tra le molte possibilità, quella di calcolare la tendenza del livello di glucosio nel sangue e di calcolare i boli, sia normali che a onda doppia (chiamati anche multiwave o combo bolo) mediante un algoritmo evoluto. Il tutto coadiuvato da un vasto database nutrizionale e da un diario giornaliero.

IL RUOLO DI GLIMP
In questa nuova release di Glimp, che DeeBee.it vi presenta in esclusiva da scaricare gratuitamente e usare in anteprima in versione beta, è presente una nuova voce di menù nelle opzioni, grazie alla quale è possibile collegare l’app a Diabetes:M. L’unico requisito è che, chiaramente, entrambe le app siano installate sullo smartphone. Da quel momento, Glimp caricherà automaticamente tutte le glicemie lette dal sensore Libre su Diabetes:M, sia mediante smartphone, sia in CGM con GlimBee.
Per il momento, la comunicazione non sarà tuttavia bidirezionale: gli eventuali dati manuali inseriti in Glimp per ora non verranno caricati su Diabetes:M a causa dei limiti dell’attuale versione della libreria di di quest’ultima app per la trasmissione dei dati. Questo ulteriore passo verso la condivisione totale dei dati, sarà probabilmente mosso in una release successiva di Diabetes:M.
Ecco la versione beta, disponibile gratuitamente per tutti i nostri lettori.
Vi invitiamo a segnalarci eventuali malfunzionamenti al nostro indirizzo email: info@deebee.it.
Inoltre, vi ricordiamo che per essere costantemente aggiornati su tutti i nuovi progetti di DeeBee.it, è disponibile il nostro gruppo Facebook, nel quale troverete migliaia di persone con le quali confrontarvi su tutte le tematiche inerenti il diabete (nutrizione, sport, tecnologia, leggi, gestione della glicemia e tanto altro ancora! Vi aspettiamo!
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Attivare il Libre con l’orologio? Da oggi si può (scarica qui l’app “Glimp S” in versione beta)

In anteprima assoluta DeeBee.it presenta il primo sistema al mondo in grado di attivare FreeStyle Libre avvicinando lo smartwatch.

Molti nostri lettori, felici utilizzatori di FreeStyle Libre, usano esclusivamente lo smartwatch per la lettura delle glicemie. Sì, avete capito bene: né il lettore ufficiale Abbott, né uno smartphone.

Fino ad oggi, però, per attivare un nuovo sensore era comunque indispensabile fare ricorso ad uno dei necessari dispositivi succitati, rendendo di fatto impossibile svincolarsi del tutto da essi. Da oggi, invece, proprio a seguito delle numerose richieste giunte, la software house CTapp ha realizzato Glimp S per smartwatch, applicazione studiata appositamente per gli orologi Android Wear 2.0, così da poter inizializzare i nuovi sensori in libertà, senza fare forzatamente ricorso al lettore Abbott o ad uno smartphone Android.

Attenzione! Ricordate che, come già avviene con l’app per smartphone Glimp S, i sensori inizializzati con lo smartwatch saranno leggibili solo ed esclusivamente da Glimp, l’app più amata da tutti i FreeStyler!

Scaricate la prima versione ufficiale, da installare direttamente sul vostro smartwatch. Ricordate tuttavia che, essendo una versione beta, quindi testata dagli esperti ma non ancora definitiva, è possibile che l’app abbia qualche malfunzionamento.

Vi invitiamo a segnalarci gli eventuali problemi scrivendo al nostro indirizzo email: info@deebee.it

 

Download “Glimp S per Smartwatch - beta release” GlimpSW-2400501-wear2-release-by_DeeBee.it.apk – Scaricato 77 volte – 3 MB

Aggiornamento. Ci arrivano in redazione due domande ricorrenti:

Con cosa posso leggere il Libre, se lo inizializzo con Glimp S per smartwatch?
È possibile leggere i sensori inizializzati da Glimp S con qualsiasi dispositivo e app, esclusi solo quelli ufficiali Abbott.

Quale smartwatch mi conviene comprare?
Come orologi compatibili, in attesa che Android Wear 2.0 prenda piede, c’è per ora il Sony Smartwatch 3 (lo stesso usato per Glimp), a cui dovrete sbloccare il comparto NFC.

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Apple strizza l’occhio al Dexcom G5 (e si dimentica di FreeStyle Libre)

Sarà il nome FreeStyle, che sa di free, libero, o sarà forse perché Dexcom, a differenza del bottone smart di casa Abbott è molto utilizzato negli Stati Uniti, sta di fatto che le ultime notizie giunte da Cupertino riguardanti ciò che sta a cuore a tutti noi (vale a dire il mondo dell’hi-tech dedicato al diabete) fanno intendere proprio una precisa preferenza.

Facciamo un piccolo passo indietro per spiegare brevemente in cosa differiscono Dexcom G5 e FreeStyle Libre.

Dexcom G5 è un sensore che, applicato in specifiche zone del corpo, legge in continuo la glicemia (ogni 5 minuti, allertando anche il paziente in caso di ipo e iperglicemia). La glicemia rilevata viene trasferita via Bluetooth all’iPhone, che la mostra sul display del telefono. La sua estrema precisione rende Dexcom G5 l’unico sul mercato approvato dal FDA come strumento idoneo a prendere decisioni terapeutiche, in alternativa al glucometro.

