Di lato

Oggi è una di ‘quelle giornate’.
Di quelle difficili da raccontare.
Assolutamente impossibili da capire.
Da più di 20 ore trascino le ore come fossero un peso sulla testa.
Continuo a farmi insulina, perché la razionalità va a braccetto con l’illusione: la razionalità mi dice che l’insulina farà abbassare questa glicemia impossibile, l’illusione me ne vuole convincere.
Le ore passano lente, i minuti della notte e del giorno scanditi dal suono nervoso dell’ allarme del sensore.
Come fare a raccontare che il trillo del sensore è molto più cattivo del pizzico di un ago, più traumatico della sveglia del mattino, più logorante dell’acido su una pietra… che è un suono che ha il sapore della bocca impastata e lo spessore dell’ energia evaporata?
Che è tutt’uno la parte più logora di me?
Le ore passano lente e io continuo a fare insulina.
La razionalità va a braccetto con l’ illusione.
Oggi è una di quelle giornate in cui la realtà è meglio spostarla di lato.

Ti è piaciuto questo scritto di Lu? Clicca qui per leggerne altri ancor più belli!
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *