Archivi tag: xDrip

DeeBee Award: finalmente è arrivato l’xDrip per iPhone

L'app, gratuita e non ufficiale, nasce per interfacciarsi con il Dexcom G5 e con tutti i dispositivi della famiglia xDrip.

Lo stavamo aspettando da tempo e per gli amanti della mela morsicata è arrivato finalmente xDrip; ma andiamo per ordine. xDrip è un software che permette di interfacciarsi con i più disparati trasmettitori glicemici per visualizzare le glicemie e renderle disponibili, tramite Nightscout, da qualsiasi dispositivo connesso alla rete (computer, tablet, smartphone, smartwatch). Fino a questo momento è stato solo appannaggio degli utenti Android, ma il talentuoso Johan Degraeve ha deciso che fosse il momento di lavorare alla trasposizione del programma su dispositivi Apple. E così, anche se ancora molto acerbo nelle funzionalità e nella grafica, il piccolo xDrip o se vi piace di più, iosxdripreader, riesce già ad interfacciarsi con il Dexcom G5, originale o rigenerato che sia, mostrare il grafico delle glicemie, trasmettere le letture su Nightscout, e programmare i principali avvisi a cui siamo abituati.

Come posso ottenerla?

L’applicazione non è disponibile in App Store, per poterla installare c’è bisogno che sia firmata con il codice identificativo univoco (UDID) del vostro dispositivo Apple. Per trovare il vostro UDID, occorre raggiungere questa schermata di iTunes e cliccare più volte sul codice ECID, fino a far apparire la scritta UDID. A quel punto potrete comunicare al programmatore il codice, così ottenuto, per firmare l’applicazione.

Dopo aver inviato l’email di richiesta (johan.degraeve@gmail.com), il programmatore inserirà il vostro codice all’interno dell’app, che sarà quindi installabile da quel momento in poi e per tutti i successivi aggiornamenti sul vostro dispositivo. Per avere disponibile sempre la versione più aggiornata dell’app, controllate periodicamente la seguente pagina:

https://github.com/JohanDegraeve/iosxdripreader/releases

Scaricare il file iosxdripreader.ipa

Procedura d’installazione

Con l’iPhone collegato al computer, aprire iTunes, cliccare sul menù “file”, scendere sino alla voce “aggiungi file alla libreria…” e selezionare il file precedentemente scaricato. Avviando la sincronizzazione, partirà automaticamente la procedura d’installazione del programma sull’iPhone.

Funzionamento dell’app

Dopo aver avviato l’app, clicchiamo in alto a destra sulla scritta G5; selezioniamo avvia sensore. Poi, sulla schermata principale, teniamo premuto sullo schermo sino ad ottenere una vibrazione. Questo passaggio serve per mantenere il display acceso e facilitare l’abbinamento del trasmettitore G5. Dopo circa una decina di minuti, riceveremo la notifica per l’inserimento della doppia calibrazione, al termine della quale, apparirà la glicemia ed inizierà la costruzione del grafico. Di default ad ogni lettura, il programma accende il display e mostra il valore glicemico, ma questa opzione è configurabile, così come gli avvisi e la stringa di connessione a Nightscout, dal menù accessibile dal simbolo dell’ingranaggio.

Precisazioni

All’interno dell’app è possibile inserire massimo 100 chiavi UDID univoche. Il programmatore, si è reso disponibile a trovare un metodo tramite altri suoi amici con account Apple sviluppatori, a replicare l’app per avere la possibilità di generare altre chiavi, ma coordinare il tutto non è facile. La cortesia che si chiede, quindi, è quella di richiedere l’attivazione, solo ed esclusivamente se si ha intenzione di utilizzare il programma, altrimenti queste chiavi andrebbero perse. In caso di incertezza e per evitare quindi sprechi, vi invitiamo a desistere, in attesa di un rilascio ufficiale nell’App Store.

Ecco gli screenshot principali dell’app:

Range, menu e preferenze

La grafica è acerba, ma siamo certi che il tempo farà sbocciare questa nuova app come un bel fiore.

L’app, benché neonata e in rapido sviluppo, riceve il DeeBee Award per l’indubbia innovazione portata.

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Ricevitore fai da te per Dexcom G4: xBridge si rinnova

Per chi non lo conoscesse, xBridge è il software che governa il circuito fai da te, chiamato xDrip, che intercetta le glicemie del Dexcom G4 e le trasmette allo smartphone facendole comparire sul display. Questo circuito è il cuore pulsante anche dei progetti DeeBee chiamati xItaly (il piccolo ciondolo intelligente) e xMelrose (il ricevitore tutto in uno).

Creatore di xBridge è John Stevens, membro del nostro gruppo Facebook e geniale ragazzo australiano con la passione per l’elettronica (ma anche per la bici e per la musica, come testimonia l’immagine di testata).

