Il primo ricevitore per Dexcom indossabile (e gratuito)

xItaly è il primo dispositivo al mondo indossabile in grado di ricevere i valori glicemici del sensore Dexcom. E non solo: una volta ricevuti è in grado di spedirli ad uno smartwatch GSM (che al suo interno ospita una microSIM) e quindi online, in remoto, in qualsiasi parte del mondo raggiunta da internet! E’ un progetto marchiato DeeBee.it e made in Italy.

Può essere usato come ciondolo o può essere messo comodamente in tasca date le dimensioni davvero ridotte.
La progettazione di xItaly (che con il suo nome vuole omaggiare il primo trial italiano sul Pancreas Artificiale in età pediatrica, effettuatosi proprio mentre xItaly veniva concepito) va incontro a tutti quei genitori che vogliono tenere la glicemia del figlio sotto controllo anche quando sta facendo attività che lo portano ad occupare un’area di dimensioni difficilmente “copribili” dal ricevitore (per esempio durante una partita di calcio, o mentre il figlio gioca in un grande parco). Con xItaly indosso e lo smartwatch al polso, la glicemia sarà sempre sotto controllo!

Il cuore pulsante di xItaly è il circuito xDrip (o  xBridge).

Caratteristiche
Sezione: 46 x 46 millimetri
Spessore: 11 millimetri
Peso: 25 grammi
Durata batteria: 26 ore

Con xItaly si ha quindi tra le mani (anzi, al collo!) un ricevitore per Dexcom supercompatto e che in coppia con uno smartwatch GSM, permette di spedire le glicemie in remoto, in tempo reale, di impostare infiniti allarmi “intelligenti” (MOLTO intelligenti) e di fare tante, tantissime altre cose in più, come spedire un messaggio in caso di ipoglicemia, o persino comandare l’accensione di una luce in casa! Ovviamente sono solo due semplici esempi: le potenzialità sono davvero infinite, grazie alle potenzialità IFTTT. E grazie al sistema Nightscout.

marco e giulia con logo
DeeBee Italia raccomanda l’utilizzo di xItaly in abbinamento allo smartwatch K8 Mini oppure allo ZGPAX S8

Il progetto gratuito lo trovi qui.

©Riproduzione riservata
Print Friendly, PDF & Email

Vuoi parlare con le migliaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda! Nel nostro gruppo affrontiamo ogni tematica inerente il diabete (non solo tecnologia ma anche leggi, sport, alimentazione, accettazione, gestione quotidiana, L104, ecc., sia per adulti che per bambini).
Enjoy!

Le tre briscole

Non tutti gli esordienti sanno che nel loro mazzo ci sono Asso, Tre e Re di briscola. Pronti per essere pescati.

Cara mamma e caro papà esordienti,
mi chiamo Fabrizio e sono papà di una bimba che ha il diabete dall’età di quasi 17 mesi.
In passato, leggendo i vari post dei genitori che scrivevano di un figlio che aveva esordito poco tempo prima, ho sempre risposto “al volo”. Ma, data la possibiltà offertami da DeeBee.it e dato che le cose che vorrei dire a questi genitori sono invariabilmente le stesse, ho deciso di scrivere qui una pagina indelebile a futura memoria di tutti i genitori esordienti. Siccome il mio “taglio mentale” è molto incline alle cose pratiche, vado subito al dunque, senza troppe smancerie :)

Cosa voglio dirti? Perchè scrivo?
Ti scrivo perchè sovente mi è capitato di parlare con genitori che non avevano la minima idea che esistessero metodi per somministrare l’insulina alternativi alle iniezioni. Che non sapevano che esiste la possibilità di diminuire drasticamente il numero di misurazioni capillari, chiamate anche “pic” (cioè bucare il polpastrello per misurare la glicemia della goccia di sangue prelevata dal dito). Che non sapevano della possibilità di conoscere in ogni istante la glicemia del bimbo sul proprio orologio, anche se il bimbo è lontano (dai nonni, a scuola, in gita…).
Ritengo che la Conoscenza sia alla base di una migliore gestione del diabete: è quindi bene sapere tutto ciò che segue poiché, qualora tu ti senta pronto a “domare” il diabete di tuo figlio con metodi innovativi e (a mio avviso) molto meno traumatici della classica terapia “penna + glucometro”, potrai chiedere maggiori informazioni al tuo diabetologo al fine di intraprendere una nuova strada che ti condurrà ad una diversa gestione del diabete.