FreeStyle Libre, invece, pur essendo applicato sul corpo come il Dexcom, fornisce la glicemia soltanto nel momento in cui vicino ad esso vengono passati il lettore ufficiale Abbott oppure uno smartphone Android, che “leggono” il valore per mezzo della tecnologia NFC (Near Field Communication, che in italiano sarebbe appunto “Comunicazione in prossimità“).

Un device ideale sarebbe quindi quello universale e “multisensore”, capace cioè di interrogare e mostrare sul display sia le glicemie del Dexcom G5 mediante Bluetooth e sia quelle del FreeStyle Libre via NFC.

Apple e FreeStyle Libre

È di questi giorni la notizia che Apple ha in previsione il rilascio della nuova versione del sistema operativo, la iOS 11. Tra le sue funzioni primitive esposte ai programmatori (le cosiddette API) ve ne sono alcune nuove, interessanti e che permettono ad applicazioni terze l’utilizzo del lettore NFC del telefono. Questa apertura, quindi, sembrerebbe portare nella giusta direzione: la possibile creazione di un’app per la lettura del Libre basata proprio su queste nuove funzioni.
Leggendo però più attentamente la notizia, secondo quanto dice l’articolo, iOS 11 permetterà la lettura di un formato di dati standardizzato, chiamato NDEF, che non è quello utilizzato da Libre. Il prodotto di punta della Abbott utilizza invece lo standard binario. A chi non è del settore il concetto potrebbe risultare un po’ ostico. Facendo un parallelo linguistico, è come se iPhone fosse in grado di leggere ed interpretare soltanto le parole contenute in un classico vocabolario della lingua italiana e, quando da Libre arriva la frase “la glicemia è centocinquantasette”, il melafonino non riesce a capirla perché, a pensarci bene, la parola “centocinquantasette” sul vocabolario non la troverete.

Apple e Dexcom G5

Sempre di questi giorni è anche un’altra notizia:  con l’avvento a breve del nuovo aggiornamento watchOS 4 per Apple Watch, sarà possibile vedere la glicemia al polso senza la necessità di avere con sé anche l’iPhone.
Anche in DeeBee ci stiamo muovendo in una direzione simile, ma sul versante Android: siamo in fase di test, che speriamo conducano ad un risultato positivo tale da permetterci di leggere la glicemia direttamente sullo smartwatch, spedendola anche in remoto.

Conclusioni

Sicuramente la lettura del Dexcom G5 direttamente sull’orologio dona un piccolo grado di libertà in più anche se, a onor del vero, quasi ogni persona ha ormai lo smartphone sempre con sè e quindi questa funzione non è così indispensabile…
Sul versante Abbott, invece, Apple ha deciso di rendere finalmente utilizzabile il comparto NFC del telefono. Visto il cambio di direzione intrapreso, la speranza è che in un futuro prossimo questo venga aperto del tutto, permettendo agli sviluppatori di creare un’app per la lettura del Libre con iPhone, ad oggi impossibile. Come già avviene ormai da tempo con Android, donando al Libre nuove funzioni e potenzialità.

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Glimp & GlimBee: arriva la community ufficiale

A partire da oggi, Glimp e GlimBee hanno il loro gruppo ufficiale Facebook. Sia Glimp, l’app esclusiva per gli smartphone del famoso robottino verde, e sia GlimBee, il progetto open source dedicato alla fruizione delle funzioni CGM, sono due prodotti gratuiti Made in Italy. Il loro connubio ha portato a uno straordinario ampliamento delle capacità del sistema di monitoraggio flash FreeStyle Libre con nuove, esaltanti funzioni.

Il nuovo gruppo internazionale nasce come contenitore unico dove i membri possono fare domande, dare risposte, segnalare eventuali bug e proporre successivi sviluppi.

COSA OFFRONO GLIMP E GLIMBEE

Delle molte funzioni, quelle più apprezzate tra gli utilizzatori di Glimp e GlimBee sono:

  • Gli allarmi. In caso di valori glicemici fuori dal range prefissato, il sistema avverte con un segnale acustico.
  • La calibrazione. Le glicemie rilevate dal sensore possono essere ritarate e calibrate mediante misurazioni capillari. Glimp consente l’inserimento nel suo database delle glicemie rilevate con il glucometro. Proprio queste glicemie, reiterate nel tempo, andranno a correggere i valori rilevati dal sensore.
  • La visione remota. I valori glicemici possono essere trasmessi in remoto e quindi essere visti da lontano.
  • Nightscout. Oltre alle visione remota, il sistema è integrabile in Nightscout, donando al FreeStyle Libre un ventaglio di nuove funzioni pressoché illimitato (visione della glicemia sullo smartwatch al polso, protocollo IFTTT per l’interazione con sistemi compatibili – ad esempio: “Mandami un messaggio se la glicemia scende sotto un certo valore” -, sezione statistiche ricca di report dettagliati e così via).
  • La lettura del Libre. Oltre al lettore ufficiale Abbott, con Glimp il sensore può essere letto in qualsiasi momento usando lo smartphone o, in alternativa, anche semplicemente avvicinando lo smartwatch.