John ha appena rilasciato la nuova versione 2.47 dell’algoritmo xBridge2, liberamente scaricabile da GitHub. È stato lui stesso ad informarci che questa sarà l’ultima versione ufficiale di xBridge2, poiché è già al lavoro sul nuovo algoritmo xBridge3, che sarà sicuramente foriero di molte soddisfazioni. 

COSA OFFRE LA NUOVA VERSIONE 2.47
  1. Migliore gestione del tempo di sleep. Grazie a questa modifica, la durata della batteria è leggermente inferiore ma la percentuale di pacchetti ricevuti è sensibilmente migliorata (ossia, è molto minore la possibilità che il ricevitore perda le glicemie trasmesse dal Dexcom); 
  2. Al fine di sopperire al bug riscontrato da alcuni utilizzatori inerente l’errato calcolo della batteria residua, è ora possibile ripristinare il valore corretto, resettando il calcolo della capacità mediante un apposito comando;
  3. È stato modificato il codice sorgente dell’algoritmo in modo da evitare il ripresentarsi del difetto della batteria, sopra riportato. 
COME UTILIZZARE IL NUOVO XBRIDGE v2.47

È sufficiente scaricarle il nuovo file e utilizzarlo per programmare il chip Wixel, come spiegato nella guida italiana alla programmazione del Wixel di DeeBee.it

Download “xBridge 2.47” xBridge2_47.wxl – Scaricato 8 volte – 67 KB

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Nightscout: vedere la glicemia da lontano e molto altro. Cos’è? Come funziona?

COS’È NIGHTSCOUT

Nightscout è un ecosistema di strumenti informatici che espandono enormemente le potenzialità di un sensore glicemico.

Proprietario del marchio Nightscout è Nightscout Foundation. Il sito in lingua inglese* lo trovate qui.

A COSA SERVE NIGHTSCOUT

Tra le principali funzionalità (che possono variare a seconda del sensore utilizzato -Dexcom, Enlite o FreeStyle Libre-) figurano:

  • La visione remota (ossia, da lontano) della glicemia rilevata dal sensore, su uno smartphone o smartwatch;
  • La rilevazione anticipata di circa 8-10 minuti del valore glicemico rispetto al ricevitore standard (per il solo Dexcom G4);
  • La rilevazione della glicemia anche quando il ricevitore standard non la visualizza sul display (per esempio, durante le prime due ore successive all’innesto di un nuovo sensore, o al riavvio del sensore o, ancora, durante la visualizzazione dei ‘???’ – per il solo Dexcom G4).

COME FUNZIONA NIGHTSCOUT

Nella configurazione più classica, i moduli software principali (e necessari al suo funzionamento) sono tre:

  1. Un’app
  2. Una nuvola su internet (o piattaforma Cloud, quali ad esempio i gratuiti Azure, Heroku o simili)
  3. Un database (come il servizio online gratuito mLab)

schema NS

A livello logico, possiamo riassumere il flusso di dati che porta i valori glicemici dal sensore al proprio smartphone lontano, in questi passi:

  1. L’app riceve i dati del sensore (vedremo come, sotto) e li trasferisce alla piattaforma cloud (come Azure). Per semplicità possiamo considerare questa piattaforma come il “sito di Nightscout”.
  2. Il sito di Nightscout (la nuvola) riceve le glicemie speditegli dall’app e, ad ogni ricezione, salva il valore glicemico dentro un contenitore (cioè in un database che raccoglie tutti i valori che riceve).
  3. Ciò fatto, tutte le persone che vogliono vedere la glicemia del sensore, non devono fare altro che digitare su un browser qualsiasi (come Internet Explorer, Firefox, Safari, Chrome…) l’indirizzo del sito di Nightscout: lì, vedranno la curva glicemica e la storia delle glicemie rilevate dal sensore.

CON QUALI DISPOSITIVI POSSO VEDERE LE GLICEMIE DA REMOTO?

E’ possibile visualizzare da remoto le glicemie con ogni tipo di browser moderno, quindi:

  • Con un PC,
  • Con una Smart TV,
  • Con uno smartphone di qualsiasi marca e/o sistema operativo (quindi Android, iPhone, BlackBerry, Windows Phone…)
  • Con uno smartwatch provvisto di browser.

Inoltre, esistono anche modalità dedicate e più smart, quali:

  • Watchfaces (ossia “quadranti”) create ad hoc e visualizzate su uno smartwatch,
  • App varie (per vari sistemi operativi), che oltre a visualizzare le glicemie permettono di creare grafici, allarmi e molto altro ancora.

COME FA NIGHTSCOUT A “REPERIRE” LE GLICEMIE DEL SENSORE?

È una domanda che meriterebbe un sito a sé. E infatti il sito c’è: www.deebee.it! Tuttavia, essendo questo un articolo introduttivo, e poiché una risposta esaustiva implicherebbe conoscenze non banali, proveremo a fare un po’ di chiarezza, cercando tuttavia di non essere troppo tecnici. Ovviamente, questa scelta ci porterà a tralasciare alcuni aspetti, a beneficio di un articolo più leggero e più comprensibile anche ai non addetti ai lavori.

