Archivi tag: app

Conta dei carboidrati

Non sono molto lontani i tempi in cui un paziente diabetico era “costretto” a mangiare sempre la stessa quantità di carboidrati e, di conseguenza, fare la stessa dose fissa di insulina ad ogni pasto. Il principio di questa dieta rigida e pianificata fu messo in discussione quando nel 1994 l’American Diabetes Association (ADA) propose un nuovo approccio terapeutico sotto il nome di MNT – Medical Nutrition Therapy (Terapia Medica Nutrizionale). In altre parole, si abbandonava il concetto della dieta ferrea e il programma dietetico basato sulla liste di scambio degli alimenti, e si introduceva l’idea di adeguare la terapia alle abitudini alimentari e allo stile di vita del paziente.
Con l’aiuto fondamentale di un diabetologo e di un nutrizionista, seguendo alcune regole empiriche che servono come punto di partenza, il conteggio dei carboidrati (in inglese CHO counting) permette di definire, con una certa precisione, la dose di insulina necessaria per metabolizzare i carboidrati presenti in un determinato alimento. Questa tecnica, che richiede un continuo processo di regolazione e riadattamento, porta indubbiamente effetti positivi sulla qualità della vita e benefici psicologici per il paziente.

Dopo il training, effettuato da un team composto da diabetologi, infermieri, nutrizionisti e dietisti (come da posizione ufficiale dell’ADA) il paziente sarà in grado di conoscere il quantitativo di carboidrati contenuto in ogni alimento e con quanta insulina “coprirlo” senza innalzare troppo la glicemia postprandiale, con un occhio di riguardo a ciò che influisce sull’assorbimento di insulina e carboidrati.

In questa sezione abbiamo raccolto il materiale utile per un primo approccio al conteggio dei carboidrati. Le informazioni riportate non sostituiscono i corsi e i training effettuati da diabetologi e nutrizionisti.

L’app DID Plus e i corsi gratuiti di calcolo dei carboidrati

Sbarca finalmente sul Play Store di Google il Diario Interattivo del Diabete (DID Plus), noto prodotto dell’azienda italiana METEDA, specializzata nello ...
Vai all'articolo

Pasti e iperglicemia: quanta insulina?

Quanta insulina è necessaria per metabolizzare un alimento o un intero pasto? La chiave è il rapporto insulina/carboidrati (chiamato ICR, dall'inglese "I-Carb Ratio") ...
Vai all'articolo

Conta dei carboidrati: guide utili

Il passo fondamentale per effettuare il conteggio dei carboidrati (o "la conta", come spesso viene definita), consiste nel calcolarne la quantità contenuta nell'alimento ...
Vai all'articolo

Le app che contano!

Quotidianamente ci ritroviamo a contare i carboidrati degli alimenti più disparati e spesso può succedere di non sapere che pesci ...
Vai all'articolo

Assorbimento dell’insulina

Come varia l’azione dell’insulina per il caldo, il freddo e per altri motivi? In questa grafica, che potrai scaricare e stampare ...
Vai all'articolo

Assorbimento dei carboidrati

Cosa influisce nei tempi di assimilazione dei carboidrati? Quali sono gli effetti? In questa immagine, che potrai scaricare e stampare per consultarla ...
Vai all'articolo
©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Nightscout: lunga vita alla batteria!

Uno dei problemi più frequenti per chi utilizza Nightscout è l’esigua durata della batteria dello smartphone che funge da uploader. Il motivo è semplice: tramite il cavo OTG, il cellulare alimenta anche il ricevitore Dexcom. Seguendo alcuni accorgimenti, possiamo però prolungare di qualche ora la durata della batteria dello smartphone.

Vediamoli insieme.

1- Innanzitutto è essenziale che prima di collegarlo allo smartphone il ricevitore Dexcom sia completamente carico. Se Nightscout non viene utilizzato nella fascia notturna, è buona norma attaccare il ricevitore alla presa elettrica ogni notte. In alternativa, è consigliabile utilizzare un secondo dispositivo dal duplice beneficio: batteria del ricevitore sempre carica e Nightscout 24 ore su 24!