Il mio esordio
Nella iella, posso dire di essere stato molto fortunato, perchè sino ad ora, malgrado tanti mesi con il diabete, mia figlia non ha MAI visto una siringa, nè una penna ed ha sempre fatto “pochi” pic: questo grazie al fatto che sin dal primo giorno ci è stata offerta la possibilità di utilizzare il sensore, il microinfusore e, subito dopo, un sistema di condivisione dei dati (Nightscout e, dal 2018, anche Yagi) ossia tris di carte vincenti che io chiamo asso, tre e re di briscola.

Da quando mi sono affacciato a questo “dolce” mondo ho letto tantissime opinioni, alcune delle quali mi trovano in completo disaccordo: «il microinfusore non si mette sui bambini piccoli»; «il microinfusore non dev’essere messo all’esordio perché altrimenti non si impara a fare l’insulina con le iniezioni»; «non è lecito pretendere il sensore fino a quando il diabetologo non ve lo propone»; «un genitore deve prima metabolizzare la malattia: non serve dirgli ora che esistono questi sistemi»; «monitorare a distanza la glicemia è come il “grande fratello” e limita la libertà del figlio»…
Potrei andare avanti ancora un bel po’. Tutto ciò è lontano anni luce dal mio credo e dalla mia esperienza.

Comunque, pur ritenendo che tutto sia altamente soggettivo, sono altrettanto convinto che ogni genitore debba almeno sapere che esistono questi strumenti per avere in mano tutto il mazzo di carte e ponderare, insieme ad un medico illuminato, quale carta sia la migliore per il suo gioco.

In conclusione…
Ricorda che la tecnologia, allo stato attuale, ti consente di: non fare più nessuna iniezione, fare molti meno pic, sapere in ogni momento la glicemia di tuo figlio ovunque tu sia. Senza limiti di età.

Se pensi che questo articolo ti abbia fatto scoprire cose nuove ed interessanti, condividilo con gli altri genitori: magari anche loro apprenderanno informazioni utili come hai fatto tu. Inoltre, se desideri parlare con me e/o con TANTI altri genitori che già usano le tre briscole, ci trovi nel gruppo Facebook di DeeBee Italia: iscriviti!

Fabrizio, un papà T3*

* “T3” è uno dei soprannomi che indicano un genitore di figlio diabetico (magari non lo sapevi ancora, ma sarebbe normale! Il diabete è tutto un mondo da scoprire…)

©Riproduzione riservata
Print Friendly, PDF & Email

Vuoi parlare con le migliaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda! Nel nostro gruppo affrontiamo ogni tematica inerente il diabete (non solo tecnologia ma anche leggi, sport, alimentazione, accettazione, gestione quotidiana, L104, ecc., sia per adulti che per bambini).
Enjoy!

Conosci tutte le funzionalità del tuo Nightscout?

Vi capita di guardare il vostro pebble o la vostra pagina Nightscout e chiedervi cosa significano quei numeri o quelle icone? Sapete come sfruttare al meglio tutte le potenzialità offerte dalla funzione careportal?

Vediamole insieme!

Menù impostazioni

Oltre alle impostazioni generali, questo menù consente di scegliere quali allarmi attivare e cosa vogliamo visualizzare nella nostra pagina Nightscout.

setting_1

setting_2

 

Editor dei profili

Per poter utilizzare i vari plugin è indispensabile inserire i parametri personali nell’editor dei profili.

editor_1

editor_2

 

Ed ora che abbiamo impostato tutti i parametri e scelto i plugin da visualizzare, come faccio ad utilizzarli? Semplice: dal menù somministrazione scegliete cosa volete inserire (ad esempio i carboidrati ingeriti, l’insulina erogata, il cambio cannula e molto altro) e poi salvate inviando il modulo.

somministrazione

Ed ecco cosa visualizzerete nel vostro pebble e nella vostra pagina Nightscout.

Pebble

(nightscout v0.8.1)pebble_1bis

Nightscout (versione 0.8.1)

nightscout_pagina1

©Riproduzione riservata
Print Friendly, PDF & Email

Vuoi parlare con le migliaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda! Nel nostro gruppo affrontiamo ogni tematica inerente il diabete (non solo tecnologia ma anche leggi, sport, alimentazione, accettazione, gestione quotidiana, L104, ecc., sia per adulti che per bambini).
Enjoy!