Innanzitutto, quanto sino ad ora esposto (come visualizzare le glicemie, l’infrastruttura di Nightscout…) è universale ed è uguale per ogni tipologia di sensore utilizzato. Ciò che varia, difatti, riguarda solo il primo passo, cioè quello che permette di far transitare i dati glicemici dal sensore all’app che spedirà le glicemie su internet. E, dato che ogni sensore “parla” con un linguaggio differente, per “ascoltarlo” sono state inventate nel tempo “orecchie elettroniche” diverse. Ossia, sistemi informatici ed elettronici diversi, creati ad hoc per ogni sensore. Quindi, il sistema informatico per “ascoltare” un Libre sarà diverso, per esempio, da quello utile per “ascoltare” un Dexcom.

Vediamoli nel dettaglio.

NIGHTSCOUT E DEXCOM G5

Il Dexcom G5 è un sensore di recente progettazione ed è nativamente votato alla condivisione della glicemia in remoto. Semplificando, possiamo dire che è l’app chiamata Dexcom G5 Mobile installata sul dispositivo Apple a “trasmettere” le glicemie. Tuttavia, siccome le possibilità offerte dal sistema Nightscout sono estremamente più variegate e numerose del sistema ufficiale, qualora lo si volesse utilizzare con il Dexcom G5, è possibile farlo mediante l’utilizzo dell’app xDrip, installata su uno smartphone Android (a differenza del sistema ufficiale, che prevede un dispositivo Apple).

g5-share-colors-icon

Se desideri creare questo progetto, puoi scaricare gratuitamente la guida fai da te, che ti guiderà passo passo.

Se hai domande, dubbi o problemi di configurazione del tuo Nightscout personale, puoi scrivere nel gruppo ufficiale italiano.

NIGHTSCOUT E DEXCOM G4

Agli albori del 2014, Nightscout è nato come sistema per condividere le glicemie del Dexcom G4. Solamente in un secondo tempo è stato impiegato su altri modelli di sensore. In questo lasso di tempo alcuni genitori creativi hanno inventato differenti metodi per interfacciare il Dexcom al mondo Nightscout.

Ecco i principali.

Primo metodo: ricevitore Dexcom

Questo metodo, in assoluto ancora il più usato tra i nightscouters, consiste nel collegare il ricevitore Dexcom ad uno smartphone mediante un cavetto micro USB OTG. Lo smartphone scarica le glicemie dal ricevitore Dexcom (nota per chi conosce Diasend: esattamente nello stesso modo in cui collegando il ricevitore al PC i dati vengono scaricati su Diadend). Sarà poi l’app Nightscout a trasmettere i valori glicemici al sito di Nightscout.

Tra le creazioni DeeBee Italia più utilizzate, troviamo la Papàncreas Case, ossia un guscio speciale che permette di contenere in estrema sicurezza sia lo smartphone che il ricevitore Dexcom.

Se desideri creare questo progetto, puoi scaricare gratuitamente la guida fai da te, che ti guiderà passo passo.

Se hai domande, dubbi o problemi di configurazione del tuo Nightscout personale, puoi scrivere nel gruppo ufficiale italiano.

Nightscout-rig

Secondo metodo: xDrip

xDrip è un sistema elettronico di facile costruzione che sostituisce il ricevitore ufficiale Dexcom. xDrip intercetta i valori glicemici inviati dal trasmettitore Dexcom (il “fagiolo grigio” applicato sul paziente diabetico, per intenderci) e li trasmette via Bluetooth ad uno smartphone Android su cui è installata l’omonima app. Sarà l’app xDrip a trasmettere i valori glicemici al sito di Nightscout.

xDrip è stato progettato in diverse fogge. Tra le creazioni di DeeBee Italia più utilizzate, troviamo xMelrose e xItaly.

Se desideri creare questo progetto gratuito, puoi scaricare la guida fai da te, che ti guiderà passo passo, nel nostro gruppo ufficiale.

xitaly steps

Terzo metodo: Parakeet

Parakeet è un “xDrip evoluto”. Vale a dire che incarna tutte le caratteristiche di xDrip e, in più, ospita un alloggiamento in cui inserire una SIM telefonica. In questo modo, Parakeet trasmetterà le glicemie a Nightscout in autononomia, senza necessità di avere uno smartphone Android. Fa tutto Parakeet!

parakeet-wiring-snapshot-200

NIGHTSCOUT E MEDTRONIC ENLITE VEO

Per catturare le glicemie trasmesse dal sensore, è stato progettato MMcommander, un circuito elettronico che andrà collegato tramite cavo micro USB OTG ad uno smartphone Android. Sarà lo smartphone a trasmettere i valori glicemici al sito di Nightscout.