2- Modificare le impostazioni dell’app Google Play Store presente sullo smartphone in modo che non aggiorni automaticamente le applicazioni installate:

Eseguire l’app Google Play Store
playstore_impostazioni

Andare sulle impostazioni playstore_impostazioni2

Disabilitare gli aggiornamenti automatici
12633130_1283969851629801_332939991_o

3- Disattivare tutti i suoni e le vibrazioni nelle impostazioni dello smartphone.
12632894_1283969901629796_690490817_o

4- Impostare la luminosità dello schermo al minimo.
luminosita

5- Impostare lo spegnimento dello schermo al minimo tempo consentito.
12557625_1283969911629795_96872019_o

6- Se si sta utilizzando una connessione dati, disattivare il WiFi.
12620553_1283969868296466_1152836173_o

7- Se non è stato collegato uno smartwatch al telefono, disattivare il Bluetooth.
12636994_1283969888296464_681908062_o

8- Disabilitare le notifiche delle app.

notifiche

9- Disabilitare la sincronizzazione degli account presenti sullo smartphone, andando sulle impostazioni del telefono, sezione Account.disatt1

Da qui, disabilitare la sincronizzazione dei dati per ogni app presente nell’elenco, cliccando sul disco verde e togliendo la spunta ad ogni voce che comparirà sullo schermo.disatt2

10- Minore è la potenza del segnale per la trasmissione dati o del WiFi e maggiore sarà il consumo della batteria. Quindi è buona norma accertarsi di scegliere l’operatore telefonico che offre maggior copertura nella zona.

11- Se dopo tutti gli accorgimenti suggeriti la durata della batteria risultasse ancora esigua, controllare se ci sono app attive ma non necessarie (che incidono sul consumo) e procedere alla loro disinstallazione: è sufficiente andare sulle impostazioni dello smartphone e cercare la voce ‘uso batteria’. Verrà visualizzata la lista delle app con le diverse percentuali di utilizzo della batteria: eliminare quindi le app desiderate.
12632954_1283969808296472_1197918102_o

 

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Flash DeeBee.it: Libre approvato in età pediatrica

Se ne parla da qualche mese e, tra pochi giorni, sembra che diventerà finalmente di pubblico dominio. FreeStyle Libre, il sistema di monitoraggio flash messo sul mercato a fine ottobre del 2014, ha ottenuto l’approvazione per uso pediatrico. Abbiamo cercato, per il momento senza esiti, una conferma della notizia direttamente alla Abbott, l’industria farmaceutica che produce il dispositivo. Ma, secondo fonti autorevoli, l’annuncio ufficiale avverrà proprio il 4 febbraio, durante la conferenza stampa organizzata dalla Abbott in occasione dell’ATTD (9° Conferenza Internazionale sulle tecnologie avanzate e trattamenti per il Diabete), in programma a Milano dal 3 al 6 febbraio 2016.

Non sono pochi i genitori dei bambini affetti da diabete che usano già FreeStyle Libre per i loro figli. Anche se non sostituisce le misurazioni capillari e non è un CGM (monitoraggio continuo della glicemia), il dispositivo è diventato un valido alleato dei medici e genitori nella gestione del diabete. I valori, rilevati dal sensore applicato sul braccio, vengono elaborati grazie a un software – Ambulatory Glucose Profile (AGP) – che memorizza, riassume e visualizza i dati della glicemia in modo chiaro e intuitivo. Secondo le testimonianze dei genitori, molti bambini che usano Libre FreeStyle hanno avuto miglioramenti non solo nella qualità di vita. Grazie alle informazioni più complete fornite dal dispositivo, i diabetologi hanno potuto personalizzare ulteriormente la terapia, ottenendo un miglior controllo glicemico.

In aiuto ai genitori è arrivata successivamente l’app Glimp, che permette di vedere anche a distanza le glicemie rilevate da Libre usando uno smartphone Android (se dotato di supporto NFC) al posto del classico lettore standard. DeeBee Italia è partner ufficiale di Glimp e fornisce tutte le informazioni necessarie per l’installazione e l’utilizzo dell’app.