Il nuovo gruppo Facebook internazionale, Glimp CTapp & GlimBee – Official Group by DeeBee.it, si aggiunge a quello ufficiale Nightscout Italia by DeeBee.it in cui si parla principalmente di tecnologia al servizio del diabete, senza tralasciare però tanti altri aspetti della patologia.

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Nightscout non solo per bambini

Quasi tutti quelli che conoscono Nightscout lo collegano all’idea di un bambino piccolo che ha bisogno di essere monitorato e seguito dai genitori. Un po’ come i bambini nello spot di DeeBee Italia. Ma non è proprio così.

Con il passare degli anni, da quell’inizio 2014 quando cominciò a fiorire, il sistema Nightscout si è evoluto e raffinato e ad oggi si può attivare per tutti i sensori presenti in Italia. Anche se in origine è stato concepito per vedere da remoto le glicemie dei bambini, ormai sono molti gli adulti che dopo averne scoperto i benefici e le potenzialità, usano regolarmente Nightscout. Ma come mai, dirà qualcuno. Abbiamo interpellato alcune persone affette da diabete mellito 1 e riportiamo qui la loro esperienza diretta.


Testimonianze

Biagio Barletta

Ho conosciuto Nightscout tramite social,  e quel motto “In alto I nostri smartwatch” ha subito catturato la mia attenzione ed ho cominciato ad interessarmi sulle possibilità offerte dalla soluzione.
Indiscutibilmente mi risultavano chiari i notevoli i benefici che essa può apportare nella terapia dei minori e nel miglioramento della qualità di vita loro e di chi li ha in cura.
Poi ho cercato di immaginare quali potessero essere gli eventuali benefici tali da poterla considerare una tecnologica innovativa anche  per un adulto.
Ho pensato ad esempio che connettività remota e condivisione dei dati tramite dispositivi smart sono oramai una tecnologia affermata e di grande utilizzo. Da questo punto di vista gli smartwatch rappresentano una delle recenti innovazioni.

Ma allora se un adulto può utilizzare smartwatch, smartphone, tablet per lavoro, hobby, in famiglia, nel mio caso perché non utilizzarlo a favore della mia terapia del diabete?
Si ma quanto costa?  È facile da predisporre ed utilizzare? Avrò dei benefici reali che giustifichino l’investimento di tempo e denaro?
Mi sono alfine convinto che la cosa migliore fosse provarlo.

Io utilizzo un sistema integrato Medtronic 640G con sensore Enlite.

Ho preso informazioni e materiale sul gruppo Nightscout Italia by Deebee.it e ho dapprima configurato a costo zero il sistema in modo che il grafico delle mie glicemie potesse essere visualizzato da un cellulare, tablet, PC.

Una volta verificato che la tecnologia funziona, e anche bene, ho cominciato a valutare il passo successivo ovvero l’impiego di un orologio smart (smartwatch).

Ed eccomi dunque con la mia glicemia e trend visualizzate su un orologio al mio polso, collegato in bluetooth con il glucometro connesso in wireless al mio sistema micro + sensore e con un cavetto ad un cellulare.

biagio_ns1

biagio_ns2

Avere la possibilità di consultare la glicemia e ricevere gli allarmi su un orologio anziché essere costretti ad accedere al microinfusore attaccato alla cintola è davvero di notevole  praticità e utilità mentre dormo, guido, lavoro,  gioco coi miei ragazzi, allenamenti e gare.

Il dover portarmi dietro cellulare con cavetto e glucometro non rappresenta un limite in quanto lo farei comunque.

Quindi posso affermare che nel mio caso questa soluzione rappresenta un notevole miglioramento della qualità della mia vita e quindi ora posso anche io con entusiasmo unirmi al coro “IN ALTO I NOSTRI SMARTWATCH !!!

E aggiungo: “COSA ASPETTI A PROVARLO ?”


Cinzia Falconeri

Il 16 maggio 2016  segnava per me l’inizio di  una nuova avventura.

Proprio così. Avevo finalmente applicato quel dispositivo, su cui per lungo tempo avevo fantasticato, che mi avrebbe permesso di evitare i fastidiosi controlli che da quindici anni  scandivano le mie giornate: precolazione e postcolazione,  prepranzo e postpranzo, precena e postcena, notte, alba… e così via per mesi, per anni.

Un sogno diventato realtà: per controllare la glicemia bastava un attimo, bastava sfiorare con l’apposito  lettore il  nuovo dispositivo, il FreeStyle Libre, ovunque fossi: con gli amici, al lavoro, in palestra,  lontano da sguardi indiscreti e in tutta tranquillità.

Ma non era che l’inizio; me ne resi conto entrando a far parte del gruppo Facebook Nightscout Italia; non proprio un gruppo, direi quasi una grande famiglia.

Qui sentii parlare per la prima volta di Nightscout, di Glimp, di Smartwatch trasformati in  glucometri.

Trascorsi intere serate a leggere, ad informarmi. Con le mie limitate conoscenze informatiche mai avrei pensato di riuscire a destreggiarmi tra account “azure”, “apisecret” e “mongodb”,  ad effettuare il downgrade di uno smartwatch, o di “cacciare il naso” nelle “opzioni sviluppatore”, ma grazie alle preziosissime guide pubblicate nel gruppo,   l’impensabile diveniva  possibile.

Sono trascorsi pochi mesi da allora, ma la mia vita quotidiana è completamente cambiata.