Se desideri creare questo progetto, puoi scaricare gratuitamente la guida fai da te, che ti guiderà passo passo.

Se hai domande, dubbi o problemi di configurazione del tuo Nightscout personale, puoi scrivere nel gruppo ufficiale italiano.

mmcomander guscio

NIGHTSCOUT E MEDTRONIC ENLITE 640G

Le glicemie in questo caso sono catturate da un glucometro Bayer Contour Next Link 2.4 collegato tramite cavo micro USB OTG ad uno smartphone Android. Sarà lo smartphone a trasmettere i valori glicemici al sito di Nightscout.

Se desideri creare questo progetto, puoi scaricare gratuitamente la guida fai da te, che ti guiderà passo passo.

Se hai domande, dubbi o problemi di configurazione del tuo Nightscout personale, puoi scrivere nel gruppo ufficiale italiano.

640g_mobile_connected

NIGHTSCOUT E FREESTYLE LIBRE

Pur non essendo il Libre un CGM, è possibile trasmettere le glicemie al sistema Nightscout ogni qualvolta viene effettuata la lettura del sensore. La lettura deve avvenire con l’app Glimp, progettata in Italia e fiore all’occhiello di CTApp, partner ufficiale di DeeBee Italia.

Se desideri creare questo progetto, puoi scaricare gratuitamente la guida fai da te, che ti guiderà passo passo.

Se hai domande, dubbi o problemi di configurazione del tuo Nightscout personale, puoi scrivere nel gruppo ufficiale italiano.

glimp-options2-4501

DOMANDE E RISPOSTE

Trovate tutte le domande e le risposte qui.

*Alcune foto di questa pagina sono state prese dal sito statunitense di Nightscout

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Finalmente! In arrivo il primo Libre con gli allarmi, la lettura in tempo reale e la visione remota

Ma con Libre ho gli allarmi? Eccola, la domanda più gettonata nei corridoi e nelle stanze social che parlano del sensore Libre. No, scusate. Non “sensore”: il sensore trasmette le glicemie in continuo. E quindi no, non ha gli allarmi. Il motivo è semplice: senza conoscere in modo continuo i valori glicemici non è possibile sapere in quale momento questi escono dal range. Di conseguenza non è possibile attivare il relativo allarme.

No.

Siamo sicuri? Perché la notizia che sta per scuotere le pareti delle case di tutti i nightscouters, presenti e futuri, è davvero, davvero succulenta.

Si chiama LimiTTer e promette, come ormai avrete capito, di trasformare il sistema di monitoraggio Flash del glucosio FreeStyle Libre in un vero e proprio CGM dotato di allarmi, trasmissione dati in continuo (ogni 5 minuti) e, dulcis in fundo, visione remota delle glicemie.

limiTTer

In questo modo non sarà più necessario effettuare le letture manualmente, poiché ci pensarà LimiTTer.

Non sono stati resi ancora noti tutti i dettagli del progetto che ha come fulcro un circuito Arduino UNO/pro-mini. LimiTTer è stato creato in modo indipendente, non è affiliato ad Abbott, produttrice di Libre, e l’autore promette che sarà open e gratuito, come tutto ciò che orbita intorno all’ecosistema di Nightscout.

COME FUNZIONA LIMITTER

schema LimiTTer

  1. All’interno di LimiTTer è presente un’antenna, necessaria alla lettura dei TAG NFC, il cui protocollo di lettura è compatibile con FreeStyle Libre. In altre parole, l’antenna capta le glicemie trasmesse dal sensore.
  2. Oltre all’antenna, all’interno di LimiTTer è presente un circuito che è il cervello del dispositivo stesso, chiamato Arduino. Al circuito Arduino è affidato il compito di “sollecitare” l’antenna ad intervalli regolari di cinque minuti.
  3. I dati captati e letti dall’antenna (più precisamente, dal lettore NFC) vengono interpretati dal circuito Arduino che, a sua volta, li trasmette mediante una connessione BLE ad uno smartphone Android.
  4. Nello smartphone è installata l’app xDrip che ricodifica i dati in ingresso trasmessi da Arduino, li trasforma in valori glicemici e li ritrasmette alla nuvola di Nightscout.
  5. Le glicemie presenti nella nuvola sono quindi leggibili da qualsiasi smartphone e smartwatch, opportunamente configurati.

COME COSTRUIRE LIMITTER

Ad oggi, le specifiche e il progetto non sono ancora state rilasciate. Non appena sarà presente la guida in inglese, sarà nostra premura creare una guida passo-passo,  utile alla creazione di LimiTTEr che, come ogni altra guida, sarà depositata e scaricabile gratuitamente sul sito Facebook ufficiale di Nightscout Italia by DeeBee.it .