Attualmente il sistema di monitoraggio flash FreeStyle Libre ha ottenuto il marchio CE 0086 e viene distribuito in Italia, Germania, Francia, Olanda, Spagna, Svezia e Regno Unito.  La casa farmaceutica statunitense, fondata nel 1888 dal dottor Wallace Abbott, è in attesa di un parere da parte della Food and Drug Administration (FDA) per la distribuzione di FreeStyle Libre anche negli Stati Uniti.

L’approvazione del dispositivo per i minori, oltre a rendere ufficiale l’uso fatto fino ad ora da tanti genitori, apre le porte a un altro scenario: la prescrizione gratuita (prevista per il momento solo dalla Regione Emilia Romagna). Tra pochi giorni sapremo se il dispositivo approvato per uso pediatrico sarà lo stesso che viene utilizzato ora. Nella conferenza di presentazione noi di DeeBee Italia ci saremo e in tempo reale vi sapremo dire tutto sulle ultime attese novità.

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Nightscout con Dexcom, Medtronic e Libre: facciamo chiarezza

In molti ci chiedono come fare per visualizzare le glicemie in remoto (ossia “da lontano”) tramite Nightscout e cosa serve per poterlo realizzare. Utilizzando diversi sensori e dispositivi, anche le risposte sono molteplici. Di seguito per ognuno indicheremo cosa serve e come poter attivare la propria pagina Nightscout.

12510531_1271328719560581_1959641892_o

1. Dexcom G4 con ricevitore
2. Dexcom G4 senza ricevitore (con xDrip)
3. FreeStyle Libre
4. Medtronic Veo
5. Medtronic 640G
6. Gli smartwatch

Dexcom G4 con ricevitore

Per inviare le glicemie a distanza è necessario collegare il ricevitore Dexcom G4 ad uno smartphone  Android con supporto OTG tramite il relativo cavo.
12476434_1270441776315942_9471264_n

Quando avrai a disposizione sia il cavo che lo smartphone dovrai configurare la tua pagina Nightscout. La guida, semplicissima e da seguire passo passo, è depositata nel gruppo ufficiale Facebook Nightscout Italia. Potrai poi visualizzare le glicemie da qualsiasi smartphone (Android e iOS),  pc, tablet e smartwatch.

xDrip – Dexcom G4 senza ricevitore

Se non possiedi il ricevitore Dexcom, in quanto le glicemie vengono lette direttamente dal microinfusore, puoi optare per l’xDrip. E’ una soluzione gratuita fai-da-te, progettata da Stephen Black, che consente la lettura delle glicemie dal sensore ed il successivo invio, tramite l’applicazione dedicata xDrip, ad uno smartphone Android.

xDrip in un Tic Tac

Chiunque può dunque scaricare la guida e fabbricarne uno scegliendo poi fra le diverse soluzioni di assemblaggio (xMelrosexItaly o contenendolo nella classica confezione di Tic Tac).
Dopo aver costruito il proprio ricevitore fai-da-te, per inviare le glicemie in remoto, è necessario configurare la pagina Nightscout seguendo l’apposita guida. Alla fine della configurazione si otterrà l’indirizzo web da inserire nell’app xDrip.  Anche in questo caso sarà poi possibile visualizzare le glicemie da qualsiasi smartphone (Android e iOS),  pc, tablet e smartwatch.

FreeStyle Libre

Hai a disposizione il sensore FreeStyle Libre e vuoi vedere le glicemie a distanza da qualsiasi dispositivo? Quel che ti serve è uno smartphone Android dotato di lettore NFC (qui ne trovi alcuni) in cui installare l’applicazione Glimp.

12482995_1271327786227341_128001738_o

Effettuando la lettura del sensore con lo smartphone in cui hai installato l’app, avrai la possibilità di inviare le glicemie alla tua pagina Nightscout (anche in questo caso da configurare). Trovi la guida depositata nella sezione files del gruppo Facebook italiano ufficiale. Una volta completato il tutto, ad ogni scansione tramite smartphone, la pagina verrà aggiornata. Anche in questo caso potrai visualizzare le glicemie da qualsiasi altro smartphone accedendo alla tua pagina web tramite il browser (Android e iOS) oppure da pc, tablet e smartwatch.