Nightscout: domande e risposte

Cos’è Nightscout?

Nightscout è un progetto open source gratuito e fai da te, che permette di visualizzare da remoto il livello di glucosio rilevato da un sensore CGM (Dexcom G4, Dexcom G5, Medtronic Enlite o FreeStyle Libre).

Come funziona?

Nightscout è un sistema non invasivo: il sensore continua a lavorare come sempre, cioè leggendo il livello di glucosio di chi indossa lo indossa.

  • Dexcom G4: al ricevitore viene collegato uno smartphone con l’app Nightscout che ne legge le glicemie oppure, in alternativa, un circuito esterno (xDrip o Parakeet) funge da secondo ricevitore e capta le glicemie trasmesse;
  • Enlite: un circuito esterno ricevitore capta le glicemie;
  • Libre: uno smartphone NFC funge da lettore.

In ogni caso, le glicemie rilevate vengono trasmesse su Internet; tali valori sono quindi visualizzabili da un qualsiasi dispositivo connesso al web.

Nightscout è un’app?

Anche, ma non solo: è un ecosistema di strumenti informatici quali app, server in the cloud e database server.

Posso installare Nightscout sul mio smartphone e poi funziona tutto?

No, occorre creare anche le strutture MongoDB e Azure (o equivalenti). Iscriviti al nostro gruppo ufficiale Nightscout Italia per ulteriori informazioni.

Nightscout funziona con Apple?

Per trasmettere le glicemie del sensore occorre uno smartphone Android. Ad eccezione del Dexcom G5 per cui è necessario un dispositivo Apple.
Per ricevere le glicemie va bene qualsiasi tipo di smartphone di ultima generazione (e non solo, vedi sopra)

Nightscout è gratuito?

Sì, il sistema Nightscout è un progetto open e gratuito. Ovviamente, per farlo funzionare servono uno smartphone (o alcuni componenti da assemblare) e un sensore: quest’ultimo è prescrivibile dal Diabetologo oppure acquistabile privatamente.

Cosa occorre per realizzare Nightscout?

  • Dexcom G4: è necessario uno smartphone che supporti la tecnologia OTG e relativo cavo mediante il quale collegare lo smartphone al ricevitore Dexcom; oppure, in assenza del ricevitore, è possibile costruire un device,chiamato xDrip, in grado di intercettare i dati inviati dal sensore, condividendoli poi via bluetooth con smartphone che si occuperà di spedire su Internet le glicemie rilevate.
  • Dexcom G5: è necessario condividere le glicemie mediante l’apposita funzione presente nell’app dedicata, chiamata Dexcom G5 Mobile.
  • Enlite Veo: necessaria la costruzione di un interfaccia hardware, chiamata mmCommander, che capta le glicemie dal microinfusore Medtronic. Questa interfaccia condivide (mediante un cavo OTG) i dati captati dandoli in pasto ad uno smartphone, che si occuperà di spedire su Internet le glicemie rilevate.
  • Enlite 640G: è necessario uno smartphone che supporti la tecnologia OTG e relativo cavo mediante il quale collegare lo smartphone al glucometro Bayer Contour Link USB.
  • FreeStyle Libre: è necessario uno smartphone che supporti la tecnologia NFC.

Accessori molto utili possono essere:

Dove trovo la guida per l’installazione?

Puoi scaricare gratuitamente la guida fai da te di DeeBee.it, che ti guiderà passo passo.

Se hai domande, dubbi o problemi di configurazione del tuo Nightscout personale, puoi inoltre scrivere nel gruppo ufficiale italiano.

Non utilizzo nessun sensore, come posso fare per procurarmelo?

E’ necessaria la richiesta del diabetologo e l’accettazione della fornitura da parte dell’ASL. Per quanto riguarda Dexcom è possibile l’acquisto anche privatamente.

Ma alla fine, cosa deve restare con mio figlio? E cosa con me?