Oggi ho messo da parte il “vecchio” lettore; il mio Sony 3, opportunamente modificato e appoggiato al sensore glicemico, legge le glicemie inviando senza sosta i dati al cellulare. In qualsiasi momento quindi, tra un WhatsApp e una telefonata, una rapida occhiata al telefono mi consente di tenere d’occhio in tempo reale i valori glicemici.  E la notte? Per non abbassare la guardia , la notte mi affido a Nightscout: il mio Libre, instancabilmente, registra i valori glicemici e ogni cinque minuti li invia, tramite Glimp,  alla piattaforma Nightscout. I dati qui trasferiti vengono visualizzati  su tablet.  Nightscout illustra chiaramente il grafico con l’andamento glicemico delle ultime ore  e soprattutto indica il valore glicemico in tempo reale,  attivando un allarme sonoro non solo se la glicemia esce dal range  preimpostato,  ma anche se la trasmissione dei dati per qualsiasi motivo  dovesse  interrompersi. Il suono dell’allarme è gradevole, non disturba il sonno, può essere impostato su diversi livelli di volume  e  può  essere sospeso, con la funzione snooze,  per 30/60/90 minuti per dare il tempo ai valori glicemici di rientrare nel range. Grazie a Nightscout ho detto addio a quegli odiosi, inspiegabili risvegli “ad alta quota” che segnavano negativamente il resto della giornata. E se, come si dice, “il buongiorno si vede dal mattino”, c’è davvero da ben sperare!

cinzia_ns


Bruno Angeli

Sono un diabetico insulinodipendente da parecchio tempo, ben 51 anni.
Ho sempre cercato di essere aggiornato sui nuovi metodi e i relativi approcci anche con l’uso della tecnologia per rendere più facile e allo stesso tempo migliore la terapia del diabete.
Lo scorso anno in un corso per diabetici c’era un collega che usava il sensore FreeStyle Libre, confesso che fino a quel momento sapevo che stavano studiando i sensori, ma non ero aggiornato sulla loro esistenza e disponibilità.
Immediatamente si è sviluppato il mio interesse, “voglio usarlo anche io!!!”
Appena disponibile ho acquistato il sensore.
Subito dopo, cercando in internet ho scoperto su Facebook il gruppo di Nightscout e il relativo sito internet www.deebee.it.
E’ un gruppo impegnato esattamente agli scopi da me prefissati.
In poco tempo ho scoperto un “mondo nuovo” ed ho messo in pratica i loro consigli ed esperienze.
Purtroppo la mia azienda sanitaria non “passa” i sensori e ho difficoltà a farmi prescrivere anche il microinfusore. Siccome il mio controllo della malattia è già abbastanza buono e visto l’età, non conviene spendere di più.
Ho realizzato tutti gli accessori indicati sul sito Deebee.it per “leggere” il Libre.
Ho costruito il Limitter, apparecchietto da sistemare sopra il Libre che legge il sensore ogni 5 minuti e tramite il cellulare invia i dati a Nightscout. Tramite la guida riportata sul sito ho eseguito tutte le operazione per attivarlo.
Attualmente non uso il Limitter perché anche se in un secondo tempo ne ho realizzato uno più piccolo è un pochino ingombrante e scomodo.
Sempre sul sito di DeeBee e su segnalazioni sul gruppo Facebook è stata inserita una guida per attivare il sensore NFC sull’orologio “smartwatch” della ditta Sony, che tramite l’applicazione Glimp da installare sul cellulare legge il Libre e spedisce i dati sempre a Nightscout.
Ebbene attualmente è questa configurazione che uso regolarmente essendo, a mio giudizio, la più comoda.
Saltuariamente passo l’orologio sul sensore, ho posizionato il sensore sull’interno del braccio, in modo che sia facilmente raggiungibile dall’orologio indossato sul polso del braccio opposto.
I dati rilevati sono trasmessi al cloud di Nightscout.
In occasione della visita diabetologica, quando ha visto tutto questo, il mio diabetologo è rimasto a bocca aperta; abbiamo visualizzato l’andamento delle mie glicemie sul portale di Nightscout dove è più facile leggerle che su un cellulare ed eventualmente migliorare la terapia.
Come sempre voglio ringraziare infinitamente il meraviglioso gruppo Facebook di Nightscout e tutte le persone che lavorano anche per il sito di DeeBee, che attualmente è sicuramente il più completo di informazioni e relativi manuali.

ale

Se anche tu sei adulto e usi Nightscout, puoi scrivere la tua testimonianza tra i commenti o via email a info@deebee.it. 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Dalla penna al microinfusore, dal glucometro al sensore: il diabete negli occhi

Cosa cambia con l'avvento e l'utilizzo di microinfusori e sensori? Ne vale davvero la pena? Ecco le esperienze dei nostri lettori.

Il diabete di tipo 1 viene notoriamente considerato la malattia invisibile per eccellenza. O meglio, veniva considerata tale fino a quando gli unici strumenti per gestirla erano le penne e le misurazioni capillari. L’uso sempre più massiccio di microinfusori e sensori glicemici hanno reso però il diabete più visibile, una presenza fisica, talvolta ingombrante.