Medtronic Veo

Anche per gli utilizzatori di microinfusori Medtronic Veo, collegato a sensore Enlite, è possibile inviare le glicemie a distanza tramite Nightscout.

mmcomander guscio

Per attivarlo è necessario costruire un dispositivo fai-da-te chiamato MMCommander. Ti servirà anche uno smartphone Android con supporto OTG e il relativo cavo.  Questo sistema non è compatibile con tutti i tipi di microinfusori Medtronic; troverai quelli adatti nella guida passo passo depositata nel gruppo Facebook.
Come per i precedenti dispositivi, dopo aver effettuato la configurazione della pagina Nightscout, potrai visualizzare le glicemie in remoto da qualsiasi smartphone  (Android e iOS) pc, tablet e smartwatch.

Medtronic 640G

Per il microinfusore Minimed 640G, la configurazione di Nightscout si è resa più facile. A differenza della versione precedente infatti, non è necessaria la costruzione di alcun dispositivo.

13221474_1011858572225416_87486068998791276_n

Ciò che serve è semplicemente uno smartphone Android con supporto OTG, il relativo cavo e un glucometro ContourNext Link 2.4 USB. Trovi la guida passo passo nel gruppo Facebook Nightscout ufficiale italiano, di DeeBee.it.

Impostazioni smartwatch

In questo caso le configurazioni possono variare secondo il sistema operativo e dello smartwatch a tua disposizione .

  • puoi collegare la tua pagina Nightscout ad un Pebble tramite la sua applicazione, disponibile sia per Android che per iOS

pebble

  • per collegare la tua pagina Nightscout ad uno smartwatch Android dovrai installare due applicazioni:  Android Wear – che ti permetterà di connettere lo smartwatch al tuo telefono tramite una seconda applicazione, Nightwatch. In quest’ultima devi inserire l’indirizzo della tua pagina Nightscout e poi selezionare il relativo quadrante (o watchface, in inglese) nell’orologio.

androidlg

  • se invece possiedi un Apple Watch ti basterà installare myBG, inserire la tua pagina Nightscout e selezionare il quadrante relativo.

apple

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Nuovo aggiornamento di Glimp in arrivo!

Il 13 gennaio arriverà il nuovo aggiornamento di Glimp, l’applicazione che permette la lettura del sensore FreeStyle Libre senza dover utilizzare il lettore ufficiale fornito dalla Abbott.

Dopo il rilascio della nuova versione avvenuto il 6 gennaio (con l’inserimento delle funzionalità che permettono l’integrazione con Nightscout), come ogni app che si rispetti anche Glimp si aggiorna. Nuove funzioni, miglioramenti e correzione di alcuni errori minori, i cosiddetti bug.

Grazie a Sarah Davies e sua figlia Alyssa per aver condiviso con noi questo video
Thank you to Sarah Davies and her daughter for sharing the clip with us

Siamo in grado di anticiparvi in anteprima quali saranno le modifiche apportate in questa nuova versione:

  • Gestione delle tastiere numeriche con separatore dei decimali in primo piano. I test sono stati fatti con tastiere Samsung e Swiftkey (quindi questa funzionalità potrebbe non essere supportata dalle tastiere virtuali di tutti i produttori);
  • Nuova opzione per disattivare i promemoria di accessori, insuline e calorie: è prevista la possibilità di disattivazione degli elementi separatamente;
  • Nuova opzione per ridurre la velocità di trasmissione NFC, pensata per cellulari che mostrano ripetuti errori “Tag was lost” e “Transceive failed” durante la lettura del sensore Libre;
  • Correzione del bug che impediva il caricamento su Nightscout della freccia quando è attiva l’opzione “Salva tutte le glicemie”.

Sempre dal 13 gennaio saranno disponibili le guide aggiornate di Glimp, sia in italiano che in inglese. Vi ricordiamo che per poter integrare i valori glicemici in Nightscout, occorre prima creare il proprio Nightscout personale: nella sezione files del gruppo Facebook italiano ufficiale è reperibile la guida passo passo per predisporre in autonomia il sistema Nightscout mediante il sensore FreeStyle Libre e Glimp.