La pagina inglese ufficiale di LimiTTer la trovate qui: http://joernl.github.io/LimiTTer/,

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Nightscout con Dexcom, Medtronic e Libre: facciamo chiarezza

In molti ci chiedono come fare per visualizzare le glicemie in remoto (ossia “da lontano”) tramite Nightscout e cosa serve per poterlo realizzare. Utilizzando diversi sensori e dispositivi, anche le risposte sono molteplici. Di seguito per ognuno indicheremo cosa serve e come poter attivare la propria pagina Nightscout.

12510531_1271328719560581_1959641892_o

1. Dexcom G4 con ricevitore
2. Dexcom G4 senza ricevitore (con xDrip)
3. FreeStyle Libre
4. Medtronic Veo
5. Medtronic 640G
6. Gli smartwatch

Dexcom G4 con ricevitore

Per inviare le glicemie a distanza è necessario collegare il ricevitore Dexcom G4 ad uno smartphone  Android con supporto OTG tramite il relativo cavo.
12476434_1270441776315942_9471264_n

Quando avrai a disposizione sia il cavo che lo smartphone dovrai configurare la tua pagina Nightscout. La guida, semplicissima e da seguire passo passo, è depositata nel gruppo ufficiale Facebook Nightscout Italia. Potrai poi visualizzare le glicemie da qualsiasi smartphone (Android e iOS),  pc, tablet e smartwatch.

xDrip – Dexcom G4 senza ricevitore

Se non possiedi il ricevitore Dexcom, in quanto le glicemie vengono lette direttamente dal microinfusore, puoi optare per l’xDrip. E’ una soluzione gratuita fai-da-te, progettata da Stephen Black, che consente la lettura delle glicemie dal sensore ed il successivo invio, tramite l’applicazione dedicata xDrip, ad uno smartphone Android.

xDrip in un Tic Tac

Chiunque può dunque scaricare la guida e fabbricarne uno scegliendo poi fra le diverse soluzioni di assemblaggio (xMelrosexItaly o contenendolo nella classica confezione di Tic Tac).
Dopo aver costruito il proprio ricevitore fai-da-te, per inviare le glicemie in remoto, è necessario configurare la pagina Nightscout seguendo l’apposita guida. Alla fine della configurazione si otterrà l’indirizzo web da inserire nell’app xDrip.  Anche in questo caso sarà poi possibile visualizzare le glicemie da qualsiasi smartphone (Android e iOS),  pc, tablet e smartwatch.

FreeStyle Libre

Hai a disposizione il sensore FreeStyle Libre e vuoi vedere le glicemie a distanza da qualsiasi dispositivo? Quel che ti serve è uno smartphone Android dotato di lettore NFC (qui ne trovi alcuni) in cui installare l’applicazione Glimp.

12482995_1271327786227341_128001738_o

Effettuando la lettura del sensore con lo smartphone in cui hai installato l’app, avrai la possibilità di inviare le glicemie alla tua pagina Nightscout (anche in questo caso da configurare). Trovi la guida depositata nella sezione files del gruppo Facebook italiano ufficiale. Una volta completato il tutto, ad ogni scansione tramite smartphone, la pagina verrà aggiornata. Anche in questo caso potrai visualizzare le glicemie da qualsiasi altro smartphone accedendo alla tua pagina web tramite il browser (Android e iOS) oppure da pc, tablet e smartwatch.

Medtronic Veo

Anche per gli utilizzatori di microinfusori Medtronic Veo, collegato a sensore Enlite, è possibile inviare le glicemie a distanza tramite Nightscout.

mmcomander guscio

Per attivarlo è necessario costruire un dispositivo fai-da-te chiamato MMCommander. Ti servirà anche uno smartphone Android con supporto OTG e il relativo cavo.  Questo sistema non è compatibile con tutti i tipi di microinfusori Medtronic; troverai quelli adatti nella guida passo passo depositata nel gruppo Facebook.
Come per i precedenti dispositivi, dopo aver effettuato la configurazione della pagina Nightscout, potrai visualizzare le glicemie in remoto da qualsiasi smartphone  (Android e iOS) pc, tablet e smartwatch.

Medtronic 640G

Per il microinfusore Minimed 640G, la configurazione di Nightscout si è resa più facile. A differenza della versione precedente infatti, non è necessaria la costruzione di alcun dispositivo.

13221474_1011858572225416_87486068998791276_n

Ciò che serve è semplicemente uno smartphone Android con supporto OTG, il relativo cavo e un glucometro ContourNext Link 2.4 USB. Trovi la guida passo passo nel gruppo Facebook Nightscout ufficiale italiano, di DeeBee.it.

Impostazioni smartwatch

In questo caso le configurazioni possono variare secondo il sistema operativo e dello smartwatch a tua disposizione .