Prendendo spunto dal dubbio di una mamma, alle prese con il passaggio dalla terapia multiiniettiva a quella con il microinfusore, nel gruppo Facebook di DeeBee Italia è nato un dibattito ricco e vivace. Cosa pensa e sente un genitore nel vedere in modo tangibile la malattia del proprio figlio, senza poterla dimenticare neanche per un solo attimo? Quanto questo sentimento può condizionare il proprio figlio? 

Pubblichiamo qui parte della bella e fruttuosa discussione che ha portato molti genitori a intervenire con tanti utili spunti e riflessioni sulle varie sfaccettature dell’argomento. A loro un particolare ringraziamento per aver deciso di condividere anche su DeeBee.it i loro pensieri!

M.L.: Ho un parere da chiedervi. Mia figlia dovrebbe mettere sensore e micro a settembre, e ne siamo felici, lo aspettiamo da tanto. Ma c’è un aspetto che mi mette un po’ di ansia psicologicamente: il vedere su di lei sempre dei “marchingegni”. Ora la guardo e a volte mi sembra quasi “come gli altri”, invece poi mi sembrerà di avere sempre sbattuta in faccia la malattia. A voi è mai successo di avere questi pensieri? Come avete vissuto da genitori questo cambiamento?

I GENITORI RISPONDONO
Serenità

V.L.: Non vedevo l’ora di avere il sensore per la mia bambina, ma quando finalmente è arrivato ho avuto proprio la sensazione che dici tu: la malattia sbattuta in faccia. Ma è durato poco, vedere lei molto più serena ha consentito anche a me di rasserenarmi e ora sono proprio contenta, non saprei farne a meno.

Gli occhiali

S.R.: All’inizio lo nascondi un po’, sotto gli slip o sotto la maglietta. Ora non ci facciamo più caso. Dico sempre a mia figlia: “c’è chi porta gli occhiali e chi con il micro. Ognuno il suo”.

Libertà

E.S.: Penso che ci siamo fatti tutti la stessa domanda. Per me è stato difficile durante le prime settimane, anche perché il micro è stato messo immediatamente alla scoperta della malattia, quindi dovevo metabolizzare tutto in una volta. Poi mi sono resa conto di quanto sia tutto più semplice con micro e sensore, e che ti dà una gran libertà. Forza e coraggio, andrà tutto bene.

Un amico che ti aiuta

T.L.: Il nostro bimbo porta il micro quasi da 2 anni su 5 di diabete. Abbiamo atteso tanto prima di proporglielo proprio perché non eravamo pronti a vederlo con qualcosa addosso che ci ricordasse la malattia sempre, di continuo. Il nostro bimbo l’ha indossato e da subito non si è lamentato di questo compagno di vita. Forse è così che dobbiamo pensarlo: un amico che ci aiuta. Il tempo sicuramente aiuterà anche voi a non pensarlo solo come un segno del diabete.

Fierezza

E.S.: Al mare per puro caso avevano una vicina di ombrellone microinfusa e sensorizzata. Mio figlio si sentiva fiero di non essere solo.

Sicurezza

I.P.: Mia figlia vive il micro come “libertà conquistata” ed pure io la vedo così. Libera dalla penna, libera di mangiare quando vuole e soprattutto con uno strumento che le consente di avere una buona glicemia. Vedo la gioia nei suoi occhi per qualcosa che la rende anche più forte e più sicura di se!

Tranquillità

D.C.: Non so quanti anni abbia tua figlia, ma capisco perfettamente. Per 17 anni mi sono rifiutata di mettere il micro e mi sono decisa solo quest’anno. Porto OmniPod e devo dire che non mi pesa più di tanto. Sono al mare in questo momento con il Pod in bella vista e mi sento molto più tranquilla di quando ero in multiiniettiva. Capirai che è proprio un altro mondo!

Prevenzione

C.P.: All’inizio ti fa un po’ impressione soprattutto se sono piccoli ma vedere la linea dritta della glicemia o poter intervenire in tempo reale prevenendo iper/ipo ti toglie ogni dubbio. I bambini si adattano se i genitori sono convinti. L. ha 4 anni, da 2 con micro e sensore e la nostra vita è cambiata.

Praticità

A.F.:  A. ha il micro da 7 anni. Aveva 10 anni, i primi 3 tutto bene, la terza estate c’è stato un rifiuto, senza dramma siamo passati alle penne sospendendo il micro. Durato poco, la praticità del micro è stata più forte della sua visibilità. Adesso ha anche il sensore, le ho fatto dei manicotti per coprirlo, magari quando va a ballare e lei: si mette il cerottone giallo quasi ad evidenziarlo. Non ha problemi a rispondere a domande imbarazzanti. Secondo me noi genitori ci facciamo problemi, per loro è vita. Ogni tanto per sdrammatizzare la chiamo Robocop, lei ride, io sono serena.

Gestione

F.E.: Sono la mamma di un bambino di 9 anni, diabetico da 1. Mio figlio ha voluto il micro perché eravamo sempre con penne e disinfettante in mano, poi bozzi dolorosi sulle cosce e negli ultimi tempi problemi a farsi le iniezioni davanti ad altri, magari al ristorante o a un compleanno. Abbiamo OmniPod ed è davvero un grosso miglioramento per la gestione della vita quotidiana. Mio figlio gira senza maglietta e sembra che non si ricordi neanche di averlo. Io ci ho fatto l’occhio e non lo vedo neache più. Abbiamo messo anche FreeStyle Libre  e si va avanti, tra iper e ipo.