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Medtronic MiniMed Connect: la prima recensione

Si chiama MiniMed Connect il sistema ufficiale di Medtronic per il monitoraggio a distanza delle glicemie rilevate dal sensore Enlite. Grazie ad un piccolo uploader, i dati letti dal microinfusore vengono inviati ogni cinque minuti tramite bluetooth all’applicazione installata sullo smartphone. MiniMed Connect funziona con il microinfusore MiniMed 530g o un MiniMed paradigm Revel ed è già in vendita negli Stati Uniti al costo di 99$, a breve dovrebbe essere disponibile anche in altri paesi.

minimed-connect

Nel giugno del 2015 la Medtronic annunciava l’approvazione di questo sistema da parte della Food and Drug Amministration. Qualche mese dopo, nel dicembre dello stesso anno, nel sito Healthline è stata pubblicata la prima recensione firmata dal giornalista statunitense Mike Hoskins.  

Grazie a Medtronic, il trentaseienne affetto da diabete 1 dall’età di cinque anni, ha testato il nuovo sistema MiniMed Connect confrontandolo anche con il Dexcom Share.

Pro di Mike Hoskins:

  • Design: esteticamente molto gradevole, schermo nero con sfondo bianco o colorato, caratteri facili da leggere. Il valore CGM cambia colore in base alla glicemia (arancione per alta, rosso per la bassa, e blu/verde se nel range).
  • L’insulina attiva: l’indicazione della IOB (insulina a bordo) è un enorme vantaggio. Il valore è indicato appena sotto il valore CGM.
  • Scorrimento Touchscreen: si può toccare il grafico del trend in qualsiasi punto per vedere il valore glicemico. E’ possibile scorrere indietro la storia dei dati del CGM come nello schermo del micro, vedere l’attuale tendenza, impostare la visuale a 3/6/12 oppure 24 ore.
  • Avvisi di testo: è possibile impostare  messaggi di testo da inviare ai propri cari e agli operatori sanitari in caso di iper o ipo.
  • Setup: molto semplice e diretto.
  • Ancora più dati:  premendo l’icona nell’angolo in alto a sinistra, si ottengono dati aggiuntivi direttamente dal micro, come la durata della batteria dell’uploader, la vita del sensore e la quantità di insulina rimanente nel serbatoio.
  • Promemoria calibrazione: in alto a destra della schermata dell’applicazione, è possibile impostare un promemoria per ricordare la calibrazione del CGM. Un cerchio si riempie a poco a poco man mano che si avvicina il momento impostato.
  • Durata della batteria: il piccolo dispositivo uploader va caricato per una/due ore al giorno e la connessione non si arresta durante la carica.  Sembra inoltre che non consumi molto la batteria, né del dispositivo mobile né del microinfusore stesso.

app_med

Contro di Mike Hoskins:

  • Uploader: è leggero e non eccessivamente oneroso da portare in giro. E’ stato concepito per essere agganciato ad un portachiavi o addirittura al passante della cintura (collegandolo con una clip), ma questo potrebbe essere scomodo per molti (specialmente quelli che non portano con sé chiavi).  Medtronic afferma che sta lavorando su un guscio per permettere di trasportare insieme uploader e micro.
  • Solo iPhone e iPod Touch: Secondo quanto dichiarato da Medtronic sarebbe in arrivo una versione per Android, ma fino ad allora tutto ciò che possiamo fare è aspettare.
  • Non completa nella condivisione dei dati: l’applicazione non consente un facile accesso da remoto in quanto è necessario eseguire il login su CareLink. Sarebbe più semplice se l’applicazione Connect potesse essere scaricata e visualizzata facilmente da un genitore, coniuge, infermiera della scuola, o il medico, senza necessità quindi di login per accedere ai dati.
  • Segnale debole: I regolari avvisi di disconnessione dell’app Connect sono dovuti soprattutto alla “debolezza” del sistema Enlite. La maggior parte del tempo tali avvisi si verificano anche se l’uploader ed iPod erano uno accanto all’altro e veniva indossato sia il microinfusore che il sensore.
  • Dati sensore Enlite: Basandomi sull’esperienza di tre sensori posizionati su punti diversi dell corpo, il CGM Enlite è risultato molto impreciso per gran parte del tempo, con frequenti perdite di segnale. Questo naturalmente è un difetto fondamentale che limita il potenziale di MiniMed Connect, sistema che si basa proprio su quei dati.
    Per la recensione è stato utilizzato il Medtronic 530G.