  • puoi collegare la tua pagina Nightscout ad un Pebble tramite la sua applicazione, disponibile sia per Android che per iOS

pebble

  • per collegare la tua pagina Nightscout ad uno smartwatch Android dovrai installare due applicazioni:  Android Wear – che ti permetterà di connettere lo smartwatch al tuo telefono tramite una seconda applicazione, Nightwatch. In quest’ultima devi inserire l’indirizzo della tua pagina Nightscout e poi selezionare il relativo quadrante (o watchface, in inglese) nell’orologio.

androidlg

  • se invece possiedi un Apple Watch ti basterà installare myBG, inserire la tua pagina Nightscout e selezionare il quadrante relativo.

apple

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Il primo ricevitore per Dexcom indossabile (e gratuito)

xItaly è il primo dispositivo al mondo indossabile in grado di ricevere i valori glicemici del sensore Dexcom. E non solo: una volta ricevuti è in grado di spedirli ad uno smartwatch GSM (che al suo interno ospita una microSIM) e quindi online, in remoto, in qualsiasi parte del mondo raggiunta da internet! E’ un progetto marchiato DeeBee.it e made in Italy.

Può essere usato come ciondolo o può essere messo comodamente in tasca date le dimensioni davvero ridotte.
La progettazione di xItaly (che con il suo nome vuole omaggiare il primo trial italiano sul Pancreas Artificiale in età pediatrica, effettuatosi proprio mentre xItaly veniva concepito) va incontro a tutti quei genitori che vogliono tenere la glicemia del figlio sotto controllo anche quando sta facendo attività che lo portano ad occupare un’area di dimensioni difficilmente “copribili” dal ricevitore (per esempio durante una partita di calcio, o mentre il figlio gioca in un grande parco). Con xItaly indosso e lo smartwatch al polso, la glicemia sarà sempre sotto controllo!

Il cuore pulsante di xItaly è il circuito xDrip (o  xBridge).

Caratteristiche
Sezione: 46 x 46 millimetri
Spessore: 11 millimetri
Peso: 25 grammi
Durata batteria: 26 ore

Con xItaly si ha quindi tra le mani (anzi, al collo!) un ricevitore per Dexcom supercompatto e che in coppia con uno smartwatch GSM, permette di spedire le glicemie in remoto, in tempo reale, di impostare infiniti allarmi “intelligenti” (MOLTO intelligenti) e di fare tante, tantissime altre cose in più, come spedire un messaggio in caso di ipoglicemia, o persino comandare l’accensione di una luce in casa! Ovviamente sono solo due semplici esempi: le potenzialità sono davvero infinite, grazie alle potenzialità IFTTT. E grazie al sistema Nightscout.

marco e giulia con logo
DeeBee Italia raccomanda l’utilizzo di xItaly in abbinamento allo smartwatch K8 Mini oppure allo ZGPAX S8

Il progetto gratuito lo trovi qui.

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Nightscout: domande e risposte

Cos’è Nightscout?

Nightscout è un progetto open source gratuito e fai da te, che permette di visualizzare da remoto il livello di glucosio rilevato da un sensore CGM (Dexcom G4, Dexcom G5, Medtronic Enlite o FreeStyle Libre).

Come funziona?

Nightscout è un sistema non invasivo: il sensore continua a lavorare come sempre, cioè leggendo il livello di glucosio di chi indossa lo indossa.

  • Dexcom G4: al ricevitore viene collegato uno smartphone con l’app Nightscout che ne legge le glicemie oppure, in alternativa, un circuito esterno (xDrip o Parakeet) funge da secondo ricevitore e capta le glicemie trasmesse;
  • Enlite: un circuito esterno ricevitore capta le glicemie;
  • Libre: uno smartphone NFC funge da lettore.

In ogni caso, le glicemie rilevate vengono trasmesse su Internet; tali valori sono quindi visualizzabili da un qualsiasi dispositivo connesso al web.

Nightscout è un’app?

Anche, ma non solo: è un ecosistema di strumenti informatici quali app, server in the cloud e database server.

Posso installare Nightscout sul mio smartphone e poi funziona tutto?

No, occorre creare anche le strutture MongoDB e Azure (o equivalenti). Iscriviti al nostro gruppo ufficiale Nightscout Italia per ulteriori informazioni.

Nightscout funziona con Apple?

Per trasmettere le glicemie del sensore occorre uno smartphone Android. Ad eccezione del Dexcom G5 per cui è necessario un dispositivo Apple.
Per ricevere le glicemie va bene qualsiasi tipo di smartphone di ultima generazione (e non solo, vedi sopra)

Nightscout è gratuito?

Sì, il sistema Nightscout è un progetto open e gratuito. Ovviamente, per farlo funzionare servono uno smartphone (o alcuni componenti da assemblare) e un sensore: quest’ultimo è prescrivibile dal Diabetologo oppure acquistabile privatamente.

Cosa occorre per realizzare Nightscout?