Il meglio

S.C.: Stessi pensieri. Stesse emozioni. Il micro rappresentava addosso al mio cucciolo di 15 mesi la materializzazione fisica della sua malattia. Nonostante questo non ho esitato un attimo a metterlo subito a due mesi dall’esordio perché al di là dell’impatto emotivo era semplicemente il meglio che potessi fare per lui. Sono passati quasi 3 anni. Micro e sensore rendono esplicita una malattia altrimenti invisibile ma rendono anche mio figlio più  libero sereno e in ottimo compenso. Ben vengano quindi ancorché in qualche modo “discriminanti” come lo sono gli occhiali, apparecchi per i denti, protesi acustiche, ecc. Adulti e soprattutto bambini gli chiedono cosa porti nel marsupietto e lui tranquillo risponde e spiega meglio di quanto farei io!

Le feste

B.B.:  Ciao M., il mio piccolo ha 5 anni e mezzo e da quasi 4 con “la sua macchinetta” come compagna di viaggio e da circa 3 mesi abbiamo anche il Libre. Il micro è davvero una meraviglia proprio per quelle piccole abitudini dei bimbi, le feste di compleanno dove per ore e ore trovano il qualsiasi cibo da poter addentare, le vacanze che magari variano un po’ i tempi, si fanno mangiate con i parenti che non finiscono mai e lui non deve rinunciare a nulla anzi il micro più sensore gli danno un’autonomia fantastica. Arrivano sicuramente molte domande: “ma si è fatto male al braccio?”, “Che bella fascia da capitano?” oppure per il micro ti dicono “che bel marsupio!! Già con il cellulare da piccolo!!” La verità è che affrontando tutto con serenità ci accorgiamo che per loro non è un disturbo.

Salvezza

V.L.: All’esordio D. era piccolissimo (13 mesi) e non si riusciva a gestire. A 17 mesi mi feci un mese e mezzo di ospedale per capire. Conclusione ogni mattina rischiava il coma perché non sopportava la Lantus provata ad ogni ora. Unica soluzione il micro perché dalle 6 all’una era senza basale. Mi dissero uno dei primi in Italia quasi 5 anni fa. Ho detto tutto questo per spiegare come vedo il micro, per me è la salvezza di mio figlio, senza quel meccanismo rischiava la vita tutti i giorni e io ho acquistato un po’ di serenità.

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Tutti i numeri di telefono utili

Dal comune glucometro al più sofisticato sensore glicemico, dalla semplice penna per l’insulina al microinfusore di ultima generazione, ogni persona affetta da diabete mellito di tipo 1 usa dispositivi essenziali per la gestione della propria malattia.

Mi manca la penna di insulina con la mezza unità e non so a chi richiederla. Chi possiamo contattare se nel display del glucometro appare un errore insolito? E se il sensore si stacca prima del dovuto? 

Per dare una risposta veloce a queste domande, grazie al prezioso contributo di Lara Crepaldi, membro della community on-line di DeeBee.it, abbiamo raccolto i contatti utili per richiedere assistenza e informazioni.

Se ne hai altri da segnalare, scrivili nei commenti o inviaci una e-mail a info@deebee.it. Sarà nostra premura inserirli quanto prima.

ATTENZIONE! Per una migliore visualizzazione ti consigliamo di ruotare il telefono in orizzontale.

Casa Farmaceutica

Contatti assistenza

AbbottAssistenza per FreeStyle Libre 800088244 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00

Assistenza altri prodotti 800334216 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle ore 17.30
E-mail:abbottdiabetescareitaly@abbott.com
Accu-CheckAssistenza per i sistemi dell’autocontrollo della glicemia 800822189
Assistenza per i microinfusori di insulina 800089300
E-mail: info@accu-chek.it
Animas VibeAssistenza microinfusore 24/24 800272777
Materiali di consumo 0250905325
BayerServizio clienti 800824055 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 16.30
Beurer Medical ItaliaServizio clienti 800 700 806
LifescanAssistenza tecnica e servizio clienti 800822000 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.00
E-mail: servizioclienti@lifescan.it
LillyPer richiedere la penna da mezza unità per Humalog 800117678 dalle 8.30 alle 21.30
MedtronicAssistenza tecnica 24/24 800209020
Materiali di consumo 0224137261
Pinze e ganci microinfusori 800601122
MenariniAssistenza tecnica e servizio clienti 800869110 dal lunedì al giovedì dalle 9:00 alle 17:00 e il venerdì dalle 9:00 alle 16:00
Movi SpaAssistenza 24/24 800272777
Novo Nordisk SpaPer richiedere la penna da mezza unità per Novorapid, Novomix o Levemir contatti@novonordisk.com
Penna da mezza unità per HumalogLilly 800117678 dalle 8.30 alle 21.30
Penna da mezza unità per Lantus e Insuman RapidAccedere all'area contatti su www.sanofi.it
OmniPod Servizio clienti 0332/1890607 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18
Assistenza tecnica 24/24 800975875
Roche Diabetes CareAssistenza per i microinfusori di insulina 24/24 800089300
SanofiPer richiedere la penna da mezza unità per Lantus e Insuman Rapid accedere all'area contatti su www.sanofi.it.
Per informazioni tecniche relative ai dispositivi per il diabete 800131212
Theras LifetechAssistenza tecnica 800587270
TerumoServizio clienti 800661103

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Glimp e Libre: non c’è due senza tre!