Con tuo figlio

Per Dexcom G4

– Sensore, trasmettitore e ricevitore Dexcom
– Smartphone OTG
– Cavetto
guscio per racchiudere il tutto (opzionale e raccomandato)

oppure, sempre per Dexcom G4

– Sensore, trasmettitore Dexcom
xDrip
– Smartphone
– guscio per racchiudere il tutto (opzionale e raccomandato, come xMelrose)

oppure, per Dexcom G5

– Smartphone con app Dexcom G5 Mobile

oppure, per Enlite Medtronic

– Sensore, trasmettitore Enlite
– mmCommander o glucometro Bayer Contour Link USB
– Smartphone
– guscio per racchiudere mmCommander (opzionale e raccomandato)

oppure, per Libre

– Smartphone NCF

Con te

Un device che ti permetta di navigare in Internet ed abbia un browser

oppure

Uno smartwatch con accesso ad Internet

Cosa significano quei numeri sul mio Pebble?

(Nightscout v0.7)

pebble legenda

©Riproduzione riservata

Print Friendly, PDF & Email

Vuoi parlare con le migliaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda! Nel nostro gruppo affrontiamo ogni tematica inerente il diabete (non solo tecnologia ma anche leggi, sport, alimentazione, accettazione, gestione quotidiana, L104, ecc., sia per adulti che per bambini).
Enjoy!

Allarmi personalizzati con Nightscout

Il sito web di Nightscout offre quattro soglie di allarme predefinite:

  • IPO URGENTE: 55
  • IPO: 80
  • IPER: 180
  • IPER URGENTE: 260

Nel caso in cui aveste esigenze particolari o voleste allarmi personalizzati che permettano di scegliere la soglia glicemica di ipo e iper e le relative modalità di allarme (suono, solo vibrazione, schermo che lampeggia…), potrete utilizzare l’app Nightwatch, disponibile per Android.

Ricordate che, se è la prima volta che installate un’app esterna (cioè senza utilizzare il Google Play Store), dovrete prima andare nelle impostazioni dello smartphone e, nel sottomenù “Sicurezza“, mettere la spunta sulla voce “Origini sconosciute“.

Ora eseguite Nightwatch ed andate sui Settings.

Screenshot_2015-10-26-09-38-44

Qui potrete impostare ogni allarme desiderato, che suonerà con le modalità da voi desiderate. Come? Toccate “BG Level Alerts“.

Screenshot_2015-10-26-09-38-532

Toccando ora “CREATE LOW ALERT” potrete creare un allarme che suonerà quando la glicemia scenderà sotto una soglia da voi stabilita.
Parimenti, toccando “CREATE HIGH ALERT” potrete creare un allarme che suonerà quando la glicemia salirà oltre una soglia da voi stabilita.

Screenshot_2015-10-26-09-39-10

Per ogni allarme creato è possibile assegnare ad esso:

  • Alert name: un nome,
  • Threshold: un valore glicemico,
  • Snooze: uno snooze, cioè dopo quanti minuti l’allarme tornerà a suonare nel caso in cui la glicemia sia ancora fuori target,
  • Re-raise: ogni quanto suonare nel caso un cui l’allarme non venga spento una volta che ha suonato,
  • Alert Tone: la suoneria dell’allarme,
  • Alert Time: in quale fascia oraria l’allarme dev’essere attivo,
  • Override: se l’allarme deve suonare anche qualora lo smartphone sia impostato a muto,
  • Vibrate: se deve vibrare o no

Un suggerimento: ricordate di inserire la stringa del vostro indirizzo Nightscout nelle impostazioni, altrimenti l’app non saprà dove andare leggere le glicemie del sensore.

Screenshot_2015-10-26-09-40-383

Note
Abbiamo ricevuto messaggi di genitori con il timore che “mettere mano” a queste impostazioni possa in qualche modo inficiare il buon funzionamento di Nightscout; non abbiate questo cruccio: Nightwatch è un’app esterna a Nightscout. Nightscout non verrà intaccato in alcun modo dalle impostazioni settate su Nightwatch, poichè questa app legge le glicemie ma non scrive nulla.

©Riproduzione riservata

Print Friendly, PDF & Email

Vuoi parlare con le migliaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda! Nel nostro gruppo affrontiamo ogni tematica inerente il diabete (non solo tecnologia ma anche leggi, sport, alimentazione, accettazione, gestione quotidiana, L104, ecc., sia per adulti che per bambini).
Enjoy!

Vuoi conoscere la tua glicata con Nightscout?

Conoscete già il  velocissimo metodo per analizzare i dati del Dexcom e capire dove intervenire per ottenere glicemie sempre migliori?
Una sorta di Diasend online pronto all’utilizzo e con i dati sempre aggiornati, senza dover collegare il Dexcom al PC e quindi preservando la fragile porta del ricevitore.

Per installare l’estensione, dovrete aprire questo link (utilizzando il browser Chrome, mi raccomando!).
Non avete Chrome sul vostro PC? Installatelo ora.

glicata nightscout DeeBee

©Riproduzione riservata
Print Friendly, PDF & Email

Vuoi parlare con le migliaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda! Nel nostro gruppo affrontiamo ogni tematica inerente il diabete (non solo tecnologia ma anche leggi, sport, alimentazione, accettazione, gestione quotidiana, L104, ecc., sia per adulti che per bambini).
Enjoy!

I rimedi alle allergie del sensore Dexcom

In alcuni casi, il fissaggio del sensore o del cerotto del microinfusore può essere un serio problema. Di seguito riportiamo le testimonianze di alcuni utilizzatori.

Testimonianza di mamma Chiara

Mamma Chiara Moretti ha risolto brillantemente il problema inerente la forte allergia della figlia nei confronti del collante del cerotto.
Ecco la sua testimonianza in prima persona.

“Mia figlia, dopo qualche mese di utilizzo, ha presentato allergia dapprima al cerotto dexcom, poi a quello del micro. Prima di trovare la soluzione è trascorso un anno di calvario per me…. non potevo più vederla così rovinata, ma al tempo stesso non potevo lasciarla senza sensore. Grazie ai consigli di una mamma americana che aveva avuto lo stesso problema con suo figlio, posso proprio dire di avere risolto e non mi sembra ancora vero!!!!!”

PROCEDIMENTO

Questo è uno spray nasale, serve a chi soffre di allergie. Contiene del cortisone, ma essendo spray io non ho riscontrato alcun problema sulla glicemia e comunque basta una spruzzatina e bisogna fare asciugare all’aria.”

spray_grande

“Quando lo spray si è asciugato, va applicato questo cerotto. Purtroppo non si trova in Italia io li prendo o su Amazon o su Ebay e mi sono sempre arrivati dall’America. La misura giusta è proprio questa scritta in basso. Sono tipo i “Compeed” che troviamo in farmacia, ma io non ho provato magari funzionano anche quelli!”

foto_cerotto

“Bisogna tagliare con le forbicine il cerotto in modo da formare un cerchio (dove attaccherai poi il cerotto del dexcom) in questo modo”

compeed_grande

“Si prende il sensore e si taglia il cerotto dexcom fino a farlo diventare rettangolare”

dexom_grande

“Poi prima di staccare le alette al cerotto dexcom bisogna prendere una salvietta “speciale”. Non si trovano in Italia (come siamo fortunati è?!)..sempre o amazon o ebay… non tutti i venditori che si trovano spediscono in Italia quindi bisogna avere un po di pazienza e trovare quello giusto. 

Una volta tolte le alette al cerotto dexcom aprire una salvietta…questa ha il potere di togliere la colla “cattiva” dal cerotto dexcom per metterne una “buona”, anallergica, semplicemente strofinandola sul cerotto. Questa è la cosa che fa più la differenza!”

salviette_grande

“Applicare il cerotto facendo coincidere il foro del dexcom al foro del cerotto già applicato sulla pelle. Spingere col dito i contorni in modo da fare aderire bene. Assicuro che tiene! Noi abitiamo al mare per cui questa estate con i bagni, la piscina, la doccia… Basta fissare il primo cerotto con uno di ancoraggio (assolutamente NO fixomul per chi  ha allergia alla colla, irrita da pazzi!!!) Io uso quello di carta della 3m. Poi metto sopra una fascia elastica in lycra”.

Il confronto del “prima” e del “dopo” è strabiliante.
A voi il giudizio finale.

braccio_2
 senza allergia

Testimonianza di mamma Patrizia

Anche mamma Patrizia Marinelli ha risolto il problema dell’allergia verso il collante del Dexcom della sua bimba.

Ecco cosa ci dice: Io per la mia piccolina uso Suprasorb H Hydrokolloid da applicare sotto al sensore Dexcom e micro perché gli fa allergia. A me funziona, costano 30 euro e ce ne sono 10. Misura 10 x 10 cm. Per il sensore Dexcom taglio il cerotto a metà, praticando un foro all’altezza dell’ago inseritore, per il microinfusore invece basta un quarto di cerotto.”

13046272_1354637644563021_1641167465_n

Testimonianza di Alessio Capobianco

Per prima cosa vi servirà un cerotto chiamato Med’s Protective Film.

Adotto questa soluzione ormai da qualche mese e riesco a tenere il sensore senza arrossamenti né prurito o infiammazioni per 2 settimane, praticando sport 3 volte a settimana e facendo la doccia quasi tutti i giorni.

Disinfettate il sito e applicate questo cerotto che, ricordiamolo, si compra in qualsiasi  farmacia.

Ritagliate leggermente le due terminazioni del cerotto del sensore, per evitare che aderisca con la pelle, poi applicatelo come di consueto, ma sopra il cerotto Med’s.

Ora, non vi basterà altro che spingere il pistone, inserire la chiocciola
e avviarla. Per maggiore sicurezza e aderenza c’è un altro passaggio che potrete effettuare e che consiste nell’applicare un ulteriore
cerotto, per evitare che il sensore si stacchi, come spiegato qui.

Ed ecco il sorprendente risultato, dopo 2 settimane di utilizzo del sensore.

Dopo la rimozione dei cerotti, per idratare il sito utilizzo la pomata Gentalyn Beta.

Grazie a tutti per l’attenzione e spero che questa guida possa esservi stata d’aiuto!

©Riproduzione riservata
Print Friendly, PDF & Email

Vuoi parlare con le migliaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda! Nel nostro gruppo affrontiamo ogni tematica inerente il diabete (non solo tecnologia ma anche leggi, sport, alimentazione, accettazione, gestione quotidiana, L104, ecc., sia per adulti che per bambini).
Enjoy!

Nightscout non funziona! Cosa faccio?

Improvvisamente il tuo Nightscout ha smesso di funzionare?

Ecco i passi da compiere!

1- Verifica di avere attiva la connessione dati

Accertati di avere copertura di rete, ad esempio apri una pagina qualsiasi dal browser dello smarphone e verifica di poter navigare. Finché non avrai connessione, l’app sullo smartphone (ossia l’uploader) non funzionerà.
Se invece la connessione è attiva, passa al punto seguente.

2- Riavvio completo (Medtronic e Dexcom G4)

Nella stragrande maggioranza dei casi di blocco, un riavvio completo risolve il problema. Ecco come farlo nel modo corretto:

  • scollega il cavo dallo smartphone
  • spegni lo smartphone
  • Se hai un Dexcom G4, arresta il ricevitore ( ATTENZIONE: dal menù del Dexcom seleziona “ARRESTO”, NON “ARRESTA SENSORE”)
  • Se hai un Medtronic, arresta il glucometro Bayer Next Link 2.4
  • collega nuovamente il cavo allo smartphone
  • accendi lo smartphone e il ricevitore/glucometro

Attendi 15 minuti e se ancora non funziona, passa al punto successivo.

3- Ridistribuzione GitHub (metodo Azure)

Attenzione: poche volte è necessario effettuare i seguenti passi.
Sei davvero sicuro che con gli accorgimenti precedenti Nightscout non funzioni? Hai seguito bene ogni passo? Hai aspettato un tempo adeguato? Se sì, procedi pure…

Questo passo è per i “Nightscout fai da te”. Se invece utilizzi Nightscout fornito da MOVI, puoi fare riferimento a questa pagina.

  • clicca sul nome della tua app

app_azure

  • clicca su “distribuzioni”

distr_azure

  • clicca su “sincronizza” e poi su “SIsincronizza
  • Attendi la fine della distribuzione

Dopo circa 15 minuti il tuo Nightscout sarà nuovamente attivo.

4- Errore 403 (metodo Azure)

Se Nightscout non funziona ancora e quando accedi al tuo sito personale vedi una schermata blu che riporta un “Errore 403”

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

allora molto probabilmente hai raggiunto il limite di traffico permesso con il piano gratuito. È difatti un errore che si verifica di solito quando sei in “over quota” (cioè quando hai superato i megabyte a tua disposizione per il mese di tariffazione corrente).
Come rimediare?

Hai tre alternative:

  1. Passi alla tariffazione superiore per il tempo necessario affinché si concluda il mese di “over quota” per azzerare i consumi di banda (spiega il problema al numero verde italiano di Azure Portal, che saprà aiutarti: 800.788.741);
  2. Attendi che si ripristini il servizio facendo passare il mese di cui sopra (ma resterai senza Azure per questo lasso di tempo);
  3. Crea un Nightscout di backup usando il metodo Heroku in modo tale da passare da un sito Nightscout all’altro in caso di problemi.

5- Riavviare il server (metodo Heroku)

Riavviate la distribuzione Heroku, seguendo questi semplici passi.

©Riproduzione riservata
Print Friendly, PDF & Email

Vuoi parlare con le migliaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda! Nel nostro gruppo affrontiamo ogni tematica inerente il diabete (non solo tecnologia ma anche leggi, sport, alimentazione, accettazione, gestione quotidiana, L104, ecc., sia per adulti che per bambini).
Enjoy!

Codici errore Nightscout

Nella tua pagina Nightscout è apparso un errore che non conosci? Ecco cosa significa e cosa può essere visualizzato nel tuo ricevitore Dexcom G4.

NIGHTSCOUTDESCRIZIONEDEXCOM
NCIl sensore è in fase di avvio.

torta
NCIl sensore e' in attesa di calibrazione a causa di un errore.

bg_60
NCIl sensore' attesa di calibrazione.doppia_goccia
punti_domIl ricevitore non riconosce temporaneamente il segnale del sensore.punti_di_domanda
CDE' terminata la sessione del sensore.


semaforo
CDIl sensore non funziona correttamente e viene richiesta la sostiutzione.err_sensore
cless_nsIl ricevitore ha rilevato un possibile problema con il segnale del sensore. clessidra
RFSi è interrotta la comunicazione tra il ricevitore e il sensore/trasmettitore.antenna
©Riproduzione riservata
Print Friendly, PDF & Email

Vuoi parlare con le migliaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda! Nel nostro gruppo affrontiamo ogni tematica inerente il diabete (non solo tecnologia ma anche leggi, sport, alimentazione, accettazione, gestione quotidiana, L104, ecc., sia per adulti che per bambini).
Enjoy!

Codici errore Dexcom G4

Nel ricevitore Dexcom G4 vi è uscito un simbolo che non conoscete e non avete il manuale sotto mano? Ecco qui gli errori più comuni.

punti_di_domandaSintomo
Il ricevitore non riconosce temporaneamente il segnale del sensore.
Soluzione
Attendere ulteriori richieste e non inserire alcun valore glicemico.
clessidraSintomo
Il ricevitore ha rilevato un possibile problema con il segnale del sensore.
Soluzione
Attendere altre richieste per circa 30 minuti e non immettere alcun valore glicemico.
bg_15Sintomo
Il sensore non è in grado di
effettuare la calibrazione.
Soluzione
Attendere 15 minuti, quindi
immettere un altra glicemia capillare.
bg_60
Sintomo
La calibrazione del sensore non viene eseguita correttamente.
Soluzione
Attendere almeno un’ora e quindi immettere un’altra lettura glicemica da glucometro.
antennaSintomo
Si è interrotta la comunicazione tra il ricevitore e il sensore/trasmettitore.
Soluzione
Avvicinare il ricevitore (entro i 6 mt)
err_sensoreSintomo
Il sensore non funziona correttamente.
Soluzione
E' necessario sostituirlo.
err_trasmSintomo
Il trasmettitore non funziona come previsto.
Soluzione
Rivolgersi al distributore di zona.
err_117Sintomo
Il ricevitore non sta funzionando correttamente.
Soluzione
Annotare il codice e rivolgersi al distributore di zona.
controllo_sistemaSintomo
Il sistema ha rilevato un errore che
è stato in grado di correggere.
Soluzione
Premere il pulsante "SELEZIONA"
per cancellare questa schermata e continuare la sessione del sensore
©Riproduzione riservata
Print Friendly, PDF & Email

Vuoi parlare con le migliaia di amici che hanno già sperimentato le soluzioni proposte su DeeBee.it? Vuoi fare qualche domanda su un argomento specifico per conoscere le opinioni ed i suggerimenti di chi ci è già passato? Vuoi suggerire tu qualcosa dicendo la tua?
Non devi fare altro che iscriverti nel gruppo Nightscout Italia ed otterrai risposta ad ogni tua domanda! Nel nostro gruppo affrontiamo ogni tematica inerente il diabete (non solo tecnologia ma anche leggi, sport, alimentazione, accettazione, gestione quotidiana, L104, ecc., sia per adulti che per bambini).
Enjoy!