  • Dexcom G4: è necessario uno smartphone che supporti la tecnologia OTG e relativo cavo mediante il quale collegare lo smartphone al ricevitore Dexcom; oppure, in assenza del ricevitore, è possibile costruire un device,chiamato xDrip, in grado di intercettare i dati inviati dal sensore, condividendoli poi via bluetooth con smartphone che si occuperà di spedire su Internet le glicemie rilevate.
  • Dexcom G5: è necessario condividere le glicemie mediante l’apposita funzione presente nell’app dedicata, chiamata Dexcom G5 Mobile.
  • Enlite Veo: necessaria la costruzione di un interfaccia hardware, chiamata mmCommander, che capta le glicemie dal microinfusore Medtronic. Questa interfaccia condivide (mediante un cavo OTG) i dati captati dandoli in pasto ad uno smartphone, che si occuperà di spedire su Internet le glicemie rilevate.
  • Enlite 640G: è necessario uno smartphone che supporti la tecnologia OTG e relativo cavo mediante il quale collegare lo smartphone al glucometro Bayer Contour Link USB.
  • FreeStyle Libre: è necessario uno smartphone che supporti la tecnologia NFC.

Accessori molto utili possono essere:

Dove trovo la guida per l’installazione?

Puoi scaricare gratuitamente la guida fai da te di DeeBee.it, che ti guiderà passo passo.

Se hai domande, dubbi o problemi di configurazione del tuo Nightscout personale, puoi inoltre scrivere nel gruppo ufficiale italiano.

Non utilizzo nessun sensore, come posso fare per procurarmelo?

E’ necessaria la richiesta del diabetologo e l’accettazione della fornitura da parte dell’ASL. Per quanto riguarda Dexcom è possibile l’acquisto anche privatamente.

Ma alla fine, cosa deve restare con mio figlio? E cosa con me?

Con tuo figlio

Per Dexcom G4

– Sensore, trasmettitore e ricevitore Dexcom
– Smartphone OTG
– Cavetto
guscio per racchiudere il tutto (opzionale e raccomandato)

oppure, sempre per Dexcom G4

– Sensore, trasmettitore Dexcom
xDrip
– Smartphone
– guscio per racchiudere il tutto (opzionale e raccomandato, come xMelrose)

oppure, per Dexcom G5

– Smartphone con app Dexcom G5 Mobile

oppure, per Enlite Medtronic

– Sensore, trasmettitore Enlite
– mmCommander o glucometro Bayer Contour Link USB
– Smartphone
– guscio per racchiudere mmCommander (opzionale e raccomandato)

oppure, per Libre

– Smartphone NCF

Con te

Un device che ti permetta di navigare in Internet ed abbia un browser

oppure

Uno smartwatch con accesso ad Internet

Cosa significano quei numeri sul mio Pebble?

(Nightscout v0.7)

pebble legenda

©Riproduzione riservata



Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Glicemia a distanza, gratis

Se sei alla ricerca della guida passo passo per la creazione gratuita del tuo sistema di visione della glicemia a distanza, la trovi qui.

Cos’è il progetto Nightscout?

Nightscout (CGM nel Cloud) è un progetto open source gratuito e fai da te, che consente l’accesso in tempo reale al sensore (Dexcom G5, Dexcom G4, FreeStyle Libre o Medtronic Enlite) dal browser web via smartphone, computer, tablet, smartwatch e smartTV. L’obiettivo del progetto è quello di consentire il monitoraggio remoto del livello di glucosio utilizzando un sensore glicemico.

Se vuoi saperne di più clicca qui

ACCESSORI E PROGETTI OPEN PER NIGHTSCOUT

PAPÀNCREAS CASE

E’ un guscio made in Italy studiato per contenere il ricevitore Dexcom ed uno smartphone Motorola Moto G collegati tramite cavo OTG. In questo modo verrà reservata la porta micr USB del Dexcom poichè assolutamente priva di sollecitazioni.

625x465_3332429_9941299_1429746214

PAPÀNCREAS  SALVADEX

Guscio universale made in Italy per il Dexcom utile a prevenire rotture della porta micro USB del Dexcom e studiata appositamente per essere collegata a qualsiasi smartphone mediante graffette (o in alternativa fermacampioni, viti, spago, ecc.)

salvadex_1

PAPÀNCREAS  XMELROSE

Primo case al mondo made in Italy che racchiude tra le sue pareti un minismartphone (Melrose S9) ed un circuito xDrip (o xBridge).

xMelrose - xDrip con un mini smartphone

PAPÀNCREAS XITALY

xItaly è il primo dispositivo al mondo indossabile in grado di ricevere i valori glicemici del sensore Dexcom.

giulia nosella dicascalie ITA

PAPÀNCREAS xCAP – Tic Tac piccolo

E’ progetto made in Italy che consiste in un “tappo” progettato per sostituire il tappo di una comune scatolina di TIC TAC in modo tale da permettere di inserirvi all’interno un circuito xDrip con una presa micro USB stabile e sicura.

xDrip in un Tic Tac

xDRIP LID – Tic Tac grande

Progetto made in USA che consiste in un “tappo” progettato per sostituire il tappo di una scatolina di TIC TAC formato grande in modo tale da permettere di inserirvi all’interno un circuito xDrip con una presa micro USB stabile e sicura.