app_med_smart

 

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Ecco la nuova versione di Glimp – Nightscout

Aggiornamento: grazie a Glimp è ora possibile dotare il Libre di allarmi, in caso di ipo o iper. E’ sufficiente scaricare l’ultima versione. Se siete interessati a questa funzione, raccomandiamo di utilizzare Glimp insieme a GlimBee 2.

Era solo il 28 dicembre quando abbiamo annunciato l’unione tra Glimp e Nightscout, novità accolta con grande entusiasmo dai nostri lettori non solo in Italia, ma anche anche in altri paesi europei, in Australia e USA. E come avevamo anticipato in esclusiva, prima del lancio ufficiale, a partire dal 6 gennaio Glimp è stato rilasciato gratuitamente nel Google Play Store, in versione stabile ed ufficiale.

In altre parole, non c’è più solo la versione beta (non definitiva, ma già testata dagli esperti e utilizzata da un grande numero di utenti) scaricabile dal nostro gruppo Facebook, ma anche quella definitiva e scaricabile dal più comune  Google Play Store.

12436221_1266170086743111_875513787_o

Glimp è l’app che permette di leggere il sensore Libre senza dover utilizzare il lettore ufficiale fornito dalla Abbott insieme ai sensori. Dall’incontro Glimp-Nightscout è nata inizialmente la versione beta che include tra le sue funzionalità anche la possibilità di vedere le glicemie tramite smartwatch e quella di visualizzare in remoto anche dai sistemi Apple iOS. 

La versione ufficiale presenta qualche modifica e molte novità. Ne elenchiamo solo alcune :

  • E’ stata corretta la visualizzazione delle glicemie sopra i 400 mg/dL;
  • E’ stato aggiunto nelle preferenze un bottone utile a testare la correttezza dei parametri Nightscout inseriti;
  • Tale bottone controlla inoltre se su Nightscout il parametro “careportal” è enabled (abilitato). Questo si è reso necessario perchè in fase di test alcuni utenti si sono accorti che disabilitando quel parametro, risultava impossibile inviare i vari dati aggiuntivi (ossia misurazioni manuali, insuline e cho);
  • E’ stata aggiunta la freccia che indica il trend glicemico di salita o discesa;
  • Il segnale acustico di glicemia fuori target ora viene emesso anche se il dispositivo ha il volume azzerato.

Per facilitare la vita a chi vuole avere Nightscout anche con il Libre, abbiamo creato e depositato nella sezione files del gruppo Facebook italiano ufficiale la guida passo passo per predisporre in autonomia il sistema Nightscout mediante il sensore FreeStyle Libre e Glimp.

Grazie a Sarah Davies e sua figlia Alyssa per aver condiviso con noi questo video :) 

Thank you to Sarah Davies and her daughter for sharing with us the clip :)

 

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

FreeStyle Libre entra nella galassia Nightscout

Uno degli scopi principali di DeeBee Italia, prima ONLUS italiana votata all’utilizzo della tecnologia per una miglior gestione del diabete, è quello di favorire lo scambio di idee e l’integrazione tra sistemi diversi, al fine di uniformare l’informazione che il paziente diabetico ha a disposizione, fornendogli così una visione d’insieme armonica e di facile accesso, semplice da analizzare e soprattutto immediatamente condivisibile.
In quest’ottica, abbiamo fatto conoscere Nightscout agli sviluppatori di Glimp ed abbiamo messo loro a disposizione un sistema Nightscout già pronto all’utilizzo. L’incontro tra Nightscout e Glimp ha dato i frutti sperati: a breve sarà infatti possibile far confluire le glicemie del FreeStyle Libre all’interno del sistema Nightscout, acquisendo così tutte le funzionalità messe a disposizione da quest’ultimo.
Quali? Andiamo per ordine e cerchiamo di capirlo insieme…

VERSIONE BETA

Iniziamo col dare subito la notizia più succulenta: sì! Per chi non vede l’ora di provare Nightscout con Libre, esiste già una versione beta della nuova versione di Glimp, scaricabile gratuitamente dal nostro gruppo Facebook, nella sezione files (file: Glimp-Nightscout.apk).
DeeBee.it l’ha provata in anteprima per voi: ecco le prime impressioni.