Dal 28 novembre gli utenti di Glimp hanno trovato una grande novità nel Google Play Store. L’ultimo aggiornamento dell’app, ormai conosciuta da molte persone che usano uno smartphone abbinato al sistema di monitoraggio flash FreeStyle Libre, permette in alcuni casi la lettura del sensore fino a tre settimane, invece delle classiche due. Non è necessaria alcuna impostazione, semplicemente lo smartphone supportato continua a rilevare i valori glicemici anche dopo i canonici 14 giorni. Bisogna però ricordare che il risparmio non è tutto. Con il passare dei giorni il filamento del sensore tende a deteriorarsi e la pelle, principalmente quella più delicata dei bambini, ha bisogno di respirare e “riposare”.

Pochi giorni prima, la software house CTapp, partner di DeeBee Italia, aveva già rilasciato un ulteriore aggiornamento. Oltre alla correzione di alcuni errori minori, i cosiddetti bug, sono stati inseriti piccoli perfezionamenti. Il valore del sensore rilevato attraverso lo smartphone, viene trasmesso automaticamente anche all’orologio collegato. E’ stata aggiunta inoltre la possibilità di inserire una notifica, da associare eventualmente a un segnale acustico, quando si rileva un valore glicemico fuori dal range impostato.

glimp_notifiche

Vuoi usare FreeStyle Libre come un CGM con gli allarmi? Scopri GlimBee!

DISCLAIMER
Glimp non è un’app ufficiale creata dalla Abbott, la casa produttrice sistema di monitoraggio flash FreeStyle Libre. DeeBee Italia e CTapp non si assumono nessuna responsabilità per eventuali danni provocati dalla succitata app.
La lettura dei valori glicemici con app non ufficiali e/o oltre la durata di due settimane non è una procedura ufficialmente avallata e riconosciuta e, se attuata, lo è a rischio e pericolo dell’utilizzatore. DeeBee Italia non si assume nessuna responsabilità e scoraggia questa pratica.

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Applicazione del cerotto: tecniche di fissaggio

Uno dei maggiori problemi che si riscontrano con i sensori e i microinfusori è il distacco prematuro del cerotto.

Per venire incontro alle varie esigenze, abbiamo raccolto le tecniche “fai da te” più usate per l’applicazione e il fissaggio, con una sezione speciale per chi soffre di allergia.

Inoltre, in fondo alla pagina, abbiamo inserito un sondaggio con l’elenco dei prodotti impiegati dai nostri lettori: se utilizzi un prodotto non in elenco, indicalo nei commenti, e lo inseriremo nel sondaggio.

Se sei alla ricerca di soluzioni già pronte, fai un salto su Beezar, il bazar di DeeBee, in cui troverai tanti prodotti che fanno per te.

PRIMA DELL’APPLICAZIONE

La detersione della pelle è un passaggio fondamentale per la presa ottimale del cerotto.emla (2) Alcune persone stendono uno strato di crema anestetizzante che lasciano in posa per almeno 20 minuti coperto da un cerotto o da una pellicola trasparente. Successivamente si procede con la detersione. Questo passo è consigliato per evitare il dolore nei bambini o nelle persone con una bassa soglia di sopportazione.

alcool

La maggior parte delle persone interpellate usa come sgrassante l’alcool rosa e, una volta asciugato il sito, procede con l’applicazione. Altri prodotti utilizzati sono: amuchina, disinfettanti generici, bialcol, sapone neutro e salviettine monouso.

Dopo la detersione qualcuno usa un cerotto spray che dovrebbe favorire l’adesione e minimizzare le allergie, ma questa pratica si è rivelata controversa. Più di una persona, oltre a non avere il beneficio atteso, ha riscontrato un distacco precoce del cerotto.

Un’alternativa efficace è l’accoppiata formata dall’adesivo liquido Mastisol e il relativo prodotto per la sua rimozione, il Detachol, come ci spiega una nostra lettrice, Maria Grazia Ciaramitaro, in questo video.

MODALITÀ DI RINFORZO

Se i prodotti per rinforzare la tenuta dei cerotti di microinfusori e sensori sono i più disparati, le tecniche di rinforzo più usate ed efficaci sembrano essere tre.

Tecnica n.1 – Rinforzo con cerotto sagomato

Sagomare un cerotto con le forbici seguendo queste indicazioni:

  • Creare al centro un foro della dimensione il più possible simile a quella dell’elemento ospitato: con un’apertura larga, la tenuta sarà meno efficace;
  • I bordi esterni non devono essere visibilmente spigolosi per evitare “lembi deboli” che facilitino la scollatura: meglio ancora  stondarli;
  • Lo spessore esterno che eccede la larghezza del cerotto originale deve essere abbastanza esteso da permettere una perfetta tenuta.

cerotto rinforzo

Possono rivelarsi utili alcuni tipi di perforatori con il foro simile alla sagoma del sensore stesso. In commercio ne esistono con forme diverse, basta trovare quello giusto. Assicuratevi che la qualità della lama non sia scadente, poiché alcuni lettori ci segnalano che dopo l’utilizzo di alcuni di essi, il perforatore è diventato inutilizzabile.

Ecco alcune foto gentilmente mandate da chi già adotta questa soluzione.

dexcom_kinesio fixomull_tagliatoSenza titolo-2

ANCORAGGI_FIXOMULL

Tecnica n.2 – Rinforzo con cerotto intero

La seconda tecnica consiste nel coprire completamente  sensore o microinfusore OmniPod con un pezzo di cerotto intero.

Biagio Lamberti, un nostro lettore residente negli Stati Uniti, ci spiega il suo metodo:

“Questo è il mio sistema di ancoraggio. Si tratta del nastro chirurgico 3M Durapore fatto di tela di seta artificiale ipoallergenica (artificial silk) che fa respirare la pelle ed aiuta ad eliminare velocemente umidità e sudore prima che questi abbiano la possibilità di interagire con l’adesivo compromettendolo. L’ancoraggio che vedete sul Pod (foto sotto) è già in uso da 2-1/2 giorni, quello messo sopra il sensore invece è già vecchio di 5 giorni ed ha subito e resistito ad immersioni nell’oceano Atlantico per 4 ore circa, a 9 o 10 docce ed in più è stato esposto a sudate continue durante 4 battute di pesca. Come potete vedere e’ ancora in buone condizioni. Io non vado molto per il sottile quando metto l’ancoraggio e non curo molto la parte estetica, ma se ci si vuole perdere un po di tempo si possono arrotondare gli angoli con le forbici e spianare quelle pieghe facendo più attenzione nella fase di applicazione e presentarlo quindi più carino. Un’applicazione di questo nastro a me dura una settimana circa e poi sul sensore lo cambio, mentre con il Pod ad ogni tre giorni circa non ci sono problemi di cambio ma lo tolgo insieme al Pod. Io lo trovo molto forte e sicuro e resiste a qualsiasi tipo di impatto; anche quando sono a fare pesca d’alto mare non ho alcuna preoccupazione. Poi non mi da alcuna forma di allergia, arrossamenti o prurito. La scatola nella foto contiene quattro di questi nastri larghi 3 pollici (7.5 cm. circa); io li strappo ( non c’è bisogno di forbici) a circa la stessa lunghezza facendone dei pezzi quadrati 7.5 x 7.5 cm. e li applico molto velocemente senza prendere molti accorgimenti estetici. La scatola su Amazon.com costa $13 dollari e con quattro rotoli di 9 metri circa di lunghezza ciascuno ho calcolato che ci possono fare 160 applicazioni al costo di 8 centesimi circa.”ANCORAGGI_DURAPORE

Ecco alcune foto da cui prendere spunto.

libre_ancoraggio

libre_ancoraggio2

Tecnica n.3 – Rinforzo con fasce e polsini

E’ immediato, ma un po’ più vistoso, il rinforzo con fasciature di materiali e fogge varie.

Fascia elastica Vetrap

Fascia elastica in lycra

Senza titolo-3Polsino da tennis

Oltre agli acquisti di fasce già pronte è possibile optare per soluzioni fai da te. Ecco alcune suggerite dai nostri lettori.

Fasce per capelli

Questa è la soluzione trovata da una mamma per il figlio che usa il FreeStyle Libre:
“Aveva comprato delle fasce per il polso, però erano comunque strette al braccio. Ieri ho acquistato al mercato 4 fasce per i cappelli da un euro. Ne ho prese 4 di diversi colori. Tagliandole a metà, da ogni fascia ne ho ricavate due adatte per il braccio.
Sono di un cotone morbido con un po’ di stretch. Perfette!
Ora ho 8 fasce al costo di € 4,00″

fascia4

Calzini

“Io per coprire il sensore sul braccio riciclo i calzini! Taglio la punta e il tallone così sono comodi, colorati e farne tanti non mi costa nulla”, ce lo racconta G.A. che da qualche tempo porta il sensore FreeStyle Libre.

giulia_am

RIMOZIONE

Se l’ancoraggio è un buon ancoraggio, la rimozione del cerotto potrebbe diventare dolorosa! Mentre per alcune “pelli fortunate” non servono prodotti che ammorbidiscano il grip del collante, con altre è invece un passaggio obbligatorio. Per evitare fastidiose irritazioni si usano vari prodotti; gli oli per bambini, Niltac spray  e alcool rosa sono le prime scelte.

MEDTRONIC ENLITE

In caso di distacco prematuro o di dolore durante l’inserimento, per chi utilizza il sensore Enlite di Medtronic sono disponibili due video tutorial, preparati e condivisi da nostri lettori, e che potrebbero tornare molto utili.

IN CASO DI ALLERGIA?

L’allergia verso il collante è purtroppo sempre più diffusa e spesso porta all’abbandono dell’uso di sensori o microinfusori. Per evitare questa scelta drastica, ecco alcune soluzioni a lieto fine per Dexcom e per FreeStyle Libre.


SONDAGGIO – COSA USI…

Prima dell'applicazione?

Vedi i Risultati

Loading ... Loading ...

 

Per rinforzare?

Vedi i Risultati

Loading ... Loading ...

 

Per rimuovere?

Vedi i Risultati

Loading ... Loading ...

 

 

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!