TicTc Lid grande

PEBBLE STAND

Progetto Made in USA utile per avere una base di ricarica per il nostro Pebble di prima generazione.

Pebble stand rett
GUSCIO MMCOMMANDER

Utile per racchiudere in modo sicuro e compatto il modulo mmcommander.

mmcomander guscio

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!

Sensori glicemici

I sensori sono strumenti  che misurano i livelli di glucosio 24 ore su 24 mediante biosensori che ne rilevano la concentrazione nel liquido interstiziale sottocutaneo tramite l’utilizzo di un sistema enzimatico.
Se vuoi saperne di più sui sensori, clicca qui

ACCESSORI DEXCOM

ll CGM Dexcom rileva  i valori del glucosio 24 ore su 24, trasmettendoli al microinfusore preposto, al ricevitore standard Dexcom, oppure a xDrip. E’ un sistema dotato di allarmi, versatile e compatibile con svariate tipologie di prodotti.
Se vuoi saperne di più sul sensore Dexcom, clicca qui

PAPÀNCREAS CASE

E’ un guscio made in Italy studiato per contenere il ricevitore Dexcom ed uno smartphone Motorola Moto G collegati tramite cavo OTG. In questo modo verrà reservata la porta micr USB del Dexcom poichè assolutamente priva di sollecitazioni.

625x465_3332429_9941299_1429746214

PAPÀNCREAS  SALVADEX

Guscio universale made in Italy per il Dexcom utile a prevenire rotture della porta micro USB del Dexcom e studiata appositamente per essere collegata a qualsiasi smartphone mediante graffette (o in alternativa fermacampioni, viti, spago, ecc.)

salvadex_1

PAPÀNCREAS  XMELROSE

Primo case al mondo made in Italy che racchiude tra le sue pareti un minismartphone (Melrose S9) ed un circuito xDrip (o xBridge).

xMelrose - xDrip con un mini smartphone

PAPÀNCREAS XITALY

xItaly è il primo dispositivo al mondo indossabile in grado di ricevere i valori glicemici del sensore Dexcom.

giulia nosella dicascalie ITA

PAPÀNCREAS xCAP – Tic Tac piccolo

E’ progetto made in Italy che consiste in un “tappo” progettato per sostituire il tappo di una comune scatolina di TIC TAC in modo tale da permettere di inserirvi all’interno un circuito xDrip con una presa micro USB stabile e sicura.

xDrip in un Tic Tac

xDRIP LID – Tic Tac grande

Progetto made in USA che consiste in un “tappo” progettato per sostituire il tappo di una scatolina di TIC TAC formato grande in modo tale da permettere di inserirvi all’interno un circuito xDrip con una presa micro USB stabile e sicura.

TicTc Lid grande

PEBBLE STAND

Progetto Made in USA utile per avere una base di ricarica per il nostro Pebble di prima generazione.

Pebble stand rett

4 IN A RAW

E’ primo quadrante per Pebble e sensore Dexcom che mette al centro la cosiddetta “glicemia non filtrata” e che anticipa le rilevazioni del ricevitore Dexcom di circa dieci minuti.

no_ipo_4_raw

ACCESSORI FREESTYLE LIBRE

Il FGM FreeStyle Libre rileva la glicemia 24 ore su 24 e a differenza dei sensori CGM è leggibile solo tramite scansione con l’apposito lettore, non è quindi dotato di allarmi.
Se vuoi saperne di più sul sensore FreeStyle Libre, clicca qui.

DEEBEE GLIMBEE

Primo guscio indossabile, made in Italy, che trasforma il FreeStyle Libre in un vero CGM dotato di allarmi e visione a distanza delle glicemie.

glimbee_r
ACCESSORI ENLITE

ll CGM Enlite rileva  i valori del glucosio 24 ore su 24, trasmettendoli al microinfusore. E’ un sistema dotato di allarmi ed compatibile solo con i prodotti Medtronic.
Se vuoi saperne di più sul sensore Enlite, clicca qui.

DEEBEE BEAN

Guscio universale made in Italy per il glucometro Bayer Contour Next Link 2.4, nato con lo scopo di presevarne la porta USB quando in uso con il Nightscout per il Medtronic Minimed 640G.

deebee.it_glimbee1

GUSCIO MMCOMMANDER

Utile per racchiudere in modo sicuro e compatto il modulo mmcommander.

mmcomander guscio

PEBBLE STAND

Progetto made in USA utile per avere una base di ricarica per il nostro Pebble di prima generazione.

pebble stand rett2

 

©Riproduzione riservata


Vuoi parlare con le centinaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda!
Enjoy!