GLICEMIE AL POLSO

Una delle features sicuramente più interessanti, ereditate da Nightscout, è la possibilità di visualizzare la glicemia di un Libre remoto direttamente dallo smartwatch. Per esempio, se vostro figlio è a scuola, ecco ciò che vedrete al vostro polso (foto DeeBee.it):

12436595_1266170150076438_578932996_o

12436221_1266170086743111_875513787_o

Le immagini mostrano due watchfaces (tra le varie disponibili), utili a visualizzare la glicemia di Nightscout, ma l’ecosistema è variegato e ce n’è una per ogni esigenza -come ad esempio quella di vedere il grafico dell’andamento glicemico-, per svariati sistemi operativi e/o tipi di smartwatch (Android Wear, Apple Watch, Pebble…).

SISTEMI OPERATIVI

L’apertura di Glimp a Nightscout svincola finalmente l’app dal mondo Android: infatti, ora è possibile consultare le glicemie anche con iPhone, per esempio accedendo direttamente alla pagina web di Nightscout.

Screenshot_2015-12-27-20-24-47

IOB e CHO…

Guardando le foto che abbiamo scattato sopra, ai più attenti non saranno sfuggiti alcuni aspetti interessanti: non solo le glicemie vengono inserite da Glimp su Nightscout, ma anche le informazioni relative ai carboidrati (COB) ed all’insulina (IOB) assunti.

… E NON SOLO

Carboidrati e insulina non sono le uniche informazioni che possono essere inserite su Nightscout: ce ne sono molte altre. Ad esempio, chi utilizza un microinfusore può immettere la data di cambio ago (CAGE) e il profilo basale. Inoltre, si possono impostare i dati personali quali FSI e rapporti INS/CHO a fasce orarie ed utilizzare il plugin calcolatore di bolo.
somministrazioni

STATISTICHE

In tutto ciò, non potevano certo mancare una serie di pannelli che riportano statistiche di ogni tipo!

statistiche

DATI CONDIVISI TRA GLIMP E NIGHTSCOUT

La comunicazione tra i sistemi Glimp e Nightscout è bidirezionale:

UPLOAD
Glimp trasmette a Nightscout tutti i dati letti dal sensore Libre e tutti i dati inseriti manualmente.

DOWNLOAD
Glimp scarica da Nightscout tutti i dati glicemici e ne mostra il grafico: ciò significa che anche chi usa Nightscout con il Dexcom può vedere il grafico, utilizzando l’app Glimp.

Oltre ai test di DeeBee Italia, altri membri del gruppo Facebook si sono offerti per testare le funzionalità di interfacciamento tra Nightscout e Glimp messe a disposizione: Elena Frattolin e Massimo Molla, che ringraziamo!

E ora… buon divertimento!

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Le app che contano!

Quotidianamente ci ritroviamo a contare i carboidrati degli alimenti più disparati e spesso può succedere di non sapere che pesci pigliare! Alimenti nuovi ed imprevisti possono metterci in difficoltà ed in quest’arduo compito ci vengono in aiuto diverse app. Ecco le più usate!

Se utilizzi un’altra applicazione indicacela tra i commenti!

Dizionario alimentare Meteda

diz_al1

In questa applicazione sono inseriti più di 1000 alimenti e grazie alle foto delle porzioni puoi individuare facilmente la quantità corrispondente a ciò che mangerai. Dizionario alimentare è disponibile sia per sistema Android che iOS.

diz_al4

 

Insulin & Food

ins_1

Disponibile sia per smartphone che per iPhone, Insulin&Food è un’applicazione studiata appositamente per i diabetici. Oltre a contenere un vasto database, completo di foto e valori nutrizionali, visualizza l’indice glicemico e permette l’inserimento dei rapporti insulina/carboidrati, indicando poi i dosaggi in ogni alimento selezionato.

ins_2 ins_3

Insulin&Food consente di visualizzare il riepilogo dei vari alimenti selezionati (non sostituisce il calcolatore di bolo) e dà la possibilità di inserire alimenti nuovi creando così un database completamente personalizzato. Applicazione a pagamento.

ins_5

 

Conta con il leone

conta_1

Conta con il leone è un’app che riprende l’omonimo  libro dell’Ospedale Sacco di Milano creata in primis per i bambini e gli adolescenti con diabete di tipo 1, ma utilissimo anche per gli adulti. E’ disponibile la versione sia per Android che per iOS, è ricca di immagini e suggerisce i tipi di bolo da utilizzare con il microinfusore per le varie tipologie di alimenti.

conta_4

 

FatSecret

fat_1

FatSecret contiene al suo interno una ricchissima lista di alimenti, suddivisa anche per marchi e consente la ricerca dei vari prodotti anche tramite scansione del codice a barre.  Per ogni alimento indica la quantità di carboidrati, grassi, proteine, quantità selezionabili a peso ed a porzione.
Disponibile sia per Android che per iOS

fat_2 fat_3

 

MyFitnessPal

fit1

Sia per Android che per iOS, questa applicazione contiene al suo interno uno dei database più ricchi (circa 5 milioni di alimenti), personalizzabili e selezionabili anche tramite codice a barre. Dà la possibilità di inserire le proprie ricette calcolandone poi i vari nutrienti ed indica con grafici semplici ed intuitivi la percentuale di carboidrati, grassi e proteine ingerite nel pasto.

fit2 fit3

 

Valori Nutrizionali

valori1

La app “Valori nutrizionali”, per Windows Phone, include 7000 alimenti (di varie marche) per i quali si possono visualizzare le tabelle nutrizionali complete (calorie, proteine, carboidrati, grassi, fibre, sodio, potassio) e il grafico della ripartizione delle calorie.

Il calcolo si può fare non solo sulla quantità standard di 100 gr di alimento, ma anche specificando la porzione o la grammatura. Inoltre si possono sommare i valori di più alimenti.

 

valori2 valori3

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

LibreLink: l’app ufficiale per FreeStyle Libre

Arriverà in Italia entro il 2016 LibreLinkl’applicazione ufficiale lanciata in Svezia da Abbott. La nuova app ufficiale permette a uno smartphone dotato di lettore NFC, di leggere direttamente le glicemie rilevate dal sensore FreeStyle Libre, senza dover più utilizzare il lettore convenzionale.

librelink1

Sviluppata da AirStrip, LibreLink consente l’attivazione del sensore  FreeStyle Libre e la visualizzazione delle glicemie per i 14 giorni di utilizzo. Avvicinando il retro dello smartphone al sensore verrà immediatamente mostrata la lettura, il grafico delle 8 ore e la freccia di tendenza, con una grafica moderna ed intuitiva.
Una delle particolarità che la distingue, per esempio dalla nuova applicazione sviluppata per il Dexcom G5, è che per effettuare una lettura non è necessario aprire l’app dal telefono, che però dovrà essere sbloccato (la glicemia verrà visualizzata sullo schermo dello smartphone dopo aver eseguito la scansione).

È possibile usare contemporaneamente l’app LibreLink e il lettore FreeStyle Libre: basta attivare il sensore con il lettore e poi eseguire entro 60 minuti la scansione dello stesso sensore con lo smartphone.

librelink3LibreLink  potrebbe consentire un risparmio economico, in quanto non sarebbe più indispensabile l’acquisto del lettore convenzionale. Se non fosse che seguendo la politica di assistenza in caso di sensori difettosi, Abbott richiede le glicemie di confronto tramite il glucometro integrato nel lettore originale, che quindi dovrà  inevitabilmente accompagnare l’utilizzatore.

Manuale utente (in inglese)
Guida rapida (in inglese)
Scheda Informativa (in inglese)

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!